Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

04 novembre 2007

Non te l'avevo detto?

Che finiva a schifio? Che l'assenza dello Stato porta inevitabilmente i cittadini a farsi "giustizia" da se'? E sai come finira'? Che gli "xenofobi" nostrani verranno arrestati. Che la Polizia di Stato continuera' a latitare nelle zone a rischio. Che queste si estenderanno ulteriormente. Che la maggior parte dei cittadini si lascera' prendere dal torpore sovietico e che l'altra parte si dedichera' alla Resistenza. Gia'... quella "resistenza" tanto celebrata dal regime antifascista. Quella che i fascisti chiamavano, e con ragione, "terrorismo", tanto per sottolineare la dipendenza del termine da chi detiene il Potere.

Si nota l' "ottimo" editoriale di M. Giordano su Il Giornale che evidenzia ulteriormente un fatto: tra destra e sinistra, pseudo-istituzionali, non v'e' alcuna differenza. L'effetto della sostituzione della direzione del quotidiano si fa gia' sentire. Difficilmente da Belpietro si sarebbe potuto leggere qualcosa di simile. E Il Giornale e' indiscutibilmente proprieta' della famiglia Berlusconi. Chiaro? Il "razzismo fa schifo", dice il Direttore. Insomma: i criminali sono gl'italiani, nonostante muoiano ormai come le mosche sotto l'aggressione allogena; nonostante vivano blindati in casa da anni; nonostante ricevano aperte minacce ogni giorno per strada da chi sa di non poter essere punito. Il "razzismo" non e' quello di chi uccide atrocemente, come negli innumerevoli casi di criminalita' allogena; e' quello degli "sprangatori" nostrani. Ancora una volta "lo straniero" e' legittimato nel suo agire e l'autoctono condannato nel suo reagire. Perche? Perche' l'ideale "europeista" e' un dogma intoccabile a sinistra come a destra. Perche' la "casa comune europea" piace un po' a tutti i politici, in barba ai popoli rappresentati. Perche' il comunismo e' nel DNA di tutta la societa' europea, anche se questa non ne e' del tutto consapevole.

E' necessario un completo ricambio della classe politica. Un azzeramento totale di tutta la classe dirigente europea che, quando non e' semplicemente incapace, lavora solo per l'instaurazione di una nuova ideologia e dei popoli rappresentati se ne fotte. Democrazia Diretta. Per salvare il salvabile e ripristinare il legittimo diritto alla Proprieta' che e' un principio eminentemente liberale; senza il quale crollano gli Stati e con essi il Diritto che e' il loro fondamento; quel Diritto che discende dal Patto sociale che i cittadini liberamente sottoscrivono sacrificando al bene comune una parte della loro liberta' individuale. In Europa non vige il Fascismo... vige il Comunismo. Mettitelo nella zucca. Quando Berlusconi tornera' al governo cambiera' poco o nulla. Non farti illusioni.

58 commenti:

Anonimo ha detto...

Dice Cossiga, che è pazzoide ma la sa lunga, che chi parla ora lo fa per prendere voti.
C'è un tal politico che ci ha tenuto, con fare predatorio, a recarsi sul luogo del delitto col suo ombrellino tricolore.
Il giorno dopo alcuni soggetti non identificati vanno a sprangare quattro ubriaconi rumeni, bel coraggio veramente un operazione ardita, e lasciano una firma riconducibile non al partito certo ma alla parte politica estrema del politico con l'ombrellino.
Ci sono stati tanti errori inquesta storia come quello di Veltroni di decidersi solo dopo l'omicidio della Reggiani ad eliminare le baraccopoli, come quello delle forze dell'ordine o meglio di chi le comanda a lasciare le zone periferiche indisturbate per così dire. Ma da qui a lanciare unaguerra santa contro lo straniero ne passa.

Zagazig

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: il tuo commento e' un inno alla "perversione" comunista. E Migliore che va a trovare il romeno in carcere? Quando a sprangare siete voi e' "vigilanza democratica", ma quando sono altri si tratta di razzismo. Eppure l'ho scritto parecchio tempo fa: si poteva evitare tutto questo. Voi l'avete voluto e la pseudo-destra non ha saputo/voluto impedirvelo. Ora siamo in ballo, dunque, balliamo. Non pensare che la tua opinione sia molto condivisa, almeno in Italia... e non siamo che all'inizio.

Anonimo ha detto...

Non ho seguito Migliore..e non lo capisco fino in fondo se è vero quel che mi dici.
Per me gli sprangatori sono tutti dei violenti deficienti.
Ne tu ne io passiamo le serate così.
Chi le condivde le mie opinioni?..:-)..quasi nessuno..ma la tua previsione mi sembra più una speranza che una profezia.
:-DDD

zAG

Nessie ha detto...

