Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

31 gennaio 2008

Perche' il liberalesimo non ci salvera'

Questo blog e' nato dopo la lettura dei pamphlet di Oriana Fallaci, le cui denunce chi scrive, ritiene sempre valide e allarmanti. Nondimeno, l'analisi di cio' che e' avvenuto dal 9/11 ad oggi porta a correggere il tiro, come del resto gli ultimi articoli della compianta Oriana gia' preannunciavano. Il problema Islam esiste davvero in Europa, ma questo va inscritto in un piu' vasto progetto di rimescolamento dei popoli del mondo, come documentato a piu' riprese in questo blog, citando testualmente autorevoli personaggi che si sono espressi in modo inequivocabile. La falla principale nelle tesi di Oriana Fallaci, la si trova in un punto ben preciso del suo "La forza della ragione" ed e' la seguente. L'Autrice si domandava angosciosamente perche' i suoi scritti le abbiano fruttato piu' di una denuncia, non solo dalle associazioni "antidiscriminazione" islamiche - come prevedibile, del resto, ma anche da parte di quelle omologhe ebraiche ed israeliane. La spiegazione e', a mio avviso, semplice: il primato del cristianesimo, propugnato dalla Fallaci, non piace ne' agli uni, ne' agli altri e, a ben informarsi, ci si puo' sorprendere nel riscontrare che la maggior avversione verso la religione cristiana viene piu' dagli ambienti ebraico-sionisti che non da quelli arabo-musulmani, i quali ultimi insistono piu' sulla perdita di religiosita' occidentale che non sul cristianesimo, ponendosi quasi come evangelizzatori in un occidente senza dio. Cio' dovrebbe fare riflettere sull'idea che i piu' hanno degli israeliani come "alleati" in una guerra globale contro l'oscurantismo islamico, ancor piu' se si considera che essi sono tra gli artefici della "demolizione controllata" della Chiesa Cattolica. L'altro punto, non ancora indagato dalla Fallaci, riguardava l'origine del pericolo invasione e chi l'avesse realmente concepita e realizzata. In tutti gli scritti dell'Autrice si parla della responsabilita' della "sinistra" mondiale alla quale si opporrebbe un Occidente ipotetico del quale farebbero parte USA, UK, gli altri paesi anglosassoni, e l'Europa. I fatti ci dicono ora che le cose stanno molto diversamente. Pure se la Fallaci rileva come "destra" e "sinistra" siano termini ormai vuoti di significato, ed abbiano una radice comune, nei suoi scritti non appaiono mai delineate per esteso le mire della finanza mondiale, ne' come eminenti personaggi di entrambi gli schieramenti politici siano stati cooptati nelle piu' importanti istituzioni mondialiste (CFR, Bilderberg, FMI, WTO, ONU, UE, etc.). Anche lo scetticismo dell'Autrice sugli effetti dell' "esportazione della democrazia", che pure io stesso ho sempre condiviso, parte dal falso presupposto che questa sia la vera ragione per intervenire militarmente, e unilateralmente, in tutto il mondo. Infine, l'appartenenza dell'Autrice all'Antifascismo militante le impedi', sempre a mio avviso, di capire che questo si e' risolto nell'annientamento dell'Europa come entita' fisica, politica, culturale, ed infine, etnica.

Ora e' impossibile non accorgersi che la propaganda mondiale islamica wahabita e' stata spinta dall'Arabia Saudita su istanza degli USA, alleati strategici di quel paese. Non si puo' trascurare il fatto che la guerra alla Serbia e, prima ancora, la destabilizzazione dell'area geograficamente limitrofa, ha favorito la costituzione di un cuneo islamico nel cuore d'Europa (vedi l'attuale questione del Kosovo e l'insistenza USA per il suo riconoscimento internazionale). Infine, non si puo' ignorare che i principali sponsors dell'entrata della Turchia in UE sono stati gli USA, a cui si aggiunge ora l'ipotesi, gia' avanzata, dell'entrata di Israele nell'organizzazione difensiva atlantica e nella stessa organizzazione europea, il che consegnerebbe l'Europa a due potenze militari incomparabilmente piu' efficienti della somma di tutte quelle europee. In parole povere, l'assunto da cui parte tutta l'Opera della Fallaci e' lo stesso dell'Antifascismo, ovvero, della "liberazione" dell'Europa dalla "barbarie nazifascista". Invece, come emerge sempre piu' chiaramente dalla nuova storiografia - non a caso, ovunque occultata e perseguitata - la guerra dei fascismi europei fu essenzialmente difensiva nei confronti delle due principali forze internazionali che intendevano imporre il loro modello su quello nazionale allora prevalente in Europa.

