Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

17 giugno 2007

Peggio che andar di notte

Dopo questa grande scoperta scientifica (vedi sotto) si pone un bel dilemma: mandiamo tutti i toscani in Turchia o facciamo venire tutti i turchi in Toscana? Chissa' che la UE non ne sappia qualcosa di queste tempiste "scoperte scientifiche"... Andiamo a vedere se i laboratori nei quali e' stata finalmente acclarata questa verita' assai opportuna - ma come si vedra' anche inquietante - hanno "amicizie" influenti e, magari, finanziamenti " particolari.
Ma il mistero si complica ulteriormente. Il DNA dei toscani avrebbe caratteristiche in comune con quello dei turchi; ma non ci avevate detto che gli uomini erano tutti uguali? Che il DNA umano differisce piu' da individuo a individuo che da ceppo a ceppo? E' una differenza infinitesimale? Nondimeno esiste ed e' misurabile, evidentemente... Da cio' che si puo' arguire dal testo qui sotto, i toscani sono diversi dagli altri italiani - in quanto eredi degli etruschi, che a loro volta erano eredi dei turchi, pero' i "negri" sono uguali sia ai toscani che agli altri italiani e guai a pensarla diversamente, se no ti denunciano per "xenofobia". Qui c'e' qualcosa che non funziona. I toscani avrebbero dunque sviluppato un nuovo ceppo etnico a partire da quello turcomanno-etrusco? Quindi essi sarebbero contemporaneamente "uguali", ma "diversi" dai turchi. Bada bene: non su base individuale, ma su base etnica. La cultura sarebbe essa stessa uno dei caratteri ereditari? Bella novita', ma come si concilia quest'asserzione, con l'ambaradan politically correct? Stai a vedere che fra un po' si "scoprira'" che cultura cristiana ed islamica hanno lasciata qualche pur labile traccia nel patrimonio genetico... Una traccia, per l'appunto, trasmissibile geneticamente. Ma non era la cultura solo un fatto di "educazione"? Fantastico.
Ricapitolando: i toscani sono un'etnia essi stessi. I toscani, che pure fisiologicamente sono pressoche' identici alla maggior parte della popolazione italica, sono contemporaneamente da essa cosi' diversi da essere piu' assimilabili ai turchi che agl'italiani stessi. E quelle "razze" ( si puo' dire?) che sono fisiologicamente cosi' diverse, per quanta parte del patrimonio genetico differiscono dalle altre? Mi pare oltremodo evidente che la genetica molecolare non e' un giudice attendibile per confermare il dogma dell'"eguaglianza universale": molto meglio i cinque sensi dell'obsoleto Linneo o le suddivisioni in "razze" per fasce climatiche che, per altro, sono ancora l'unico parametro utilizzato in medicina.

Ma non vi preoccupate, comunque la vediate, la Turchia arriva lo stesso. In UE stanno gia' alacremente lavorando al ricongiungimento familiare tra turchi e toscani, tanto atteso da entrambi i popoli per oltre tremila anni. E' la "democrazia"... che ci racconta le solite balle da tutto il dopoguerra, solo che sono talmente tante che non stanno piu' in piedi.


ETRUSCHI VENUTI DALLA TURCHIA, LO DICE IL DNA DEI TOSCANI
ANSA » 2007-06-17 11:40

'Tracce turche' nel Dna dei Toscani sciolgono un rebus rimasto irrisolto da tempo immemore: gli Etruschi venivano dalla Turchia del Sud, ovvero dall'Anatolia. La loro origine, tanto a lungo dibattuta tra diverse teorie, potrebbe dunque aver trovato una collocazione definitiva grazie allo studio presentato alla conferenza annuale della Società Europea di Genetica Umana in corso a Nizza dal Professor Alberto Piazza dell'Università di Torino che ha dedicato anni a questa ricostruzione storica mediante gli strumenti della genetica. La cultura Etrusca, che dominò i territori dell'attuale Toscana a partire dal 1000 AC circa, era piuttosto dissimile dalle civiltà che nello stesso periodo abitavano il resto d' Italia. E' quindi fin dall'antichità che si susseguono teorie sull'origine del popolo etrusco. Tra queste, tre erano le più accreditate: che gli Etruschi venissero dall'Anatolia come voleva lo storico greco Erodoto, che fossero autoctoni della regione, infine che provenissero dal Nord Europa. Piazza ha usato il suo strumento principe per rispondere all'annoso quesito: l'analisi del Dna, prendendo campioni di individui abitanti a Murlo e Volterra, due dei più importanti siti archeologici della civiltà etrusca, e Casentino, al confine con un'area dove questa civiltà è stata ben preservata.

