Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

24 gennaio 2008

Quando la Memoria viene negata

Wie feiern nicht


8 maggio 1945: anche questi "non vogliono dimenticare"...

Nella foto, un bambino scampato alla distruzione della sua casa. Tutte le citta' tedesche con piu' di 100.000 abitanti vennero rase al suolo dai bombardamenti strategici, in aperta violazione di tutte le convenzioni internazionali in materia di guerra. Nei confronti dei responsabili di questi "crimini di guerra" non si e' ritenuto di dover procedere ad alcuna forma di giustizia.

La didascalia sulla foto recita: "Noi non festeggiamo" (i firmatari dell'atto di resa - che esprimevano il legittimo governo tedesco dopo il suicidio di A. Hitler - vennero tutti impiccati a Norimberga, fatto mai avvenuto prima nella storia della civilta' occidentale)

17 commenti:

Anonimo ha detto...

This comment has been removed because it linked to malicious content. Learn more.

Lo PseudoSauro ha detto...

Anonimo: vedo che hai anonimizzato pure il link... e' quasi una paranoia questa segretezza. :-)

Conoscevo il testo di Kaufman-Rosenvelt :-) ma non l'articolo che hai segnalato. Gia' il fatto che sia stato scritto prima della IIa GM dovrebbe suggerire qualcosa, per non dire di "chi" l'ha scritto... Per puro caso ho conosciuto uno dei due statisti tedeschi che vennero poi uccisi a fine anni '90 (si diceva fosse stato lo ex STASI, ma i piu' sussurrano che fu il Mosad). Avevano un grande progetto di rinascita tedesca (niente a che vedere col nazismo) che andava contro tutti gli interessi stranieri, infatti ora c'e' la Merkel...

In effetti il tentativo di mettere sotto processo la leadership tedesca, vi fu anche alla fine della Ia GM, ma questo trovo' molte opposizioni anche tra i vincitori (tra cui l'Italia). Ci voleva un'altra guerra per finire l'opera e il nazismo si prestava meglio alla bisogna che non il vecchio Kaiser.

Hanno trovato un congegno molto originale per far fuori il concorrente... non si finisce mai d'apprendere quante palle ci sono state ammannite. E chissa' quante altre ancora... ma sembra che siamo daccapo. Ci vorra' un'altra guerra.

Vedo che il web segnalato e' all'indice anche da google... ah, la liberta' d'espressione. :-)

Anonimo ha detto...

:)))

invece Napolitano

http://www.corriere.it/politica/08_gennaio_24/napolitano_shoa_331dd1dc-ca7b-11dc-bbdc-0003ba99c667.shtml

siamo dei succubi

Lo PseudoSauro ha detto...

Purtroppo. Personalmente, ho sempre cercato una via mediana, ma vedo che non produce nulla. Se non si aderisce completamente alla storia ufficiale non si e' nemmeno degni di replica. E' un atto di fede.

Anche sui bombardamenti strategici la menzogna regna sovrana ed io stesso ci ho creduto fino a non molto tempo fa. In realta' il primo comando di bombardamento strategico fu istituito in UK nel '36, e teorizzato in USA nel '25. Anche se von Ludendorff ne caldeggio' la costituzione, la Germania non costrui' mai unita' da bombardamento paragonabili a quelle alleate. E certo non le mancava la tecnologia per farlo. Anche i bombardamenti come quello di Coventry, furono solo rappresaglie per scoraggiare il nemico dal continuare. Se i numeri sono numeri, 1 milione di tonnellate di bombe se le e' beccate la Germania, non l'Inghilterra. Cosi' come il primo attacco su civili inermi avvenne la notte dopo l'elezione di Churchill, in quanto Chamberlain non autorizzo' nemmeno l'inizio delle ostilita'. A tutti gli effetti, dopo la dichiarazione di guerra inglese, nessuno comincio' a sparare, ne' da una parte, ne' dall'altra, fino a che non cambio il governo. E furono gli inglesi ad attaccare per primi.

Lo PseudoSauro ha detto...