Eh sì che l'avevi detto. Due minuti fa. Non ci vuole, sinceramente, la sfera di cristallo o la cornucopia di Mago Merlino per capirlo. La verità è che abbiamo degli ottusi reiterati per amministratori. Come ottusi sono i loro supporter. Ma che stiano attenti: i prossimi a essere presi di mira saranno proprio loro: quelli che ci mettono in questi casini. La Romania ha poco da ammonire sul rischio razzismo.Sappiamo bene che nemmeno loro li tollerano i campi nomadi. In realtà si vede lontano un miglio che chi parla è il ventriloquo del duo Prodi-Amato. Da "socialisti a socialisti".

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
andrea ha detto...

non ci sono dubbi.la mancanza di vigilanza e di sicurezza genera mostri.
personalmente sarei d'accordo a lasciare l'assassino della signora reggiani nelle mani del marito.ma non capisco che senso abbia sprangare dei romeni.è semplice ed inutile vendetta.
Andrea

Lo PseudoSauro ha detto...

Andrea: forse ti sfugge che i morti ammazzati sono solo italiani (per il momento).

Che le spranghe che hanno accarezzate le teste di questi gentiluomini, i loro connazionali le hanno ficcate nella vagina di una donna di fronte al marito: morti entrambi.

Hai qualche elemento per dire che hanno presi due o tre rumeni a caso? Io ho saputo che quelli che stazionavano da LIDL erano gli stessi che minacciavano (di morte) i residenti, li deridevano e facevano si' che i piu' deboli si tappassero in casa dalle 7 di mattina.

Nessuno e' morto e la situazione e' cambiata. Molti gentiluomini hanno preso il pulmann per Bucaresti solo dopo che la "tigre della reazione" ha emesso un tenue miagolio. Se torneranno sara' anche peggio, cominciano a capirlo tutti i delinquenti di ogni nazionalita' che la vostra politica ci ha messi in casa. se il governo preferira' arrestare gli autoctoni sara' trattato pure peggio. E' un fatto di mera e semplice Giustizia. Se non la fa lo Stato la fa qualcun altro.

andrea ha detto...

non mi sfugge ma non mi sembra un grande primato.tu pensi che ora cesseranno le violenze dei rumeni?beato te,come sei ottimista.
tu hai elementi per dire che quei rumeni sprangati,oltre ad essere connazionali degli stupratori abbiano avuto qualche ruolo nell'uso improprio delle spranghe?
oltre a "io ho saputo",tu hai elementi veri?quello che voglio dire è che vorrei una politica repressiva seria e non fai da te.soprattutto per la tutela dei piu' deboli,perchè non è una roba facile andare a sprangare qualcuno,anche se è un delinquente.
comunque la svolta squadrista contro i supporters non mi va giu'.è una roba pessima

Anonimo ha detto...

Siamo alle comiche

TORINO - Un cittadino romeno e' stato picchiato dagli avventori di un locale, dopo essere fuggito nel tentativo di non pagare il conto. E' successo a Torino nello scorso week-end. Il romeno e' stato inseguito e poi preso a botte da un italiano, da un albanese e da un altro romeno che avevano assistito alla scena all'interno del locale. I tre sono poi stati arrestati dalla Polizia, chiamata dal gestore del ristorante.

Zagazig

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
andreaxzag ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

..agli autori di siffatti gesti ho giust'appunto dedicato un post per esaltarne le gesta eroiche

Zagazig

Lo PseudoSauro ha detto...

Ragazzi. questo non e' il portale di Libero, onde per cui, non vi allargate troppo. Se Lontana e' disposta a sopportare i vostri sproloqui, io non lo sono. Se v'interessa l'argomento parlatene, se no, nessuno vi trattiene.

Qui le sprangate le abbiamo prese da quelli come voi, quindi non fate tanto le verginelle. In ogni caso ora le parti andranno invertite, non foss'altro per varieta'.

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: la follia e' inzeppare una nazione piccola come l'Italia di stranieri e pretendere che tutti vivano felici e contenti. Soprattutto dopo gli efferati delitti che abbiamo elencato mille volte. Nessuno di noi ha voluto questi sviluppi. Lo ricordi che l'avevo scritto quasi 2 anni fa?

Lo PseudoSauro ha detto...

Leggi bene: "un cittadino rumeno e' stato picchiato da un italiano, un albanese ed un altro rumeno". Sei prevenuto, ma vedrai che capitera' di peggio e l'avrete voluto voi.