"Sapevamo che gli abitanti di queste aree - spiega Piazza - sono geneticamente differenti da quelli delle regioni limitrofe", probabilmente perché portatori di antiche origini etrusche. Su questa base l'equipe di Piazza ha scelto un campione ad hoc, di persone abitanti in quei luoghi da diverse generazioni. In particolare lo studio si è basato su un campione maschile di individui il cui Dna è stato confrontato con quello di maschi dell'isola greca Lemnos, di Sicilia, Sardegna, Italia del Nord, Medio Oriente, Turchia. Da questo confronto è emerso che gli abitanti della Toscana, ovvero coloro che sono considerati i discendenti degli Etruschi, somigliano più di tutti ai Turchi. "In particolare - spiega Piazza - una precisa variante genetica trovata nel campione di Murlo era condivisa unicamente da persone provenienti dalla Turchia". Questo studio conferma i risultati di precedenti analisi del Dna compiute su un campione di donne per ricostruire il ramo filogenetico femminile, e conferma la teoria di Erodoto secondo cui gli Etruschi sbarcarono dall'Anatolia e approdarono sulle coste italiane per sfuggire ad una lunga carestia.

30 commenti:

andrea ha detto...

ma credi veramente che questa ricerca abbia secondi fini?

Anonimo ha detto...

piu' semplicemente e meno strumentalmente la Turchia e' la culla storica della civilta' europea e segnatamente della nostra...Enea era turco..:-)...oggi a Troia fanno un ottimo olio extravergine di oliva made in Turchia - lo chiamano Gold of Troy.

Zagazig

Lo PseudoSauro ha detto...

Andrea: io credo che ci facciano girare come la cacca nei tubi da tutto il dopoguerra con il pretesto della "liberta'" d'informazione. Guarda caso queste scoperte vengono sempre divulgate in momenti particolari.

Zag: io l'ho sempre detto che la pianificazione UE era un po' sul nazista, solo che non mi crede nessuno. Ho scritto tempo addietro proprio che l'unica cosa che ci accomuna ai turchi e' il ceppo etnico, ma la differenza accumulata nei millenni e' di natura tale che e' quasi incolmabile. Anche con molti popoli dell'africa settentrionale abbiamo molto in comune etnicamente, cio' non toglie che siamo molto diversi in quanto a modo di vivere. Secondo il mito eurasiano noi saremmo venuti tutti dalla Mesopotamia, tanto che "Europa" significava per i caldei "occidente".

Bada che a me i turchi sono simpatici e quei bambinoni dei "negri" non mi suscitano affatto orrore. Contesto solo il fatto che e' in atto una pianificazione etnica che dal punto di vista territoriale e' una specie di esproprio. Quando i popoli traci sbarcarono in Italia 3000 anni fa, non c'era nessuno...

andrea ha detto...

io credo che tu viva una sindrome dell'accerchiamento.mi spiego:se spesso,dati numerici alla mano sull'immigrazione(e annessi delinquenziali connessi),non si puo' che essere d'accordo con te,viceversa quando ti addentri in spiegazioni antropo-spionistico-complottiste,non ti seguo.non credo che una scoperta scientifica apra una via piu' digeribile all'immigrazione nella nostra europa.perchè se il mio dna è piu' simile a quello di un marocchino(sono sardo e so di che parlo),è altrettanto vero che io sono piu' svizzero che africano.non è certo la condivisione del ceppo etnico il motore dell'immigrazione "digeribile".se la germania e turchia fossero invertite,avremmo un problema di pericolosa integrazione con i tedeschi e si cercherebbe di integrarli per ragioni di opportunità,con buona pace del differente dna.a volte mi sembra proprio che tu esageri,anche perchè le ricerche sul dna non è che si potessero fare nel 1800.a pensare male si si azzecca spesso diceva quello,ma in fondo in fondo,che palle.