Recenti studi storici confermano il fatto che l'aggressivita' tedesca, negli anni 30, fu principalmente tesa alla tutela delle minoranze linguistiche perseguitate, e a volte sterminate, negli stati limitrofi ai quali vennero assegnati alcuni territori tedeschi dopo la Pace di Versailles. Il Pangermanesimo non aveva, storicamente, alcuna mira mondiale, come si legge nella propaganda odierna. Questo lo si puo' leggere in tutta la letteratura tedesca, e fino nel deprecato Mein Kampf di A. Hitler. E' ormai di dominio pubblico il fatto che l'economia tedesca fu scientemente strangolata tra gli anni '20 e '30 del Novecento ad opera della finanza internazionale. E' noto che le insurrezioni socialiste e comuniste in tutta Europa, preoccupavano sia le industrie nazionali che le rispettive popolazioni. E' noto che entrambe le due guerre mondiali furono sferrate nei confronti della Germania e non viceversa. Si sta facendo strada la verita' anche sul fatto che l'invasione tedesca dell'URSS abbia preceduto di due sole settimane l'invasione sovietica dell'Europa. Infine, e' documentato che l'ascesa del Soviet in Russia fu spinta dalla finanza internazionale anglosassone; come pure la campagnia d'invasione sovietica dell'Europa. Alla luce di queste nuove "verita'", l'assunto antifascista crolla miseramente ed e' piu' facile capire perche' ora l'Europa stia agonizzando soffocata da una politica immigrazionista imposta, da una progressiva perdita di sovranita', da una marginalizzazione che si avvia alla sua definitiva conclusione e che vede il suo inizio alla fine della Ia GM. Chi scrive e' giunto alla conclusione che l'Antifascismo ha sempre coinciso con l'annientamento dell'Europa, e questo e' riscontrabile nei fatti quotidiani, oltre che dai pesanti divieti nei confronti di qualunque corrente politica europea che volesse collocarsi un po' piu' "a destra" del consentito.

Gli ultimi articoli di Oriana Fallaci ineggiavano all' "eredita'" dei popoli europei. Eredita' che veniva intesa come culturale ed etnica insieme, e questa concezione stride con l'assunto antifascista, mentre e' la base portante di tutte le politiche fasciste e para-fasciste europee. E' pertanto difficile il collocare queste istanze tra i "Mali Assoluti" e poi pretendere di resuscitarle senza nuocere a tutto l'impianto politico antifascista. Pertanto se l'Europa si salvera', potra' farlo solo se rinneghera' il dogma antifascista. Il che non significa il ritorno del Fascismo, ma semplicemente la rimozione degli ostacoli che vietano agli europei di esercitare la loro piena e legittima sovranita'.

19 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro Pseudosauro, lei è un genio. SHBC

Lo PseudoSauro ha detto...

Non esageri, ma grazie per l'apprezzamento.

Tommaso Pellegrino ha detto...

Psedosauro carissimo,
i temi che affronta sono sempre un po' complicati e delicati, ma lei sembra sempre cogliere nel segno.E soprattutto sa affrontarli con grande sagacia ed indipendenza di giudizio, per le quali mi complimento. La saluto e la invito ancora una volta a dare un'occhiata al mio sottoindicato blog, dove troverà anche qualche considerazione sulla caduta di Prodi, su Marini ecc. Salutoni ancora.
Tommaso Pellegrino -Torino
www.tommasopellegrino.blogspot.com

Lo PseudoSauro ha detto...

Tommaso: intanto la metto nei links, poi vengo a visitarla. Mi scuso, ma ultimamente accedo al web piuttosto di rado.

Hesperia ha detto...

Per completezza di informazione, occorre dire che il mondo ebraico non si riduce alla sola Licra,l'associazione che denunciò il libro della Fallaci ex aequo con il Mrap islamico. E che i rapporti tra lei, Daniel Pipes e Bat'ye or (due grandi intellettuali ebraici) furono di grande collaborazione. Io credo che comunque lei abbia dato una buona mano a denunciare criticamente gli atteggiamenti oltranzisti e fondamentalisti, quale che ne sia la matrice religiosa, e che ha messo i puntini sulle i anche sulla macellazione rituale (tanto islamica che ebraica) e pure sulla circoncisione.
Quello che Oriana non finì di dire, riguarda anche i cicli della vita, la malattia, il corpo che cede e vacilla sempre di più e con esso, lo spirito e la mente. E tuttavia, il suo legame dell'ultima ora con la Polonia, è stato un tentativo di trovare una via nazionale da contrapporre allo sfacelo degli stati-nazione. Quello a cui continuamo giornalmente ad assistere.