Lo PseudoSauro ha detto...

Andrea: le violenze non cesseranno, sono appena iniziate... credi che sia felice e contento? Sono 2 anni che perdo tempo per farvi capire che poi si arriva a questo punto, ma voi sempre li' con la xenofobia. In ogni caso i morti sono ancora tutti italiani, quindi non siamo nemmeno vicini al pareggio. Difendi la tua gente che cosi' qualcuno ti difendera' quando sara' il momento. Fatti furbo.

Lo PseudoSauro ha detto...

Piccola chiosa: tra noi c'e' gente che e' andata in Romania per combattere Ceausescu (comunista come voi). Quindi figuratevi quanto siamo nemici dei rumeni... poi ci sono i (pochi in verita') fascisti veri e propri che hanno vissuta una vita nel mito della Guardia di ferro di Codreanu, altri che hanno letto quel genio di Eliade e che stimano la cultura rumena e la reputano molto affine alla nostra... e poi ce ne sono altri che hanno un congiunto rumeno. Comunque nessuno e' cosi imbecille da non capire che se i romeni che vengono in Italia sono delinquenti, vanno trattati come tali. E' evidente che chi non conosce la storia e' portato a fare di tutt'erbe un fascio. Si poteva prevedere tutto questo: l'ho detto mille volte.

Polis ha detto...

quando lo Stato è Assente, i cittadini si fanno sempre giustizia da soli e dettano le proprie regole.
Il Fascismo è nato così.

Anonimo ha detto...

"Che le spranghe che hanno accarezzate le teste di questi gentiluomini, i loro connazionali le hanno ficcate nella vagina di una donna di fronte al marito: morti entrambi."

Esatto.
E non gliene e' fregato un beato cazzo a nessuno. Forse perche' non era Roma? Brutto da dirsi,ma e' cosi'.

Stella

Nessie ha detto...

Esatto Stella. E quel poveraccio del presidente della Provincia di Treviso, ha chiesto invano di essere ricevuto da Prodi e da Amato per potenziare forze dell'ordine, non è nemmeno stato ricevuto.
Poi comunque non possiamo mica creare uno "stato di polizia"? E' chiaro che il problema è a monte. E cioè negli ingressi che vanno selettivamente contabilizzati.

Lo PseudoSauro ha detto...

Polis: infatti il fascismo ha risolti quei problemi, anche se poi ne ha creati altri. Le priorita' vanno e vengono.

Lo PseudoSauro ha detto...

Stella: e' incontestabile che se la vita di uno straniero vale piu' di quella di un italiano, la vita di un romano vale piu' di quella di un milanese.

Anonimo ha detto...

Ancora una volta gli italiani sono un popolo sotto tutela e su questo caso gronda l'ipocrisia di giornalisti e politici.
Tutti quanti, ma soprattutto gli ex, post e vetero comunisti manifestano il peggiore disprezzo per il popolo che
pretendono di rappresentare, preoccupandosi soprattutto di diffidare e condannare preventivamente gli italiani che dovessero accigliarsi nei confronti di immigrati "facendo di tutta l'erba un fascio", considerandoli incapaci di distinguere il bene dal male, gli immigrati onesti da quelli disonesti.
Ci ricordano in continuazione che ci sono immigrati "buoni" e immigrati "cattivi", poi però ci sentiamo spiegare che questi compiono malefatte perchè costretti dalla povertà o dalla discriminazione di cui sono vittime in Italia, quindi sarebbero da giustificare: se ne dovrebbe dedurre che TUTTI sono da considerare potenzialmente crimiali?
Per non dire che a me hanno insegnato che una persona onesta resta tale anche in condizione di difficoltà: forse che gli stranieri hanno una sensibiltà diversa?
Se non è razzismo questo...
A parte che comunque non si capisce perchè ogni furto sia corredato da ogni tipo violenza gratuita.

