Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

17 dicembre 2007

Tagliarsi le palle e' un gesto rivoluzionario

Karl Marx se la riderebbe sotto il barbone, se potesse vedere cio' che avviene oggi nel mondo "globalizzato". Al contrario dei vetero-comunisti, sarebbe il primo fan dell' "esportazione della democrazia", perche' vedrebbe bene che questa veicola proprio quei valori di uguaglianza assoluta (biologica) che stanno alla base dell'ideologia da egli stesso creata e perseguita. Non sara' un caso che gli ex comunisti, gli ex socialisti, oltre alla pletora di cattolici piu' o meno cresciuti, sono tutti entusiasti del Nuovo Ordine Mondiale. Una vittoria della filosofia liberale? Macche': si tratta di una presa d'atto. In epoca post industriale l'eguaglianza non si fa piu' unendo il proletariato, visto come condizione temporanea nell'ideologia progressista, ma su base umana tout-court. Semmai, una vittoria del menscevismo sul bolscevismo; ma pur sempre di Socialismo si tratta. Il risultato e', dopo tutto, il medesimo; si tratta solo di cambiare etichetta e il gioco e' fatto. Crollato l'aborto ideologico sovietico, soddisfatti per la fine della Guerra Fredda, ci ritroviamo con un Socialismo finalmente realizzato su scala globale, proprio per mano di chi sembrava volerlo combattere. Del resto gli ideologi "Neoconservative" vengono quasi tutti dall'esperienza socialista della "rivoluzione permanente" di Trotzkij e, per esplicita ammissione di uno di loro, la "rivoluzione democratica" e' l'ultima spiaggia per un rivoluzionario, dopo il crollo dell'URSS. Basta che sia Rivoluzione: ovvero, "grande cambiamento del mondo". Che importanza ha sotto quale etichetta si svolge? L'importante e' il fine. I mezzi vengono di conseguenza. Almeno da Machiavelli fino ad Hegel, il Materialismo Dialettico fa della spregiudicatezza la sua forza. Solo, ci stupisce un poco che i liberali se la bevano cosi', senza fiatare... ma evidentemente il discrimine non e' ideologico, ma pratico. Il pragmatismo e' di per se' stesso una prassi rivoluzionaria: lo praticavano i sovietici, almeno quanto fanno gli americani. Le "donne soldato" c'erano in URSS come in USA... ma non nell'Europa continentale e nel resto del mondo legato alle pur diverse tradizioni; con pochissime eccezioni in alcune marginali societa' tribali. Ricordo che la definizione piu' bonaria che i comunisti russi davano degli americani era "rivoluzionari con i pantaloni stirati". Rivoluzionari di qui e rivoluzionari di la'. Ci e' stato solo dato di scegliere tra una rivoluzione e l'altra ed ora scopriamo amaramente che tutte le rivoluzioni sono uguali. Evidentemente aveva ragione Trotzkij. E torto tutti gli altri. Basta guardare qui...

14 commenti:

Lontana ha detto...

Mamma mia! questa ancora non la sapevo!
Ma va insieme a tutti i provvedimenti che prendono per annullare le differenze..
Ci vogliono tutti appiattiti!

dr. Schwartzy ha detto...

i comunisti italiani non vogliono rinunciare a falce e martello. Allora Diliberto è un tradizionalista :)

Anonimo ha detto...

Perciò io sono Trotzkijsta!!!..:-)...

Chissà Sauro magari In un futuro il leone sarà rapprsentato con un coso nel sedere
:-DDDD

zAG

Anonimo ha detto...

Se alle signore soldatesse dà tanto fastidio le palle del leone svedese, ai soldati potrebbe dare fastidio le loro mammelle e chiedere di tagliarsele. Per quel che servono! Nessuna donna allatta più e vuole allevare bambini.
Giorgio

Anonimo ha detto...

Non sono d'accordo la mammella anche non allattante mantiene cmq un valore ludico ed estetico per noi maschietti
:-)

Zag

Lo PseudoSauro ha detto...

Arrivo...

Lontana: ad ogni giorno che passa l'idiozia globale avanza e fa sfracelli. Non c'e' piu' un posto sicuro dove rifugiarsi.

Mister muscolo: vedo che la logica non ti manca. Diliberto non lo capisce ancora, ma i DS l'hanno capito da mo. Pensa che Napolitano fa parte da tempo del CFR (Council of Foreign Relations) che fa il paio con Bilderberg e Trilateral Commission (Rockefeller). T'e' capi' che comunisti? Noi pensiamo che siano cambiati loro, invece sono cambiai quegli altri.