Zamax ha detto...

Da un punto di vista storico, e non parlo solo delle leggende tramandateci dalla letteratura latina o greca, l'ipotesi di un'origine "geograficamente" turco-anatolica degli etruschi ha qualche fondamento. A quanto mi risulta vi sono dei reperti dell'antica scrittura dei popoli pelagici che testimonierebbero favorevolmente in tal senso. Inoltre è ancora tutta da decifrare la vicenda storicamente accertata ma dai contorni assai nebulosi dei "popoli del mare" di cui parlano la Bibbia e testimonianze scritte in Grecia e nell'Asia Minore, e in qualche modo collegate al crollo della civiltà micenea, che aprì dal XII-XIII secolo avanti Cristo un lungo Medio Evo Greco che durò fino alla rinascita del VII-VIII secolo avanti Cristo.
Certo nel 1.200 a C. di Turchi, in Turchia, non vi era nemmeno l'ombra...

Lo PseudoSauro ha detto...

Zamax: credevo avessi capito che ho volutamente trascurato il punto di vista storico proprio perche' non ho alcun dubbio al riguardo.

A me interessa l'evidenziare due punti:

1) Il "quando" appaiono sui media queste scoperte.
2) La dicotomia di una cultura che da una parte fa leva sull'uguaglianza della specie umana, mentre dall'altra porta a riprova delle sue tesi il fatto stesso che questa non sia scientificamente dimostrabile, anzi, ti mostra chiaramente come le differenze siano scientificamente dimostrate.

A me pare proprio una propaganda fatta da imbecilli per imbecilli: tu che ne pensi?

andrea ha detto...

una scoperta scientifica sul dna non puo' essere molto datata.riguardo le differenze tra le razze,te lo ho già detto:è l'intento a fare la differenza.

Zamax ha detto...

Ovviamente avevo capito. Il mio era una specie di O.T., che mi è venuto spontaneo per il fatto che mi sono già interessato all'argomento. Per questo avevo premesso "da un punto di vista storico". La propaganda di cui tu parli non ha neanche bisogno di essere pianificata: si affida ad un naturale conformismo che oramai non ha neanche bisogno d'essere imbeccato.
Guarda che continuo a leggerti anche se non commento. Solo che affronti vasti problemi di importanza fondamentale e non riesco a liquidarli con qualche commentino.
Burke scrisse un libro fondamentale con quelle "Osservazioni sulla Rivoluzione Francese"; ma era un po' fissato e morì un po' matto...
Quindi stai attento a non eccedere con la conservazione... ;-)
Certo che vivere a Genova dev'essere durissimo... :-)

Bisquì ha detto...

Caro Sauro,
meglio fare un'insalata di tutto salvo poi ritenersi "moralmente superiori" :-)

Hha! La coerenza!

Nessie ha detto...

Credo che la provocazione di Bisquì abbia colto nel segno: quelli (ovvero la sx) fanno, brigano, manipolano, fanno carte false, contraffanno e tuttavia gli riesce di fregarci sempre. Come mai?

Anonimo ha detto...

E' evidente che la pubblicazione di queta ricerca e' un complotto.
Ordito dai musulmani, condotto da italiani e finalizzato dagli americani dell' "American Journal of Human Genetics" che hanno pubblicato il lavoro (finanziati, per farlo, da qualche emiro che, sicuramente, avra' provveduto a minacciare i peer reviewers affinche' accettassero il lavoro.)

Lontana ha detto...