Però se gli immigrati possono essere giustificati dalle pessime condizioni di vita, gli italiani
esasperati dalle notizie quotidiane di decomposizione della nostra società sottoposta a trasformazioni
epocali, dalla impotenza delle forze dell'ordine e dall'ignavia dei poltici che pensano solo alle
proprie posizioni di potere, ebbene se qualcuno si arrabbia e passa a reagire alla violenza con
la violenza ebbeno no, sono assolutamente da condannare, sono razzisti, sono squadristi, "non hanno alibi" eccetera.
Come se tutto questo non fosse stato già abbondantemente previsto, e la furia di certi italiani non fosse l'esito di
ANNI E ANNI di degenerazione della situazione, mentre politici e giornalisti scoprono solo adesso che esiste una "tigre in gabbia" che potrebbe uscire fuori all'improvviso e che è necessario tenere a bada.
Per forza!
Questi violenti (dai quali non perdo tempo a prendere le distanze e bla bla bla, e se qualche tonto ha orecchie per FRAINTENDERE, FRAINTENDA), dimostrano, un po' come il Vaffa day, che la gente non è completamente anestetizzata, e che in verità vorrebbero prendersela coi governanti stessi che hanno permesso tutto questo, i quali se sono unanimi nel tenere a bada le reazioni degli italiani è perchè conoscono le proprie responsabilità e temono che possa toccare a loro!!!
E scusate la lunghezza del commento...

Antieuropeo

Lo PseudoSauro ha detto...

Nessie: infatti intendevo proprio questo. Chissa' che non lo facciano apposta per creare uno Stato di Polizia...

Anonimo ha detto...

Non sono d'accordo e non mi dilungo
:-)
Passera' anche quest ainfiammazione. Io la penso cosi'.
Pace e bene.

Zag

Elly ha detto...

Ancora una volta "lo straniero" e' legittimato nel suo agire e l'autoctono condannato nel suo reagire.

Non so perchè ma a momenti mi aspettavo un post del genere da te.

Nessie ha detto...

Antieuropeo, ti sarai dilungato, ma hai scritto cose veritiere e sacrosante. La xenofilia è il miglior veicolo per la xenofobia. Direi che ne è la causa principale. Nessun figlio accetterebbe dalla propria madre, che l'ultimo ospite nuovo arrivato venisse trattato meglio del figlio. I veri razzisti sono loro che ci trattano a pesci in faccia e a pedate nel culo. E la riprova di quanto siano razzisti è il Nord. Due poveri anziani coniugi, i Pellicciardi, custodi di una villa, massacrati barbaramente e con ferocia inaudita a Gorgo di Treviso da un romeno e un albanese. Ma quando si è trattato di Roma, si è arrivati a cambiare un ddl in decreto-legge nel giro di 24 ore. Se il sacrificio della signora Giovanna Reggiani avrà avuto il risultato di calmierare questo sfacelo con leggi più rigide, non sarà stato vano e ne siamo tutti paghi. Ma temo che si sia fatta, ancora un a volta, solo un'operazione di immagine pseudo- efficientistica, perchè quanto accade a Roma ha un impatto mediatico superiore nel mondo, di quanto succede quasi ogni giorno nelle province del Nord-Italia.
E se questo non è razzismo e doppiopesismo, vorrei sapere cos'altro è. Il sindaco di Treviso e il suo presidente della Provincia, non sono nemmeno stati ricevuti da Lorsignori! Non mi stancherò di ripeterlo.

Lo PseudoSauro ha detto...

AntiEUropeo: bentornato, granitico e volitivo :-) Il tuo ragionamento non fa un a grinza, come al solito.

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: mi dispiace, soprattutto perche' mi sembri una persona sensibile e intelligente. Io non me la sento di fare l' "effetto collaterale" per l'instaurazione del Nuovo Ordine Mondiale... Che lo faccia il governo, se gli piace tanto.

Lo PseudoSauro ha detto...

Elly: evidentemente siamo in piuttosto in sintonia :-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Nessie: mi hai fatto venire in mente la questione biblica di Esau' e il diritto di primogenitura...

Anonimo ha detto...

@Antieuropeo


"manifestano il peggiore disprezzo per il popolo che
pretendono di rappresentare"

questo lo dici tu...e di certo quelli con la croce celtica lo rappresentano ancora di meno.

"considerandoli incapaci di distinguere il bene dal male, gli immigrati onesti da quelli disonesti"

...a Roma e' gia' successo, almeno di supporre che quel negoziante rumeno in realta' fosse un pericoloso boss...o che ubriacarsi sia diventato reato.

"Ci ricordano in continuazione che ci sono immigrati "buoni" e immigrati "cattivi" "

..non ci dovrebbe essere bisogno.
All'estero sono riusciti a capire che ci sono mafiosi e italiani onesti. Senza troppe spiegazioni.


"poi però ci sentiamo spiegare che questi compiono malefatte perchè costretti dalla povertà o dalla discriminazione di cui sono vittime in Italia"

mi riporti la dichiarazione di qualche leader politico o giornalista che la butta in questi termini?


