Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

23 ottobre 2007

Levi

Le parole sono importanti
Credevate che il cognome piu' diffuso in Italia, fosse Rossi? Una volta, forse, ora e' Levi: da un po' di tempo in qua sembra che si chiamino tutti cosi'.
Un mese di discussioni, gradevoli e meno gradevoli, sulla senatrice, premio Nobel, Levi Montalcini, alla cui eminente figura (ma soprattutto alla salvezza dell'animaccia di Prodi e all'associazione EBRI che rappresenta) tutti devolviamo fior di euri, si scopre che alla Presidenza del Consiglio della Repubblica c'e' un altro signor Levi che di nome fa Ricardo (con una "c" sola), al cui brillante ingegno (anche se senza Nobel alcuno), dovremmo devolvere una quisquilia come la Liberta' d'espressione... Mai avuto nulla a che ridire sugli ebrei, ne' in quanto "etnia", ne' in quanto "minoranza religiosa", ma, osserverei rispettosamente, che per essere solo trentamila, sembrerebbero essere dappertutto. Naturalmente, il dirlo non e' molto igienico, tanto che nessuno s'azzarda nemmeno di sospettare qualcosa di strano, onde non finire nel limbo delle "non persone" che dubitano dei genocidi, che venerano i protocolli, che negano, o affermano, cose di cui e' meglio non occuparsi nel "mondo libero". Nondimeno, dei propri soldi e della propria liberta', dovrebbe pur essere lecito l'ingerirsi, anche a rischio di essere ascritti all'irredimibile ignominia dell'antisemitismo.

Lobbying
Quindi, qualche riflessione a freddo sulla questione del ddl Prodi-Levi, o Levi-Prodi, ma prima una piccola digressione: si e' mai visto un ddl "proposto" dal Presidente del Consiglio in persona? Non mi pare, pertanto deve trattarsi di una questione maledettamente importante.
Se un tale disponesse di un richiedente, un giornalista, un legislatore e magari un magistrato dalla sua parte politica: si potrebbe o no, parlare di lobby? Secondo chi scrive, piu' che di lobby, si tratterebbe di un vero e proprio direttorio. Per una lobby basterebbero un richiedente e un pubblicista reclutati tra le persone influenti, dopodiche' altri strumenti di pressione (prevalentemente finanziaria) provvederebbero a concretizzare la richiesta nei termini desiderati; senza alcuna certezza che cio' potesse avvenire, ben inteso, (nelle democrazie normali esistono intralci che si chiamano "parlamenti", e l'Italia, tanto normale non e'), ma con un buon margine di probabilita' positive. Questo per un lobbying di tipo nord americano, mentre nel caso esposto sopra, il successo dell'iniziativa sarebbe garantito in quanto si tratterebbe di un'entita' in grado di bypassare la democrazia e la sua prima prerogativa, ovvero, la divisione dei poteri. Questa e', a parere di chi scrive, la fattispecie in oggetto: quando cio' che qui viene riportato fosse inequivocabilmente vero, non ci si troverebbe di fronte ad una lobby, ma ad un direttorio. Nulla di cui preoccuparsi, per altro: ci stiamo gia' abituando con la UE, la cui identita' e' ancora una specie di Stele di Rosetta di fronte alla quale non si puo' far altro che genuflettersi senza capire che diavolo significhi.

