Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

10 agosto 2007

Nasz Dziennik

E' la denominazione del giornale di riferimento della ormai stradiscussa Radio Maryja dell'intraprendente sacerdote polacco Tadeusz Rydzyk: assurto agli "onori" della cronaca internazionale per il suo viscerale "antisemitismo". Termine con il quale si definisce chiunque se la prenda con le lobbies ebraiche, le quali, come tutti sanno, non esistono che nella fantasia malata degli, appunto, antisemiti. Dopo il "negazionismo" dell'Olocausto, per il quale "reato" si va in galera (o all'ospedale, a discrezione degli inesistenti), c'e' gia' l' "affermazionismo" del lobbying ebraico, per il quale "reato" si andra' in galera: tanto per cambiare. Nega e vai in galera, afferma e vai in galera: meglio che stai zitto.

E chi conosce il polacco? Cosi' facciamo il solito giochetto di assonanze come per "negazionismo" che evoca nazismo e negazione del sionismo, suscitando orrore nei benpensanti, cosi' "Nasz Dziennik" viene definito da alcune associazioni di boy scout internazionali : "giornale d'ispirazione neonazista". La traduzione corretta del termine in lingua italiana e' piu' o meno "Il nostro giornale" e, come si puo' vedere, il nazismo c'entra come i cavoli a merenda, ma se i lettori fossero mediamente istruiti, la "liberta' di stampa" risparmierebbe loro molti di questi virtuosismi. Comunque, il risultato non migliora, dati i presupposti, anzi: il prete polacco non e' piu' solo antisemita, ma pure neonazista. Terzo reato per il quale si va in galera. Dimenticavo "omofobo": quarto "reato per il quale... come gia' detto.

Decisamente, nel mondo, molti non sanno darsi pace perche' i polacchi sono cattolici un po' ruspanti che danno al Vaticano II la valenza che merita: quella politica. Un po' come avviene per la Russia, nella quale il bersaglio preferito e' l' "antisemita" Solgenitzyn, guarda caso, cristiano ortodosso. Ma qui bisogna andarci piano perche' si tratta di un Premio Nobel, dissidente sovietico ed ex deportato, sebbene si possa intuire che il suo sostegno politico a Putin lo portera' presto al livello del sacerdote nazista.

Morale: state attenti a come usate le parole.

11 commenti:

andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Massimo ha detto...

Guardala da una prospettiva positiva. Benedetto XVI lo ha ricevuto, incurante degli ululati contrari.
E, anche, che si comincia a dar conto che ci sono posizioni "omofobe".
Chissà, dai oggi, dai domani, si svegliano le coscienze ... ;-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Massimo: se non fossi un ottimista viscerale non mi limiterei a scrivere. :-) La percezione epidermica mi suggerirebbe che il tappo sta per saltare, e se non e' ottimismo questo... comunque se la preoccupazione delle giurisdizioni eurobee e' ormai quella di definire se sia "reato" o meno il mandare affanculo qualcuno, o il toccare le chiappe ad una donna, mentre gli assassini non fanno nemmeno un giorno di galera, temo che l'ottimismo sia mal riposto. :-)

Aldo ha detto...

E se uno usasse dei disegni o, che so, della musica? :)

Lo PseudoSauro ha detto...

Aldo: ai gesti ci hanno gia' pensato, per il resto s'attrezzeranno. Personalmente mi sono solo rotto i cosiddetti, ma ce n'e' di quelli a cui hanno pure rotta la faccia. Tutto normale.

andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
andrea ha detto...

ma non ti sembra un controsenso,parlare di libertà di pensiero e contemporanemente censurare i post?

Lo PseudoSauro ha detto...

Per me ognuno la puo' pensare come crede, cosa che tu invece non ammetti, solo che in casa mia pubblico chi mi pare proprio perche' si tratta di proprieta' privata ed io non sono comunista. Questo e' lo stesso motivo per cui ritengo che tutte le popolazioni del mondo debbano chiedere il permesso per risiedere in quella casa che si chiama Nazione e non abbiano alcun "diritto" di installarsi in casa d'altri senza aver prima consultati i proprietari. Quindi: proprieta' contro comunismo. Ci sono un sacco di posti nei quali puoi scrivere, ma qui hai chiuso perche' sei incapace di discutere senza insultare. Fai lo stesso sui forum di Repubblica e ti banneranno anche li'. In fin dei conti non ci perdi niente, quindi non insistere.

Nessie ha detto...

Sauro, prepariamoci a essere trattati da "mugiki", come ha ben raccontato Solgenitsyn. Confisca dei beni, prestiti a usura e accuse di antigiudaismo e antisemitismo. Il "chiagni e fotti" frutta su tutte le latitudini e le longitudini, a quanto pare.

Lo PseudoSauro ha detto...

Nessie: l'annosa questione dei pogrom... il dato incontestabile e' che e' la _nostra_ liberta' di espressione ad essere messa in discussione, e questo _in_casa_nostra_ , ma ormai non si sa piu' distinguere tra cio' che e' nostro e cio' che e' altrui. La "liberta' d'informazione" mi pare ormai una mera presa per il culo, considerato che informazione e finanza non sono ne' pluraliste, ne' indipendenti e i giornali non campano sul venduto, quindi, sono solo il megafono d'interessi economici: politici e strategici. In tempi normali basterebbe una destra davvero liberale per metterci al riparo da queste gravi interferenze, ma probabilmente ora non basta piu': ci vuole un governo di destra che faccia gl'interessi degl'italiani. Naturalmente una destra cosi' in Italia non esiste nemmeno in prospettiva, comunque molti oltre al sottoscritto, hanno cambiata idea circa la questione degli ebrei in Europa. Non c'e' da parte loro una volonta' di pacifica convivenza, ma una precisa volonta' di dominazione esercitata senza piu' alcun pudore. Se la Germania non regala ad Israele i sottomarini (prodotti in collaborazione con l'Italia) ridiventa "antisemita". Qualunque diniego nasconde l'antisemitismo. Ho detto tutto.

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.