Mi associo a Nessie e Bisqui'. Ci hanno selezionato apposta, con generazioni di prove e scarti, per far si' che la razza sinistra superiore, ci assoggettasse e rendesse schiavi...:-)
Comunque anche a me questa storia del DNA dei toscani é sembrata una vera stupidata. Ma dove vogliono arrivare?
Siamo tutti fratelli? Bella scoperta!
Ci hanno provato i cristiani da millenni e i rivoluzionari francesi ci volevano tutti uguali...solo che si parla molto di amare e integrare le diversità...
:-)
Ma quanto tempo hanno da perdere i ricercatori?

Lo PseudoSauro ha detto...

Zamax: la storia e' uno dei miei tanti pallini, quindi apprezzo questo tipo di OT. In questa fattispecie vedo un uso sistematico e propagandistico di ogni disciplina per conseguire obiettivi di breve termine. Purtroppo le masse reagiscono come sempre hanno fatto, se non peggio di prima, il che mi fa dubitare parecchio di questa "liberta' di in-formazione". Per cio' che riguarda Burke, faccio cio' che ho sempre fatto con qualunque autore di ogni estrazione, cioe', prendo quello che mi va semza mitizzarne o idealizzarne l'autore. Non ho alcuna difficolta' a riconoscere la validita' di un pensiero indipendentemente dall'appartenenza: fosse anche fascista, comunista, nazista o altro, piu' o meno come intendeva il compianto Marcello Marchesi. Limitatamente a questo presumo di essere piu' liberale io, di tanti altri che si fregiano di etichette a stelle e strisce. Naturalmente anch'io ti leggo costantemente, ma il tempo e' quello che e'. Appena possibile mi occupero' di darti maggiore visibilita': sia a te che ad altri, a mio insindacabile giudizio. :-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Bisqui': ci stanno "educando", usando di ogni pretesto. Siccome alla casualita' ci credo poco, avrei considerato piu' seriamente uno studio che vedesse i toscani derivare dai maya.

Lo PseudoSauro ha detto...

Anonimo: mi sfugge il senso del tuo commento, ma non l'ironia. Dato che la sentenza di Norimberga ha "certificato" l'esistenza di un "complotto contro la pace" abbiamo illustri precedenti per credere che altri seguano l'esempio dei nazisti. In una societa' libera chiunque puo' "complottare" cio' che preferisce. O pensi che il complotto sia una prerogativa delle "destre"? Una cosa o c'e' o non c'e': quando la si vede da una parte sola si fa propaganda da quattro soldi.

Lo PseudoSauro ha detto...

Nessie: le anime belle spostano il tema dell'uso strumentale della ricerca, alla materia stessa, e siccome noi siamo "inferiori" ci caschiamo sempre. :-) Comunque non credo che queste "operazioni" abbiano una targa politica ben precisa, dacche' si tratta di interessi economici oltre che geostrategici.

Lo PseudoSauro ha detto...

Lontana: la notizia e' valida di per se' e non dubito minimamente del fatto che sia vera. Certo, "casca molto a fagiuolo" di questi tempi. Comunque i casi sono due: o gli uomini sono tutti uguali (su base individuale o etnica) oppure sono diversi. Non si puo' sostenere l'una cosa o l'altra a seconda degli obiettivi politici. Evidentemente siamo meno imbecilli di cio' che questi cervelli superiori pensano.

Lo PseudoSauro ha detto...

Andrea: ti rispondo per l'ultima volta, poi cassero' ogni commento di tenore simile al tuo, indipendentemente dalla firma.

Il fare l'analisi psichiatrica del sottoscritto via rete ti pare una cosa intelligente? Certo non e' nemmeno educata, ma capisco che questa possa essere una materia che ti angoscia molto.