Web
Ogni volta che si cerca di "regolamentare" il web lo si paragona all'editoria in base all'assunto, semplicistico, che si tratti di parola scritta, fingendo di ignorare che tutti i mezzi telematici piu' popolari (forum, blog, chat), riportano il termine inequivocabile di "discussione". Discussione che, come tale, puo' svolgersi pubblicamente o privatamente a scelta di chi dispone il mezzo. Ovviamente, il regolamentare una discussione, equivale a regolamentare il diritto di parola... il che non dovrebbe aver bisogno di ulteriori approfondimenti. Quindi, le chiacchiere stanno a zero: l'equiparare _tutto_ il web all'editoria e' un'operazione mistificatoria il cui vero obiettivo non puo' essere altro che il controllo e la repressione di una liberta' sancita dalla Carta Costituzionale. Punto e a capo. Questa prassi non rientra nei canoni di uno Stato di Diritto Democratico, e vorrei ben vedere che per "combattere l'antisemitismo" si dovesse vietare a tutti cittadini di una, comunita' nazionale, di potersi esprimere liberamente. Con cio' non s'intende certo la "liberta' di sterminare" chicchessia, ma questa e' una fattispecie giuridica per la quale esiste gia' una normativa piuttosto antica, almeno da Mose' in poi, anche se ultimamente si nota una certa tendenza alla "trasgressione" da parte di certa (?) magistratura. Ergo: Il parlare, cosi' come lo scrivere, non equivalgono all'uccidere, anche se "le parole sono pietre" etc. graziaddio (quello di Gesu' Cristo) abbiamo Codici che sanno distinguere tra l'una e l'altra cosa o, almeno, dovremmo averli ancora da qualche parte.

Alcuni fatti
Ebbene, in data 27 gennaio (giornata della Memoria Ebraica) il Guardasigilli C. Mastella ha tentato di presentare un dl concernente la repressione penale del cosiddetto "negazionismo" dell'Olocausto, trovando, inspiegabilmente, ostacoli in pressoche' tutto il Parlamento e in almeno 100 storici imbufaliti, ma ottenendone il plauso dal solo Riccardo Pacifici; in data 2/10/07 sempre Riccardo Pacifici ... ha rilasciato un'intervista al giornalista, e correligionario, Fabio Perugia, sul quotidiano Il Tempo, circa la proliferazione dell'antisemitismo sul web e, dopo nemmeno un mese, un altro correligionario, ma anche sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, di nome Francesco Ricardo Levi ne propone una regolamentazione con l'alto avallo della Presidenza del Consiglio stessa. Manca solo il Magistrato (magari correligionario) che applichi la nuova legge creando il precedente giuridico per ogni successiva applicazione, ma scommetto che questo Magistrato c'e' gia' ed e' pronto alla bisogna.
Siamo sicuri che il denunciare una simile prassi anomala possa rientrare semplicisticamente nelle fattispecie dell' "antisemitismo" o del "complottismo"? Nondimeno, nemmeno i piu' "liberali" blogger di Tocque-Ville sembrano aver colto il dettaglio che qui si discute, soffermandosi sulla vena illiberale di questo governo e sulla sua inequivocabile tendenza a fare cassa su tutto. Si tratta di distrazione o semplicemente di paura? E se e' paura, di "quale" paura si tratta? Gl'israeliani sono amici, perche' mai si dovrebbe avere paura di loro? L'invocare la legge Mancino (legge sulla quale pende da sempre la spada di Damocle dell'incostituzionalita') e' certo legittimo, ma "forse" non conforme allo status giuridico di una Democrazia compiuta: e' uno stratagemma che rivela da se', come per alcuni la sicurezza degli ebrei in Italia sia piu' importante che non la liberta' degli italiani. Quando un governo nazionale fosse cosi' lesto nel soddisfare le esigenze di una qualunque minoranza (magari straniera e in barba alle norme vigenti), mentre ignorasse le esigenze primarie della maggioranza dei propri cittadini, sarebbe legittimo, o no, il preoccuparsene? E qui ripeto il solito tormentone: dobbiamo essere per forza "antiitaliani" per non sembrare "antisemiti"? Il timore del danno che qualche sciagurato tra noi, potrebbe arrecare ad un ebreo, e' ritenuto condizione sufficiente per reprimere la liberta' d'espressione di tutta la collettivita'? Senza dire del fatto che di questi tempi in Italia sono gli italiani a morire e non gli ebrei.

27 commenti:

Anonimo ha detto...

Io devo essere molto originale se no mi piacciono molte cose di Israele e degli ebrei fanatici americani ma considero al tempo stesso che gli antisemiti di professione sono prossimi alla coglionaggine.
:-)

Zag

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: io sono d'accordo con te, ma ai fanatici ci aggiungerei gli anti-antisemiti, che mi sembrano pure peggio :-) Comunque qui si tratta di italiani senza altre prerogative, e chi si riconosce nell'italia e nella sua storia (tutta quanta) non appartiene ad altra comunita' se non quella nazionale. Se tutti fossero cittadini parigrado non vi sarebbe nemmeno la materia del contendere, non credi?