Lo PseudoSauro ha detto...

Hesperia: lo so bene che il mondo ebraico non e' solo quello, ma da recenti esperienze devo concludere che e' in prevalenza quello della Licra. Se non fosse altrimenti qualcuno avrebbe fatto si' che la denuncia nei confronti dell'Oriana fosse ritirata, non trovi? Diciamo che "quel mondo" ha saputo sfruttare cio' che gli faceva piu' comodo e per il resto ha fatto lo sciacallaggio che dura da tutto il dopoguerra.

Non intendevo dire che ho scoperto qualcosa di eccezionale, semplicemente che la falla piu' grossa e' quella di considerarsi antifascista e contemporaneamente identitaria. Come vedi bene, l'essere identitario, non e' consentito a nessuno, nemmeno ad alcuni vincitori della IIa GM. A parte lo Stato Ebraico naturalmente. Prova tu ad accennare a qualcosa del genere e quelli che in casa loro controllano se ogni cittadino e' circonciso o no, ti zomperanno addosso dandoti del fascista.

Anonimo ha detto...

Tanto è vero che alla 'vittoria' di Tadic -- 'democratico' e 'europeista' -- in Serbia corrisponde la 'leadership' kosovara gestita dal UCK. Gli USA hanno 'liberato' l'Albania e come per incanto l'Albania si è trasferita in Italia. Ora tocca alla Serbia entrare nella 'comunità internazionale'. Il Mondialismo avanza e progredisce. I 'fascisti' sono i nazionalisti serbi, mentre gli 'antifascisti' i guerriglieri del UCK. Analisi molto azzeccata la tua.

edobettazzi ha detto...

anche io le faccio i complimenti, noto che hai una cultura e una conoscenza della storia del 900 e politica estera elevatissima! sei 1 professore di storia?
Ti chiedo solo di spiegarmi la frase " è noto che entrambe (per la prima ok)le 2 GM furono sferrate nei confronti della Germani e non viceversa" ? e ancor più forte (dove le ha prese le fonti?)che sia stata la finanza internazionale inglese a Spinger l'invasione sovietica dell'europa ??! ne deduco che La GB addirittura contro il continente!
mi rendo conto che a leggere i tuoi blog aumentarò la mia CONOSCENZA sui fatti del mondo e sui "complotti" del potere mondiale.
piccola nota (non certo polemica) è di dominio pubblico ... è noto che... all informations che chi ne è a conoscenza nelle popolazioni del mondo? lo 0, ... cioè noi di questo blog ! Buona vita a tutti
edoardo

Lo PseudoSauro ha detto...

Edobettazzi: grazie. Per quanto riguarda la prima parte, ovvero chi ha dichiarato guerra a chi, mi pare indubbio che furono Inghilterra e Franca a dichiarare guerra alla Germania, e non viceversa. Nel caso della Ia GM, ancora una volta, la Germania venne fatta passare da Stato aggressore, ma in realta' fu l'aggredito.

Per quanto riguarda l'URSS, invece, quella che fino a dieci anni fa era solo una tesi, ovvero, l'invasione sovietica dell'Europa, si avvia a diventare una certezza. Qui potra' leggerne la fonte:

http://www.storialibera.it/epoca_contemporanea/II_guerra_mondiale/viktor_suvorov/articolo.php?id=606&titolo=La%20storia%20non%20%E8%20quella%20dei%20vincitori%20(Stalin%20e%20l'invasione%20di%20Hitler)

