Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

05 aprile 2010

Unioni, Democrazia, Liberta'...

Stati Uniti, Unione Sovietica, Unione Europea... nessuno dubiterebbe del fatto che queste denominazioni significhino che un certo numero di Stati sovrani, rinuncino spontaneamente a parti piu' o meno ampie della propria sovranita' per comporre un unico Stato. Uno Stato federale, probabilmente, ma non necessariamente; dato che una volta costituito, il Super-stato diviene piu' potente di ogni singolo Stato membro, ed e' quindi in grado di determinare il proprio assetto. La consuetudine fa poi il resto, ovvero, l'abitudine a considerarsi parte di una stessa comunita' crea di fatto la comunita' stessa e la consolida. E' cio' che e' avvenuto, ad esempio, in Italia con il Risorgimento; diverse entita' nazionali si sono fuse, piu' o meno spontaneamente, in una sola. La creazione dell'Unione Europea non fa che proseguire un processo di progressivo accentramento che la Storia ha gia' sufficientemente documentato, e che qualche buontempone ci vorrebbe convincere essere del tutto "spontaneo".

Veniamo all'ONU, che significa Organizzazione delle Nazioni Unite. L'ONU non e' altro che l'ampliamento della piu' antica Societa' delle Nazioni che aveva sede a Ginevra. L'ONU ha sede a New York dalla sua fondazione; e la collocazione della sede fisica di un tale ente non dovrebbe essere considerata del tutto irrilevante. Forse il cuore pulsante d'Europa non e' mai stato in Svizzera, ma il portafogli sicuramente si'. E il portafogli, evidentemente, e' piu' importante del cuore, per un'oligarchia innominata e, peggio ancora, innominabile. Va da se', che e' piu' agevole lo spostare un portafogli piuttosto che un cuore... In base al ragionamento di cui sopra: perche' mai l'ONU viene raramente considerata per cio' che e', ossia, il nucleo di un Super-stato formato da tutti gli Stati del mondo? Eppure il processo di accentramento e' lo stesso: solo, un po' piu' in grande. Probabilmente, anche l'ONU e' divenuto obsoleto come la SDN; verra' quindi sostituito da una nuova organizzazione, o forse, bastera' un qualunque G8, G9, etc. organizzazioni modulari piu' snelle che meglio potranno gestire i processi finanziari di accentramento su base continentale. In ogni caso, l'ONU non e' stato concepito per uno scopo diverso da quello per cui sono nati gli USA, l'URSS, la UE; ma, nella mente (che non esiste) di chi l'ha concepito, doveva essere il vero e proprio governo del mondo.

E il "mondo unito" e' fatto: senza che nessuno se ne sia quasi accorto.

Non credendo, il sottoscritto, al mantra molto in voga oggigiorno, secondo cui la Storia si fa da se' "spontaneamente" e "inevitabilmente"... la cui credenza superstiziosa sembra confezionata apposta per far trangugiare ai popoli del mondo decisioni prese da elites di cui pochissimi conoscono fino l'esistenza. Essendo, chi scrive, profondamente convinto del fatto che e' l'Uomo a fare la Storia, e non viceversa... Sapendo che fino in un mondo quasi interamente rincoglionito dai tanti riti mondialisti come il Calcio, esiste ancora qualche individuo, evidentemente, sfuggito a questo gigantesco processo di riprogrammazione delle coscienze... osa finalmente domandarsi:

Ma chi ha mai guidato questo processo di accentramento mondiale?

La risposta inequivocabile e': "boh". Un po' come per l'Araba Fenice "che vi sia, ognun lo dice, ove sia nessun lo sa", ci capita il paradosso di non sapere se chi ci governa esiste. Ne' vogliamo poi indagare troppo su questo dettaglio trascurabile, caso mai questo governo inesistente - che sembrerebbe essere uscito dalla penna di un Calvino - se ne potesse avere a male. Durante il Fascismo si usava dire: "parliamo dell'Elefante"... quello, che nonostante sia comodamente piazzato in salotto, a nessuno conviene vedere.

Ci siamo capiti? Cio' significa che, non solo non sappiamo da chi siamo governati, ma semmai sospettassimo di essere governati da Tizio piuttosto che da Caio, non potremmo nemmeno dirlo. Quanto a "liberta'" - della "democrazia", in un mondo siffatto, non vale nemmeno piu' la pena di occuparsene - il Nuovo Mondo pare avere una concezione assai singolare; sia della liberta' collettiva dei popoli, che di quella individuale... ma cio' e' del tutto normale, a ben vedere: la societa' omogenea nella quale la liberta' collettiva si coniuga meglio con la liberta' individuale, e' composta di pochissimi individui. Piu' questi aumentano e piu' la loro liberta' diminuisce proporzionalmente. L'aumento di potenza della collettivita' schiaccia si' l'individuo, ma anche la collettivita' stessa nel suo rapporto con le altre. Un mondo sotto un unico governo, sara' un mondo dal quale nessuno potra' piu' fuggire come avveniva fino a poco tempo fa. Una prigione planetaria per evadere dalla quale sara' necessario cambiare pianeta, meglio: galassia.
 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.