"se qualcuno si arrabbia e passa a reagire alla violenza con
la violenza ebbeno no, sono assolutamente da condannare, sono razzisti, sono squadristi, "non hanno alibi" eccetera"

nei fatti non e' 'qualcuno' ma i soliti gruppetti di fascistelli con tanto di firma che gia' normalmente si esercitano in 'eroiche' azioni del genere.
Mi sembra ingiusto attribuire la reazione chiamiamola cosi' di uno specifico e noto gruppetto di estrema destra con alcuni italiani manco fossimo tutti a casa con la testa di Mussolini nel salone.


"ebbene se qualcuno si arrabbia e passa a reagire alla violenza con
la violenza ebbeno no, sono assolutamente da condannare, sono razzisti, sono squadristi, "non hanno alibi" eccetera"

come sopra. La violenza e' da condannare sempre a meno che si tratti di legittima difesa.
Senza interpretazioni troppo libere e fantasiose.



"come il Vaffa day, che la gente non è completamente anestetizzata, e che in verità vorrebbero prendersela coi governanti stessi che hanno permesso tutto questo, i quali se sono unanimi nel tenere a bada le reazioni degli italiani è perchè conoscono le proprie responsabilità e temono che possa"

in effetti Grillo e populista quanto un Fini o un Casini.
Ma mettere il suo 'popolo' insieme agli squadristi romani e' una stroppiatura della verita'.
Quantomeno perche' e' riconosciuto che gran parte del popolo grillino e' costituito da sinistri delusi.

Insomma per Anti sei molto superficiale..e populista.

Zag

Anonimo ha detto...

per Anti = per me Anti

Zag

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: s'era capito che a te non piacciono le croci celtiche... e agli altri non vanno le falci e martello: non siamo in "democrazia"? Quando dici che "quelli con la croce celtica lo rappresentano ancora di meno.", a proposito del popolo italiano, ti sfugge il dettaglio che anche il peggiore tra i fascisti e' un fanatico della propria nazione, mentre per voi il concetto di nazione semplicemente non esiste. Voi rappresentate il Proletariato, non il Popolo italiano, non giriamo la frittata. Se intendi che quelli con la croce celtica sono indegni di essere italiani, mi devi dimostrare che hanno fatto per l'Italia quelli con la falce e martello. La Resistenza? Bene, adesso la fanno quegli altri che sono 4 gatti esattamente come li erano i partigiani nel '45. Vedi che i "resistenti" vi stanno bene solo quando sono stranieri? Panta rei.

andrea ha detto...

senti sauro,quando imparerari che una discussione comprende domanda e risposta e non soltanto i tuoi sproloqui,discuteremo.nel frattempo puoi andare a farti fottere.

andrea ha detto...

quanto sei furbo sauro,ma non è una questione di gusti...certo che siamo in democrazia.ma non stiamo parlando di bandiere,qui si parla di RIVENDICAZIONI.se una croce celtica la trovi in un posto bruciato e saccheggiato,non è piu' una questione di democrazia.idem dicasi per un volantino con falce e martello nel luogo di un attentato.uno che fa un attentato,a me non mi rappresenta,che sia fascista o comunista,li ritengo entrambi indegni.spero che tu stia scherzando quando dici che quattro fanatici stanno facendo la resistenza.scusami,ma tu mi accusi di comunismo senza prove.io ti accuso di follia con prove che mi fornisci tu...sauro,non è possibile parlare con te,ci consideri tutti complici di stalin.

Anonimo ha detto...

Consentimi Sauro...vero che panta rei...ma in questo Paese i fascisti continauano a essere fuorilegge. I comunisti no.
Dura lex, sed lex.
Poi la resistenza a colpi di sprangate ad ubriaconi o ad attentati a innocenti negozianti mi sembra una cosa risibile.

Zagazig

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: vorra' dire che vi metteremo fuori legge alla prossima: contento? :-)

Anonimo ha detto...

Rispondo solo ora che per commentare devo farlo da un internet point.

@ Pseudo e Nessie
In verità non sono proprio un tipo granitico e volitivo, il mio è stato uno sfogo ma ho scritto quello che penso.

@Zag,
certo io esprimo solo le mie opinioni, è il comunismo che da sempre pretende di interpretare pienamente la volontà
del popolo.
Ed io non sono d'accordo, e ovviamente anche questa è solo la mia opinione :)

E non dico che quelli con la croce celtica rappresentino gli italiani: sono un segnale.
Le mie opinioni di solito sono piuttosto semplici e potrebbero essere definite populiste: e allora?
A parte che temo comincino ad essere idee piuttosto diffuse, sono ben altri quelli che dovrebbero averne di sofisticate
e sarebbero i signori presenti in parlamento e nelle varie istituzioni.