Quanto ai "complotti", ultimamente va molto di moda il considerarli delle mere idiozie: sia a destra che a sinistra, nondimeno la civilta' giuridica post IIa GM si basa sulla sentenza di Norimberga che condanno' il regime nazista per "complotto contro la pace". allora:solo i nazisti possono "complottare"? Gli altri sono tutti angioletti? Come vedi e' solo una questione di definizioni, basta che a "complotto" si sostituisca il termine "lobbying" che ci si capisce. Esistono motivi per cui gruppi di diversa connotazione usano notizie vere o false per i propri interessi. Lo fanno tutti, nessuno escluso, fino dai tempi della civilta' babilonese. Il negare che questo avvenga non e' altro che l'ennesimo atto di propaganda. Semplicemente questo regime ideologico non sta piu' in piedi. Se il "complotto" non esiste le basi stesse della nuova ideologia post bellica sono fasulle. Basta decidersi su quale opzione scegliere.

Lo PseudoSauro ha detto...

P.S.
tu dici che in quanto al razzismo "e' l'intento a fare la differenza". Direi che questa e' una posizione totalitaria, anche se molto condivisa (ahime'). La differenza la fanno i "fatti" come da nostra antica civilta' giuridica. Tu sei libero di disprezzare i capitalisti, come gli ebrei, gli islamici, i "negri" o i lillipuziani, ma finche' non concretizzi in un'azione criminosa il tuo "intento" non dovresti essere perseguibile per nulla. Quella attuale si chiama "cultura del sospetto" ed e' tipica dei regimi tirannici. Ammetto che non e' cosa che riguarda solo la sinistra, ma e' molto condivisa da tutti. E' legittimo il pensare che questo sia un metodo deterrente, ma quando la prima sentenza del genere viene promulgata ci si trova gia' in una dittatura, anche se i carri armati stanno ancora nei loro depositi.

Anonimo ha detto...

pelagici=illiri=albanesi=ariani

:-)

Zagazig

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: ma tu credi davvero che della razza a me freghi qualcosa? Mi interessa di piu' la questione culturale, anche se ammetto che la maggior parte dei popoli vivono in una condizione di territorialita' su base etnica che dovrebbe conferire loro una qualche forma di prelazione. I turcomanni li si trova pure nel nord europa, nondimeno, millenni di culture diverse li rendono poco affini. La mitologia eurasiana m'interessa poco o nulla e poi non e' scientificamente dimostrabile, come il socialismo scientifico del resto :-) Anche i nazisti avevano un approccio fideistico e di devozione alla propria razza. Curiosamente un approccio simile oggi l'hanno solo gli ebrei. Agli altri popoli non viene piu' consentito.

Anonimo ha detto...

..ma tu all'Albania non vuoi dare manco una piccola soddisfazione?
:-DDDDD

p.s. pare che i nazisti si fossero fissati che albanesi e kossovari fossero nei balkani il popolo dalle maggiormente comprovate origini di pura razza ariana.

Zagazig

Anonimo ha detto...

Anonimo: mi sfugge il senso del tuo commento, ma non l'ironia.

Il senso e' che si tratta di un lavoro scientifico pubblicato da una rivista scientifica seria e che quindi tutto il ragionarci attorno in chiave politico-complottista-pseudostorica e' una vaccata.

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: la soddisfazione te la do, gli albanesi sono di pura, anzi purissima, razza ariana indo-germanica. :-)

Anonimo: probabilmente sei belga, quindi te lo spieghero' due volte.
Non si discute della validita' della scoperta scientifica, ma della sua pubblicazione in un contesto nel quale l'entrata della Turchia in UE e' fortemente problematica. In questi termini dovresti aver capito fino tu.

Anonimo ha detto...

Un lavoro viene pubblicato quando, dopo essere stato inviato ad una rivista e valutato anonimamente da due (o piu') peer reviewers viene reputato originale, interessante, solido e consistente con gli scopi della rivista che lo accetta.
Il contesto geopolitico o, piu' opportunamente in questo caso, i fantasmi della tua mente, non c'entrano nulla con le scelte dell' "American Journal of Human Genetics" e dell'University of Chicago che ne e' proprietaria.

Anonimo ha detto...

e di solito i reviewers leggono le pubblicazioni scientifiche quando vanno al cesso...:-)...
ma davvero
Zagazig

Anonimo ha detto...

Dati del Viminale. Gli intelligentoni possono astenersi dal leggere,tanto a loro non gli frega.