Quanto alle alleanze, e alla costituzione dell'URSS, nessuno ha mai avuto dubbi sul fatto che fu la finanza internazionale a sovvenzionare Lenin. Ancora dopo 10 anni dalla Rivoluzione di Ottobre, l'opinione pubblica USA considerava l'URSS una specie di democrazia. La stessa finanza internazionale fu quella che finanzio' il programma di riarmo di Stalin finalizzato all'invasione europea. Un'esempio per tutti: poco prima dell'invasione tedesca l'URSS aveva una mostrusa forza ammassata sul confine, tra cui piu' di un milione di paracadutisti, contro meno di 3000 che avevano i tedeschi. A questo va aggiunto un numero enorme di modernissimi mezzi corazzati d'assalto (mi pare 13.000), mentre i tedeschi ne avevano si e no 3000 e di tipo piu' antiquato. Considerato che la guerra moderna dell'epoca prevedeva grande mobilita', parrebbe curioso che Stalin mettesse dei paracadutisti a difendere il confine. Lo stesso vale per i carri, ma lo leggera' meglio da Suvorov. Io insisto solo sul fatto che allora i paracadute erano fatti di seta e che questa seta fu acquistata dall'URSS presso gli USA. Vuole che laggiu' nessuno immaginasse che ne avrebbe fatto il nostro Josip? :-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Anonimo: ti confesso che della questione serba non so molto, ma direi che cio' che scrivi e' corretto. Anche per quanto riguarda l'Albania.

Lo PseudoSauro ha detto...

P.S.
diciamo che l'antifascismo ha di molto superato il suo antagonista, almeno per quanto riguarda la menzogna.

Lo PseudoSauro ha detto...

Per completezza d'informazione.

1) Entrambe le due guerre del '900 assumono la valenza di guerre "mondiali" con l'entrata dell'Inghilterra e del mondo anglosassone, il che estende a regioni non limitrofe un conflitto locale.

2) In entrambi i casi fu l'Inghilterra a dichiarare guerra alla Germania e non viceversa.

Il 3 settembre 1939 Inghilterra, Francia, Australia e Nuova Zelanda dichiarano guerra alla Germania.

Va da se' che l'Inghilterra prima della Ia GM era la potenza egemone e non uno staterello qualsiasi.

Va da se' che gli USA fanno parte del mondo anglosassone e non confinano con alcuno Stato europeo.

Segue

Lo PseudoSauro ha detto...

segue

Secondo un documento autografo redatto dal Gen Zuhkov (riportato nei testi di Suvorov), l'invasione dell'Europa da parte dell'URSS doveva avvenire il 15 maggio 1941, pertanto Hitler l'anticipo' di 2 settimane.

Non c'e' difficolta' alcuna nel reperire documenti circa i finanziamenti alla Rivoluzione d'Ottobre e a Stalin, fin dagli anni '20. Essi vengono tutti dal mondo anglosassone. Con lo scoppio della IIa GM i legami politico-finanziari diventano anche strategico-militari. Pertanto l'alleanza con l'URSS preesisteva l'aggressione tedesca della Polonia, anzi, preesisteva fin dallo scoppio della rivoluzione in funzione anti-zarista. Naturalmente questi sono dati reperibili ovunque, si tratta solo di usare la logica e non l'ideologia per interpretarli.


E con questo il dogma antifascista va beatamente a puttane.

Anonimo ha detto...

Interessante. Se il documento citato fosse autentico cambierebbe davvero tutta la prospettiva. L'abbattimento degli imperi centro-europei sarebbe stato giustificato da questioni ideologiche mentre in realta' era la solita lotta per la supremazia. Una volta fatte fuori Russia e Germania (Austria-Ungheria compresa) l'Europa sarebbe stata azzerata. Questa tesi permette di leggere cio' che avviene oggi con una continuità storica che manca alle tesi antifasciste. Possibile che nessuno in tanti anni l'abbia anche solo sospettato ?

Lo PseudoSauro ha detto...

Anonimo: ma chi vuoi che sospetti qualcosa nel "mondo libero"? Non vedi che fine fa chi s'azzarda a revisionare anche un solo dettaglio? Basta vedere Suvorov - ex ufficiale del GRU passato all'ovest e sodale di Bukovskij e Bykov - considerato un "dissidente", ma solo fino a che fa comodo, diviene un "negazionista" quando tratta di temi come quello corrente; e come tale viene confutato da "storici" piu' attenti a preservare la verita' ufficiale piuttosto che non dediti alla ricerca della verita' storica. Per pubblicare i suoi studi e' dovuto tornare in Russia... e ancora oggi, dopo quasi 30 anni, sembra che nessuno ne abbia conoscenza. Eppure il libro ha venduto oltre 2 milioni e mezzo di copie...