Perchè secondo me la questione è la seguente:
a nessuno di noi piace la violenza nelle strade, da qualunque parte provenga, così come nessuno si compiace dei vigilantes in giro per le città,
o che degli innocenti vengano bastonati perchè stranieri.
Ma se lo stato abdica alle proprie funzioni spunta per forza fuori qualcuno che pensa di potere/dovere fare da solo.
Certo che ogni violenza deve essere sempre condannata, certo che non ci dovrebbe essere bisogno di specificare ogni volta
...che ci sono immigrati "buoni" e immigrati "cattivi"...
non ce ne sarebbe bisogno se non fossimo ad una situazione già esasperata.
Ma è un fatto che ci siamo arrivati: di chi è la colpa?
E a questo punto ci siamo arrivati non perchè ci sia un fascismo o razzismo strisciante come si legge su giornali e ci si sente predicare,
ma perchè a questo ci ha portato chi guida il paese, per dolo, per omissione, per stupidità o ideologia.
Non mi piace che ci sia un comico che fa il Savonarola fustigando in pubblica piazza i politici, o che gli atti di violenza
vengano strumentalizzati per raccogliere voti, o che le notti perfino di piccole città di provincia siano insicure come
il Bronx, o che gente viva stipata in baraccopoli manco fossimo alla periferia di Nairobi, o che un giorno un sindaco si svegli
e decida di raderle al suolo.
Se tu sbatti una bottiglia di gassosa prima o poi il tappo salta: magari hai ragione tu e tra un po' si sgonfia tutto, e
comunque sono fiducioso che le cose possano ancora migliorare.
Intanto gli italiani sono cornuti e mazziati: subiscono violenze e devono stare zitti.
Idem gli immigrati onesti, che faticano e subiscono la rabbia per colpa dei disonesti: va bene così?

Ma almeno un vaffa liberatorio a TUTTI i rumeni e a TUTTI gli immigrati magari farebbe sentire meglio molta gente.
Però no: non dobbiamo cedere nemmeno di un millimetro a nessun tipo di tentazione xenofoba.

Mah altra lenzuolata, ho scritto tutta 'sta roba, spero abbia un senso compiuto: facevo prima a fare un post!
Adesso vado a casa, domattina leggerò eventuali aggiornamenti.

P.S.
A proposito dei Grillini: ch'io sappia tra i fascisti c'erano un sacco di sinistri delusi, per primo Mussolini. ;)

Lo PseudoSauro ha detto...

P.S.
fino nella ex URSS nazisti e comunisti possono costituirsi in partito politico. Non sara' che la nostra "democrazia" e' peggio della "dittatura" di Putin? Tu che sei per il libero burqa in libero Stato e poi mi plaudi alla legge Mancino, mi dai l'impressione di avere le idee poco chiare. La verita' e' che i fascisti sono gli unici avversari che vi hanno dato filo da torcere e voi non sopportate molto la concorrenza. Ma siccome vi siete convertiti al libero mercato vi dovrete cuccare pure loro. :-)

Lo PseudoSauro ha detto...

AntiEUropeo: sono abbastanza d'accordo, ma mi preme diprecisare un punto o due:

1) Quando lo Stato non controlla il territorio non e' piu' Stato.

2) Quando uno Stato che non controlla il territorio pretende che non lo facciano nemmeno i cittadini (e li persegue al posto dei delinquenti) e' una dittatura, e di quelle piu' abbiette pure.

Sottolineo il fatto che l'esigenza di Giustizia e' innata in ogni essere umano e che qualunque forma di giustizia e' meglio della sua assenza. Noi paghiamo le tasse anche per avere Giustizia, se poi dovessimo amministrarcela da soli e rischiare di essere arrestati, dovremmo giustiziare i nostri governi, piu' che gli immigrati. Ovviamente la macchina della giustizia di qualunque Stato e' piu' perfezionata di quella fai da te, ecco perche' e' anche piu' conveniente, ma se la magistratura si occupa di politica non le rimane piu' il tempo per fare altro.

Noi eleggiamo dei governi perche' prevedano. Io, che sono l'ultimo stronzo, lo scrivo dal 2003 che poi finisce in giustizia sommaria; e questi einstein non c'arrivano a capirlo? Ora abbiamo oltre 6 milioni di immigrati e un numero imprecisato di clandestini, ma siccome "uno stato moderno non puo' nemmeno pensare ad espulsioni di massa" (Amato) ce li dovremmo tenere o spedirli a casa loro uno alla volta... pero' il perche' lo "stato moderno" possa dare l'avvio a immigrazioni di massa e non ad espulsioni di massa e' un mistero che la mia povera testa di sauro non riesce a risolvere. aspetta che ci penso... non sara' per Aushwitz, per caso? Ecco il problema. :-)

Anonimo ha detto...