Questo da Nicholas Kollerstrom

1940: Churchill soppianta Chamberlain come Primo Ministro il 10 Maggio, e l’11 Maggio iniziano i bombardamenti sulle città. Quella notte, il giorno dopo l’elezione di Churchill, venne permesso per la prima volta al Bomber Command di adempiere lo scopo per il quale era stato realizzato. I giornali riferirono semplicemente che, quella notte, “diciotto bombardieri Whitley attaccarono delle installazioni ferroviarie nella Germania Occidentale”. Winston Churchill e i suoi consiglieri estesero la definizione di “obbiettivo militare”, che era stata accettata per due secoli e mezzo, in modo da includere fabbriche, impianti petroliferi e edifici pubblici – come pure ogni città e villaggio. Essi svuotarono di senso tale definizione.

“Questo raid della notte dell’11 Maggio 1940, sebbene in sé stesso poco importante, fu un evento epocale poiché fu la prima rottura deliberata della legge fondamentale della guerra civilizzata secondo cui le ostilità devono essere condotte solo contro le forze combattenti del nemico.” Per il 12 Maggio, i verbali del Gabinetto di Guerra rilevano a proposito della “politica dei bombardamenti” che il Primo Ministro “non era più legato dai nostri precedenti scrupoli riguardo all’avvio di una guerra aerea senza restrizioni.”

Il 25 Agosto, 81 bombardieri eseguirono i loro raid notturni sopra Berlino, dopodichè il 6 Settembre la Luftwaffe rispose a sua volta. Il Blitz su Londra ebbe inizio solo dopo sei attacchi a sorpresa contro Berlino nei quindici giorni precedenti, e così la Germania lo definì in modo giustificato una rappresaglia. “Al popolo inglese non venne permesso di scoprire che il Governo avrebbe potuto bloccare i raid tedeschi in qualunque momento semplicemente bloccando i raid contro la Germania”.

Anonimo ha detto...

mentre le città tedesche vengono bombardate....

http://www.ushmm.org/uia-cgi/uia_query/photos?hr=null&query=kw110156

Anonimo ha detto...

stai mettendo in discussione la democrazia della bomba atomica!!!??...lo sai che e' sacrilegio?..:-))))
Quasi islamico oggi Sauro!

Zagazig

Anonimo ha detto...

Tu hai troppa fiducia nella vecchia Europa, Pseudo. Mentre io sono e resto per il nuovo mondo. Cioè per i bombardatori di Dresda, i "maledetti amerikani". E pure per quelli di Hiroshima. E' questa la differenza tra noi, penso. Per il resto troverei giusta e sacrosanta una vera pacificazione della II GM, e non quell'accanimento memorialistico che continua a dividere il mondo occidentale in vittime/carnefici e in carnefici/vittime.
Ermanno

nuovopatriota ha detto...

VITTORIA!!!!

SPADA ALZATA!

+nuovopatriota+
[torneranno i crociati.. e saran mazzate!]

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: nel mio piccolo cerco la verita' e lo scoprire che cio' che ho creduto fin'ora era falso non mi da molta soddisfazione. Ma non mi sono ancora convertito e non credo che il comunismo possa essere la soluzione, solo l'altra faccia della medaglia. In medio stat virtus :-)

Ermanno: forse non comprendi che i bombardamenti di civili non sono finiti nel '45... in Europa, ieri erano i bombardamenti ed oggi e' l'invasione. Non si tratta di cose differenti, solo di uno stesso piano a diversi livelli di attuazione. Se L'URSS fosse crollata prima, sarebbe accaduto prima. Comunque questa barbarie non ha nulla a che vedere con l'antico pensiero europeo, e' tutta roba che viene dalla weltanschauung anglosassone: inglese prima, americana poi. Ci sono molti links, tra i commenti: leggili. Qui non e' un fatto di fede: o ci si salva o si sparisce. Gli americani non hanno alcun interesse a salvarci, perche' sono quelli che ci hanno messo in questi casini. Ma puo' darsi che un drastico, ancorche' improbabile, cambio di governo in USA possa cambiare le cose. Non credere che gli americani stessi siano cosi' compatti... in alcuni Stati si arrivera' presto alla guerra civile. Spero che non crederai che tutto cio' che e' avvenuto fino ad oggi sia un caso...

Lo PseudoSauro ha detto...