Zag: allora, adesso che lo sai, sostieni Bush? Non suggerire troppo, che in Svezia sono piu' veloci del lampo. :-)

Giorgio: lasciamo che la "guerra tra i sessi" la facciano le virago al "maschio prevaricatore". Provette per tutte... e vediamo come va a finire.

Zag: sono d'accordo sui pendagli ornamentali.

Anonimo ha detto...

"Zag: allora, adesso che lo sai, sostieni Bush? Non suggerire troppo, che in Svezia sono piu' veloci del lampo. :-)"

Gli svedesi sono unici, inimitabili e lontani.

"Zag: sono d'accordo sui pendagli ornamentali"

Non avevo dubbi

Zag

Politicrack ha detto...

Sempre meglio il menscevismo pero'...
Politicrack

Anonimo ha detto...

Buon Natale,Sauro.
E se non lo festeggi, buon Natale lo stesso :-)

Stella

Vexillarivs ha detto...

Ma non ci potevano mettere una leonessa?

Se le donne vogliono disperatamente la parità dei sessi è solo perchè dimostrano di non sentirsi uguali al "maschio" (rara bestia in estinzione ma ancora nessuno se ne è accorto) e con ciò rinnegano la loro natura (si arriverà ad una società di lesbiche e froci, se non crolla tutto prima, cosa che ardentemente mi auguro!).
Penso che non si debba rinnegare se stessi (trans) oppure protestare per qualcosa che "lede" gli pseudodiritti individuali(soldatesse appunto) ma accettare e valorizzare il proprio essere; corpo e mente.
La negazone non crea, è l'affermazione che è rivoluzionaria.

Lo PseudoSauro ha detto...

Politicrack: meglio il menscevismo di sicuro, ma perche' non una bella "rifondazione nazionalsocialista"? :-)

Stella: auguri a te e un abbraccio per il Santo Natale. Come vedi, non mi offendo. :-)

Vexillarius: gia'. Ma se le donne sono meno di 200 su di un totale di 2.500, la "leonessa" chi rappresenta? Da che mondo e' mondo queste operazioni hanno per obiettivo la neutralizzazione degli eserciti attraverso l'iniezione dei conflitti sociali ove e' necessaria la massima coesione, spesso forzata. Anche per quanto riguarda i "gay", naturalmente. Il fatto che negli eserciti ci siano sempre stati anche ottimi soldati omosessuali, e' cosa ben diversa dall'inserirvi a forza intere categorie di "diversamente fornicanti". Io dico che lo sfascio europeo avvantaggia qualcun altro. Del resto, la prova del nove e' semplice e sicura.

Vexillarivs ha detto...

Senza dubbio...come forzata è la convivenza di Cittadini con extracomunitari che non si comportano (e non si comporteranno) come abitanti comunitari del suolo che calpestano e che non rispettano. L'ospite ha tutti i diritti che gli spettano finchè non oltraggia l'ospitante e la sua casa. Che poi noi italiani non siamo l'emblema del Cittadino questo è un altro problema...
Lo sfascio europeo è causato dai leoni castrati e dalle masse senza testa. Chi trarrà vantaggio dall'appiattimento sociale sarà il mediocre e il comunista dai guanti bianchi.

La Leonessa voleva essere solo una piccola provocazione poichè la democrazia (che dilaga ovunque) da sempre ragione alle minoranze...

Buon Solstizio a tutti!

Domenicotis ha detto...

Ok è tutto chiaro: sono spacciato :-)

marnie4 ha detto...

Tutto si fa pur di lasciarci disarmati anche in un simbolo.
Secondo me la colpa non è di chi ha rivendicato una assurda parità di sesso, ma di chi ha proceduto, a cuor leggero, alle amputazioni del leone.
Alle soldatesse, se non stava bene un animale maschio, nello scudetto cucito sulla manica dell'uniforme, avrebbero potuto chiedere di fare uno scudetto con altro animale che le rappresentasse. Chissà, forse il gufo o la civetta? da cucire sulla manica delle loro uniformi. Io le avrei accontentate così.
Per la pretestuosa parità del sessi, dovrebbero anche chiedere caserme per femmine e caserme per maschi, secondo logica.
Il commento più azzeccato al riguardo, è quello del blog militare americano: «Un leone castrato, il giusto simbolo per la (in)difesa europea».

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.