Veid Antieuropeo tu sei incazzato ma anche per te vale quello che io so di Sauro.
Siete brave persone-e non fareste mai quello che fanno alcuni.
Questo mi basta perchè cmq io confodo più nelle persone ch enelle idee.

Zag

ArabaFenice ha detto...

Molti pensano che dovremmo limitarci a espellere chi ha compiuto reati come omicidi, rapine, ecc.
IO dico che dovremmo espellere chi conduce uno stile di vita non conforme ai principi della nostra Repubblica, che ricordo, è fondata sul lavoro. Per me andrebbero estromessi tutti coloro che vivono di accattonaggio perché NON VOGLIONO lavorare, tutti coloro che non mandano i bambini a scuola, tutti coloro che vivono in baraccopoli che nuociono al decoro delle nostre città.
Tutti fuori. Indipendentemente dal fatto che siano rom romeni o rom slavi o rom di qualsiasi altra parte del mondo.
A questo siamo arrivati perché ogni qualvolta si è sollevato il problema di una immigrazione scellerata perché non controllata si è alzato il muro di chi subito parla (a sproposito) di razzismo.
E la tradizione di sinistra va a braccetto con questo background culturale ottuso.
Le generalizzazioni le fanno loro con il loro garantismo ad oltranza.
Io invece non sono razzista: so distinguere da una badante rumena che si guadagna la pagnotta e a cui va tutta la mia stima e rispetto da un porco che campa dalla sfruttamento di un bambino gettato per strada a chiedere l'elemosina.

Aldo ha detto...

Araba Fenice: "[...] l muro di chi subito parla (a sproposito) di razzismo."

Quel "a sproposito" capita quanto mai a proposito. "Razzismo" è, nei fatti, uno dei termini più abusati e distorti degli ultimi tempi. Di fatto, assistiamo all'ennesimo caso di un semplice lemma trasformato in arma di formazione e disinformazione di massa (leggi: propaganda e manipolazione sociale).

Il peggio è che spesso, ai vertici, chi lo usa a sproposito sa esattamente cosa sta facendo. L'ignoranza non è una scusa plausibile, in quei casi. Dunque, esclusa l'ignoranza non resta che la malafede strumentale che, esercitata da quelle posizioni, suona molto come un tradimento del proprio ruolo (teorico) di rappresentate del popolo.

Il razzismo è sicuramente da condannare, purché sia razzismo vero. E, diciamocelo, non è che mi capiti di vedere dilagare molto razzismo vero dalle mie parti (non più delle solite forme croniche di sempre): a crescere è l'intolleranza, dovuta a una più che motivata esasperazione.

Su quelle che ritengo essere le cause profonde alla radice di quell'esasperazione mi sono più volte dilungato, per cui mi sembra inutile ripetermi. Se non le conoscete, una capatina su oilcrash.com potrebbe essere opportuna.

Anonimo ha detto...

secondo Araba fenice una bella fetta di Napoli e provincia dovrebbe essere espulsa..:-)...Zag

Nessie ha detto...

Sono d'accordo con te, Aldo. La verità è che "razzismo", "xenofobia", "discriminazione" ecc. sono un lessico facente parte di quelle coercizioni "soft" delle strutture e delle comunicazioni di massa (i famosi "mainstreams"). Gli organismi sovrannazionali come L'ONU, l'UE, la corte di Strasburgo, dell'Aja, stabiliscono per gli stati singoli ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Essi si assumono il controllo dell'etica. Ovvero della possibilità di stabilire ciò che è political correct, annullando nel contempo il senso di appartenenza ad altre scale di valori e criminalizzando ogni dissenso fino a creare "reati d'opinione" e mandati d'arresto europei.

Lo PseudoSauro ha detto...

Arabafenice: Aldo ha gia' scritto meglio di me su razzismo, xenofobia e similari insulti che ognuno fa precedere ai propri discorsi onde essere accettato. Il che, comunque, non basta mai. Se dici che di stranieri ce n'e' troppi ti becchi di razzista, siano 6 milioni o siano 60. Sarai sempre e comunque razzista ogniqualvolta dubiterai della politica immigratoria in UE. Fra un po' potresti pure essere arrestata. Un rischio che non corri, evidentemente. :-) Benvenuta.