Anonimo ha detto...

Ma la materia del contendere nasce da atteggiamenti aggressivi che si connotano per la causa discriminatoria.
Recetemente al Nord c'e' stato un attacco incendiario a una moschea di soli musulmani italiani..cioe' erano tutti cittadini italiani nati in Italia e poi convertitisi..in questo caso tanto per fare l'esempio la causa era discriminatoria della scelta religiosa e si puo' dire che gli attentatori fossero animatidall'avversione generalizzata all'Islam.
Lo sai, sono d'accordo con te sulle leggi negazioniste anche se forse arriviamo allo stesso risultato da vie diverse.
:-)

Zag

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: e' ovvio che tu la pensi diversamente, se no saresti nazionalista e non comunista.

Per quanto riguarda la vicenda dell'attentato alla moschea ho qualche informazione e parrebbe una questione interna tra diverse associazioni islamiche. E poi non vi sono stati danni ne' a cose, ne' a persone: solo un muro annerito.

Comunque il precedente per cui abbiamo un multiculturalismo di fatto e' quello ebraico. Anche se il caso degli ebrei e' diverso, il non riconoscersi completamente nell'identita' nazionale e' il presupposto grazie al quale tutti gli altri si sentono legittimati a fare altrettanto. Dato che sei marxista, leggi che ne pensava il buon Karl qui:

http://www.homolaicus.com/teorici/marx/questione_ebraica.htm

Stai tranquillo che i padani non fanno nemmeno piu' le ronde e solo per ventura qualcuno e' riuscito a far intervenire la polizia per arrestare un gruppo di maghrebini che entravano ed uscivano da un discount pieni zeppi di coltelli presumibilmente destinati alle loro pance. al momento i morti ammazzati sono tutti "nostri", ammesso che anche tu ti consideri tale. Non mi pare che ci siano morie di ebrei o musulmani in Italia: solo di italiani, senza ulteriori aggettivi.

Massimo ha detto...

Potessimo basarci sui nomi ! Purtroppo dovremmo fare un lungo elenco: D'alema, Fassino, Veltroni, Diliberto, Prodi, Pannella, Bertinotti ... :-)
Bentornato ! :-)

Anonimo ha detto...

Ehi amico, una volta tanto il comunismo non c'entra. Prova un po' ad aprire il link blu e a leggere l'intervista su IL Tempo e ti si spalancherà la verità. Qua c'è un certo signor Pacifici che nessuno ha eletto, che non è un politico, che dice chiaro e tondo che il qualunquismo della gente dà luogo a "svolte autoritarie, xenofobe e totalitariste", a proposito del blog di Grillo, che se non sbaglio non è un berlusconiano. Parla addirittura di "vuoto giudiziario" come un giurista. Poi, a poche settimane di distanza c'è un suo correligionario a nome Levi che ti fa su misura un disegnino di legge "totalitario". E cioè mette il bavaglio al web. Ti dice niente? Non ti si accende qualche lampadina come Archimede in proposito? Mah...
Ermanno

Lo PseudoSauro ha detto...

Massimo: grazie. Mi pare di aver enunciato dei fatti oltre che dei nomi... chissa' perche' a questi post accedono in tanti, ma non commenta mai nessuno. Disaccordo o paura?

Ermanno: mi sembra che tu abbia capito. Vieni da un altro mondo evidetemente.

Lo PseudoSauro ha detto...

Tanto per essere piu' chiaro:

1) Legge Mancino: - i suggeritori furono il caporabbino di Roma Elio Toaff e il deputato repubblicano Enrico Modigliani, il vero artefice della legge.
2) Legge Mastella: Per far ciò, l'ADL ha designato un suo rappresentante in Italia, un avvocato membro di tutte le organizzazioni sioniste, possibili e immaginabili, un certo Alessandro Ruben collaboratore di Mastella.
3) Legge Prodi Levi: suggeritore Riccardo Franco Levi.