Nuovopatriota: naturalmente! :-D

Lo PseudoSauro ha detto...

Comunque, per rimanere al tema: i morti ammazzati civili sotto ai bombardamenti sono veri, tutti con nome e cognome, non come altri che crescono, o diminuscono, di qualche milione a seconda del letterato che scrive.

Se siamo europei, come tutti ci dicono essere, questa e' la _nostra_ memoria. A ognuno la sua. Se invece vogliamo essere "cittadini del mondo" in un "mondo umano", nessuno ci impedira' di commemorare i nostri morti, o ci rinfaccera' cose che abbiamo, presumibilmente, fatte piu' di 60 anni fa. Direi che questa e' la prova del nove per verificare se viviamo davvero in un mondo libero.

La Storia non serve solo per fare le pulci al passato... e chi non la conosce e' destinato a riviverla.

Anonimo ha detto...

ti contesto questo
"Cosi' come il primo attacco su civili inermi avvenne la notte dopo l'elezione di Churchill, in quanto Chamberlain non autorizzo' nemmeno l'inizio delle ostilita'."
l'affondamento della motonave Athena (carica di civili) avvenne ad opera di un sommergibile tedesco il 3 settembre 1939.

LIBERATO

Lo PseudoSauro ha detto...

Liberato: liberissimo... a me risulta che il siluramento della Athena sia avvenuto il 2 settembre '39 ad opera del U-boote 30. Mi risulta anche che la Germania stessa depreco' il siluramento, considerandolo un grave errore, cosa che non fece il comando di bombardamento strategico dopo ben 10 bombardamenti sulle citta' tedesche, ai quali seguirono le (poche) rappresagle su Londra. Inefficaci e simboliche, basta confrontare il numero delle vittime: poche centinaia per Coventry (che pure divenne il simbolo della ferocia nazista), e centinaia di migliaia nel caso delle citta tedesche, che furono letteralmente rase al suolo a tutto il '45.

Pero' c'e' un'altra versione "complottista" secondo cui al sottomarino tedesco pervennero messaggi radio intercettati, secondo cui la nave in oggetto era un incrociatore da battaglia. Considerata la situazione meteo, il comandante dell'U-boote non fu in grado di riconoscere la sagoma della nave e decise per il siluramento. Questa fu la versione che egli affido' ai verbali del procedimento militare che la Kriegsmarine apri' nei suoi confronti. Ti risulta che Harris (il comandante del SBC) sia mai stato inquisito per il bombardamento notturno di Dresda? O che lo fosse stato il suo omologo americano per quello diurno che segui'? Purtroppo nella storia anglosassone questo genere di pretesti furono usati molto spesso, il che dimostra che per le "democrazie" la vita umana della propria popolazione conta meno di quanto contasse per le "dittature".

Nei fatti, dopo la dichiarazione di guerra inglese (non tedesca), in 7 mesi non vi furono praticamente azioni belliche da nessuna parte, tanto che gli storici chiamarono quel periodo "The Strange War". Lo stesso gen. Montgomery, ritenne che i tedeschi non avrebbero mai attaccato, perche' non ne avevano alcuna intenzione.

Hitler stesso invito' per ben tre volte l'UK a concludere la guerra, come fece il suo predecessore nella guerra precedente. E, nota, bene, quando la Germania era in vantaggio. Forse conoscerai la storia di Rudolf Hesse - e del suo volo solitario - che fu inviato nel '41 a trattare la pace con gl'inglesi. E forse saprai anche che Hesse fu l'ultimo prigioniero di Norimberga. Forse saprai fino che quando (novantenne) gli venne notificata la grazia, si "suicido'" appendendosi alla maniglia di una porta. Suvvia...

Francamente, questa "storia" non regge ad un sereno giudizio critico. La si puo' difendere solo per fede. Insisto sul fatto che cio' che avviene oggi in Europa e' direttamente collegato alla IIa GM, alla Ia GM e a cio' che venne ancora prima. E' necessario sapere quale e' la verita' se vogliamo essere realmente indipendenti. E non ci rimane molto tempo per le riflessioni.

Lo PseudoSauro ha detto...

P.S.
Benjamin Freedman da qui, delle guerre del '900, una visione complessiva "interessante".

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.