Un omicidio su tre commesso da stranieri Su tre persone denunciate per omicidio, una è straniera. E, quasi sempre, è irregolare. La fotografia scattata dal rapporto è abbastanza nitida: la quota degli stranieri sul totale dei denunciati e degli arrestati per la gran parte dei reati, è decisamente più altra rispetto all’incidenza della popolazione straniera nel nostro paese: su 442 denunciati per omicidio, il 32% sono stranieri, mentre la popolazione immigrata non supera il 5% del totale. Ma, afferma il Viminale, "è importante sottolineare che la netta maggioranza dei reati viene commessa da stranieri irregolari, mentre quelli regolari hanno una delittuosità non molto dissimile alla popolazione italiana". Lo dicono i numeri: il 74% degli stranieri denunciati per omicidio è irregolare; così come il 72% dei denunciati per tentato omicidio; il 62% per violenza carnale, il 63% per sfruttamento della prostituzione. Nel complesso, gli stranieri regolari denunciati nel 2006 sono stati quasi il 6% del totale dei denunciati, un numero che si avvicina di molto alla percentuale di immigrati rispetto alla popolazione residente (5%). Quanto alle nazionalità degli stranieri che commettono reati, anche in questo caso i paesi sono gli stessi che forniscono il maggior numero di irregolari: Albania, Marocco e Romania. I romeni sono i primi per gli omicidi, le violenze sessuali, le estorsioni, le rapine nelle abitazioni e i furti con destrezza. Gli albanesi primeggiano per i furti in abitazione mentre i marocchini per i tentati omicidi, le lesioni dolose e gli scippi.

Stella

Lo PseudoSauro ha detto...

Stella: non c'incastra nulla, ma mi hai preceduto di un pelo... Fino uno xenofobo come il sottoscritto e' disposto a riconoscere che gli stranieri non vanno criminalizzati, comunque, la qualita' di quelli che entrano in Italia e' quella che e', se no starebbero in casa loro. Qui siamo una pseudo-nazione liberale, dunque, c'e' la liberta' di delinquere e le galere sono piccole e piene, dunque le si svuotano di frequente. A parte i nazisti centenari, che ci muoiono dentro, tutti gli altri hanno una "vita media" carceraria di appena 3 anni, compresi gli ergastolani. Chetteddevoddi'? Qui vige una rigorosa selezione e si privilegia un'immigrazione di fascia alta... piu' sono delinquenti e piu' si aprono le porte. Non so se hai notato che il giorno dopo la dichiarazione ufficiale dei 300 resistenti afgani, che hanno detto di volersi martirizzare in Europa, sono arrivati gli inviti dell'UN ad accogliere i dissidenti; inviti prontamente accolti in Italia con estrema sollecitudine fino dalla Presidenza della Repubblica. Direi che il tradimento ai danni del Popolo Sovrano viene ormai consumato anche dalle piu' alte cariche dello Stato e mi auguro che un giorno possa essere giudicato nelle sedi opportune.

P.S.
comunque quando gli stranieri sono troppi il problema esiste anche se sono onesti.

andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
言承旭Jerry ha detto...

That's actually really cool!!AV,無碼,a片免費看,自拍貼圖,伊莉,微風論壇,成人聊天室,成人電影,成人文學,成人貼圖區,成人網站,一葉情貼圖片區,色情漫畫,言情小說,情色論壇,臺灣情色網,色情影片,色情,成人影城,080視訊聊天室,a片,A漫,h漫,麗的色遊戲,同志色教館,AV女優,SEX,咆哮小老鼠,85cc免費影片,正妹牆,ut聊天室,豆豆聊天室,聊天室,情色小說,aio,成人,微風成人,做愛,成人貼圖,18成人,嘟嘟成人網,aio交友愛情館,情色文學,色情小說,色情網站,情色,A片下載,嘟嘟情人色網,成人影片,成人圖片,成人文章,成人小說,成人漫畫,視訊聊天室,性愛,a片,AV女優,聊天室,情色

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.