Che hanno mai in comune gli attori e le comparse di questi fatti? Fossero neozelandesi sarebbe preoccupante lo stesso. Se questi dati sono veri, Quale e' il motivo per cui si fa finta di nulla? La nostra liberta' d'espressione ci guadagna se regolamentata da questi o quelli? E la nostra sovranita' che fine ha fatto?

Per quanto riguarda la Montalcini, valga questo paragone: In Canada e' stato arrestato un politico liberale dell'Ontario per voto di scambio. Aveva devoluto fondi dello stato a fondazioni religiose culturali straniere. Qui c'e' l'elenco:

- Islamic Institute of Toronto ($500,000)
- St. George Arab Cultural Centre ($300,000)
- Bengali Community Centre ($250,000)
- Armenian Community Centre ($500,000)
- Six Sikh temples ($750,000)
- Chinese Professional Association ($250,000)
- Museum of Hindu Civilization ($200,000)
- Sri Sathya Sai Baba Centre of Toronto ($250,000)
- United Jewish Appeal ($15 million)

Domanda: che garanzie ci da la destra circa queste "interferenze"? La mia impressione e' che l'influenza di queste persone sia la medesima indipendentemente dal governo in carica.

Anonimo ha detto...

hanno rotto le palleeee VAFFANCULOOO!!!

Lo PseudoSauro ha detto...

anonimo: complimenti per la profondita' d'analisi. :-)

nuovopatriota ha detto...

Rispondendo, indirettamente, al tuo quarto commento, (se non erro a contare) non credo che ci sia un'affluenza ai post ed una carenza di commenti per disaccordi vari. Mi sembra che il tutto sia scritto con estrema perizia e che sia soggetto a discussione potenziale. A mio modesto avviso il testo è invece troppo esteso. Spesso non si ha il tempo (a volte la voglia) materiale di leggere: figurati leggere di politica. Ormai il livello 'schifo' è salito vertiginosamente..

+nuovopatriota+
[mai domi! il vero patriota è irriducibile!]

nuovopatriota ha detto...

Ti ho linkato.
Per due motivi:
1. per tornare a leggere con calma.
2. Perchè su Blogger, a differenza dei cani comunisti filoislamici di splinder dove mi han buttato fuori per l'ennesima volta, non è possibile inserire una lista 'amici' con cui risalire al profilo e al blog.

+nuovopatriota+
[mai domi! il vero patriota è irriducibile!]

Anonimo ha detto...

Pseudosauro, non vengo da un altro mondo. Al contrario, ho bene i piedi per terra. Io guardo, osservo e faccio i miei links mentali. Oltre che quelli che apro per cercare di capire. A tanti invece sfugge il link e gli antefatti. Se quelle notizie che metti in evidenza sul patrocinio della legge Mancino e della Legge Mastella sono vere, c'è da stare allegri. Levi almeno è venuto allo scoperto firmando la legge col nome. E ora la sua faccia gira per internet. In quanti ce la vogliono mettere la museruola? E possibile che abbiamo dei politici così idioti da scrivere leggi sotto dettatura senza pensare a ciò che è bene per "tutti" i cittadini?
Gli altri paesi ci osservano con preoccupazione. Una blogger francese ha scritto da qualche parte che se si comincia in Italia con la blogosfera e col web, poi ci sarà un effetto domino. Questo non deve accadere.
Ermanno

Lo PseudoSauro ha detto...

Nuovopatriota: grazie per la visita, a maggior ragione che qui siamo parecchio sul nazionalista. La repressione la esercitano ormai in tanti nel "mondo libero" e i comunisti non sono nemmeno i piu' efficaci, anzi, spesso spariscono pure loro. E' una cosa un po' troppo complicata a spiegarsi. Sarai certo felice per la riabilitazione dei Guardiani del Tempio e del Cavaliere De Molay... Solo che la croce non va piu' molto di moda da quelle parti. :-) Un saluto a spada alzata.

Lo PseudoSauro ha detto...