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: magari col federalismo si risolve anche il problema di Napoli. :-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Aldo: grazie per l'aiuto. Io non so piu' come spiegarlo. Ho parlato del razzismo dal punto di vista politico, sociologico, biologico, etnologico... non mi riesce piu' di ripetermi, oppure non ne ho semplicemente piu' voglia.

Lo PseudoSauro ha detto...

Nessie: appunto. E' una legge morale che vale ovunque in barba alle leggi materiali dei singoli Stati. Uno "stato razzista" e' quello costituito da una sola etnia, anche se non fa male a una mosca. Questa pratica e' molto utile a diffondere le varie libere circolazioni e il socialismo internazionale ne approfitta parassitariamente.

ArabaFenice ha detto...

"secondo Araba fenice una bella fetta di Napoli e provincia dovrebbe essere espulsa"

a parte il fatto che la frase di zag mi suona fra le più razziste che abbia mai letto, è chiaro che la deliquenza nostrana non la possiamo esportare... ma che vada nel luogo che ad essa compete: nelle patrie galere!

Anonimo ha detto...

la frase di zag nasce dalla conoscenza dei posti..in quanto zag e' terrone..quindi teoricamente razzista-masochista..:-)...la considerazione di araba mi sembra, potrei sbagliare, nasce dal non essere mai stata in quel di Napoli e forse di non considerarla manco Italia.
Cmq la mia era una battuta.
Ci vuole senso dell'houmor di tanto in tanto.

ZAG

Anonimo ha detto...

..matooo' ce cosa..di Giovinazzo sei...!!!??

Zag

ArabaFenice ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ArabaFenice ha detto...

.matooo' ce cosa..di Giovinazzo sei...!!!??"

E' un'altra affermazione razzista?
:-P

Comq a Napoli ci sono stata spessissimo.
Dai, non cadiamo in banalità. Generalizzando il discorso, non è razzista ipotizzare, sulla base della conoscenza di un luogo e di un certo campione di popolazione, che ci sia un certo andazzo. Quando ho detto che "è la frase più razzista che abbia mai sentito" non lo pensavo davvero ma ho voluto giudicare le tue parole con il metro che viene utilizzato da chi sostiene il garantismo ad oltranza per gli immigrati, senza ma e senza se.
Per esempio 10 calabresi su 10 che conosco io vivono di assistenza, di false invalidità, di pensioni da bracciante agricolo senza aver mai lavorato. Spero non ci sia bisogno di dire che questo non è sufficiente a generalizzare e a diffidare di tutti di Calabresi tra cui ci saranno persone oneste e squisite. Ma probabilmente è sufficiente ad ipotizzare che la pretesa di vivere sulle spalle degli altri sia opinione piuttosto diffusa in calabria (per motivi storici, sociali, culturale, boh... non so per quale motivo, ma ce ne sarà sicuramente uno...). Io ci vivo al Sud e so che qui la coscienza civile non è matura in tutta la popolazione. NOn ho interesse a dirlo ma non posso negarlo. Io cerco di fare il mio dovere di cittadina e non mi meraviglio se quelli del nord ogni tanto si incazzano e ce l'hanno con noi. Per tanti versi hanno ragione anche se a volte si sbagliano i toni. Anzi, proprio perché mi sento danneggiata come persona del Sud, e come Italiana da chi campa di piccoli e grandi imbrogli ai danni dello Stato, vorrei che la nostra società avesse regole più severe e sistemi di controllo e punizione più efficaci. Credo che così la pensi anche il bravo rumeno che gestisce un ristorante e si vede danneggiato a vario titolo dai suoi connazionali criminali. Credo che così la pensi anche il bravo marocchino che lavora in fabbrica e non sopporta gli atti criminosi dei suoi connazionali che spacciano droga.
Nessuno è contro l'uomo, di qualunque etnia sia. Si chiede solo meno anarchia: regole più severe, rispetto delle regole, una immigrazione controllata e proporzionale alle nostre risorse.

nuovopatriota ha detto...

Datemi dei fondi, il supporto della Chiesa, 299 crociati, e ci penso io a raddrizzare questo Paese..
SPADA ALZATA!

+nuovopatriota+
[il comunista è un frocio con il ciclo mestruale!]

Anonimo ha detto...

E' un'altra affermazione razzista?
:-P

cierto..agghi statu per tri anni a Misciagni...Misciagni nuestra..suntu cittadino onorario de lu Salientu..e quiddi de Bari suntu come li stranieri.
:-)

p.s. per tre anni ho lavorato anche per la tua salute presso l'omonimo l'Assessorato della Regione Puglia (ai tempi di quel guitto di Fitto).

zAG

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.