Va detto che, all'epoca, anche la Polonia era un grande Stato e che molti altri Stati europei lo erano. Di fatto, tutti gli assetti geo-politici europeo-continentali cominciarono a sfaldarsi con il Novecento. Questa tesi si fonda sulla rottura dell'asse antifascista avvenuta con il crollo dell'URSS e depone a favore dell'attuale corso politico russo, mentre desta interrogativi inquietanti su cio' che abbiamo sempre considerato "mondo libero". La si potrebbe vedere quasi come una vendetta postuma del Comunismo sconfitto. E questo proprio mentre osserviamo come l'Europa intera sia ormai ridotta ad un'imitazione, malriuscita, del modello anglosassone.

Come dici, giustamente, questa lettura restituisce alla Storia una continuita' fin'ora negata. Soprattutto, ristabilisce un certo qual equilibrio e certifica come l'approccio ideologico non fosse prerogativa esclusiva del Comunismo. Fino a che l'omerta' conveniva ad entrambi i blocchi, venne rispettato il segreto; una volta sconfitto l'uno per opera dell'altro, non c'era piu' alcuna ragione per continuare a mentire, anzi, sorse un valido motivo per vuotare il sacco. E' per questo che sono convinto che la Verita' ci giungera' dalla Russia. Paradossale, per uno che non ha mai avuto molti dubbi fino a poco tempo fa.

Lo PseudoSauro ha detto...

X quel tizio che ogni tanto mi scrive dandomi dell'antisemita (che palle) e del bugiardo (imbecille) e il cui intervento, naturalmente, casso in quanto potrebbe turbare le certezze di molti (ultimamente ammutoliti) visitatori.

Khaver, il tuo tono inquisitorio e' piuttosto irritante. Ma chi ti credi di essere? Evidentemente ti e' difficile scoprire chi si cela dietro al sauro (sicuramente un pericoloso nazista). Ti do un indizio qui sotto che, in base alla firma del Comandante ti potra' essere utile a scoprirlo. E poi che te ne fai del nome? Mi mandi un kidon? Guarda che magari e' un mio amico :-) Seppelliamo l'ascia di guerra che qui nessuno ti vuole sterminare. Abituati all'idea che qui si parla liberamente.

http://utenti.lycos.it/pseudosauro/hosted/sauro/Brevetto_sauro.html

Nessie ha detto...

Ciao Sauro, hai dei visitors, nel senso di presenze che ti disturbano?
Tra coloro i quali ineggiano all'eredità dei popoli europei c'è anche Peter Handke (e non solo la Fallaci) di cui ho parlato nel mio ultimo post del vecchio Loch, sull'indipendenza (fasulla) kosovara. Handke (austriaco di madre slovena) è autore di numerosi drammi, libri e sceneggiatore cinematografico de "Il cielo sopra Berlino" di Wim Wenders. Viene sempre attaccato da Le MOnde e dalla stampa gauchiste francese. Nel suo libro "Un viaggio d'inverno" denuncia i pregiudizi contro i serbi.

Lo PseudoSauro ha detto...

Nessie: bentornata, ma stai attenta che qui la vigilanza vigila... se va a vanti cosi' finira' che dovremo sottoporre ogni post al placet dell'Inquisizione.

Ho una conoscenza vaga della questione serba, ma quando ogni intervento militare viene giustificato da un "genocidio", comincio a sentire puzza di bruciato. Mi pare un sistema piuttosto svalutato da 70 anni in qua. Alcuni giurano e spergiurano che di genocidi non ce n'e' stati, anzi, protestano di esserne stati a loro volta vittime. Mettiamo anche il caso che ci siano stati entrambi, esiste un tribunale galattico super partes in grado di giudicare serenamente? E i due contendenti si sono entrambi rimessi di buon grado al suo giudizio? Temo che sia lo stereotipo della IIa GM che viene riprodotto all'infinito ad ogni volta. Guarda il caso, ogni volta c'e' un "genocida" da punire. Se ci avessero detto che volevano semplicemente smantellare la Yugoslavia, per la quale non ho mai nutrito simpatia, l'avrei anche creduto, ma cosi' sta diventando una farsa e, cio' che piu' conta, in Europa si ricomincia a nascondere sotto il tappeto i contenziosi di domani.

Anonimo ha detto...

Magari avrai l'orgoglio di apparire nella lista dei negazionisti che questo liberale pubblica ogni anno. :)
http://www.wymaninstitute.org/
Siamo davvero vigilati speciali ma non da oggi.

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.