Ermanno: il fatto e' che a causa del conformismo imperante gl'italiani senza ulteriori aggettivi vengono sempre dopo tutti gli altri e gli ebrei sono i piu' bravi tra gli "altri". Cio' va solo a loro merito, ma quando per tutelare una comunita' di 30 mila persone si sceglie di limitare la liberta' di quasi 60 milioni di cittadini, allora si pone un problema serio. Al solito, io non me la prendo con chi fa gl'interessi della propria comunita', ma con chi glieli lascia fare per pararsi le terga, ovvero con i nostri governi, sia di destra che di sinistra. Finche' abbiamo dei referenti politici, noi dobbiamo esigere che questi facciano l'interesse di tutti e siamo nel nostro pieno diritto. I "negazionismi" e gli "antisemitismi" possono anche essere repressi, ma in Israele, non in Italia. Qui i cittadini sono tutti uguali e poi, non mi pare che gli ebrei siano particolarmente discriminati, visto che stanno dappertutto, nelle istituzioni, nella finanza, nell'informazione. Se cio' che ho scritto corrisponde al vero ci sono parecchi seri motivi per preoccuparsi.

nuovopatriota ha detto...

SPADA ALZATA!
sempre...
ci voglion ben altro che 4 finocchietti rossi per fermarmi!

+nuovopatriota+
[fermane uno... ne spunteranno altri cento!]

Arte ha detto...

grazie mille ti ho linkato!
ciao!

Anonimo ha detto...

Sauro, perdonami l'ot, mi puoi per favore passare la frase del professore di economia che avevi in testa al blog nei giorni scorsi?
Grazie.

Nessie ha detto...

Sì, riprendo la tua chiosa: di questi tempi sono gli Italiani a morire e non gli ebrei. E dopo l'ultimo caso della signora Reggiani, mi pare che la lista si sia fatta lunga. Mi piacerebbe sapere perché Gad Lerner e Yasha Reibman lo menano con le "minoranze oppresse" (caso rom) che però ci opprimono e che ci uccidono. E che, oltretutto, non pagano mai il dazio delle loro colpe. Voglio ricordare inoltre a questi due grandi "umanitaristi" che stazionare abusivamente in campi nomadi non autorizzati è un'illegalità e mi piacerebbe se sarebbero disposti a ospitarli nelle loro belle magioni.

Nessie ha detto...

e mi piacerebbe sapere se sarebbero disposti a ospitarli nelle loro belle magioni. Ho mangiato la parola "sapere". :-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Ciao Artemisia. :-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Nuovopatriota: quasi, quasi chiedo anch'io l'investitura... o i templari hanno qualche pregiudizio nei confronti dei sauri? :-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Nessie: la vita degl'italiani senza altri aggettivi vale poco o niente. Vediamo di fare salire un po' il prezzo. O basta aggiungere un altro aggettivo qualificativo? Temo che "cristiani" complicherebbe ulteriormente le cose di questi tempi...

Lo PseudoSauro ha detto...

anonimo: presumo che tu sia Oggettivista. L'eminente liberista (pentito) era Keynes del quale certo conoscerai il pensiero meglio del sottoscritto. Quel tipo di economia mi sta benissimo e non si tratta certo di socialismo. A volte ci vogliono le mezze misure.
Sul web del MIDD (vedi a sinistra) c'e' un bell'articolo di Alvi che spiega bene come la fiducia nell'autoregolamentazione del Mercato sia pura utopia. Dovremmo accorgercene anche senza articolo, ma fa lo stesso. :-)

http://www.oilcrash.com/italia/commenti/alvi_01.htm

P.S.
attenzione che questo blog e' infettato dall'antisemitismo...

L'Altra Rossa ha detto...

Scusa ma Ermanno di Salza?

Anonimo ha detto...

altra Rossa, magari! Il mio nome è quello lì, però mi lusinga la citazione che hai fatto del crociato teutonico di cui avevo dimenticato il nome. Strane coincidenze. Saluti teutoni :-)
Ermanno

Lo PseudoSauro ha detto...

Ale'... anche i Cavalieri Teutonici e i minnesaenger, dopo i Templari, i trovieri e i trovatori. Almeno qualcuno imparera' la storia. :-)

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.