Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

23 giugno 2007

Chi e' il popolo d'Israele?

Ovvero, chi e' il legittimo erede del popolo ebraico originario?
Ormai e' pressoche' unanimemente condivisa l'opinione che si tratti degli ebrei che ai tempi rifiutarono di sottoscrivere il patto della "Nuova Alleanza" non riconoscendo in Gesu' Cristo il Messia per lungo tempo atteso. Eppure nella dottrina cristiana i richiami ad Israele, a Gerusalemme e alla Terra Promessa stanno pressoche' ovunque. Per tutta la teologia cristiana il "Popolo d'Israele" e' la comunita' dei credenti in Cristo, ma dopo l' "alyia" di una piccola parte della diaspora ebraica nella Terra dei Padri, i cristiani sembrano aver rinunciato alla loro patria d'elezione per quieto vivere o per una specie di riparazione di "debiti di guerra", in ragione della lunga persecuzione degli ebrei avvenuta nelle terre a lungo dominate dal cristianesimo.

Questa rinuncia, sancita dal documento pontificio "Nova Aetate", nonche' dal Concilio Vaticano II°, non ha nulla a che vedere con la volonta' di tutte le persone ragionevoli di non considerare gli ebrei quali nemici, ma si configura come una capitolazione della Dottrina Cristiana, e segnatamente Cattolica che rifiuta le proprie testimonianze, dunque la propria Fede. Si sa che queste testimonianze sono costituite dai Vangeli scritti si' da cristiani - vedi il "giudeo" Matteo, ma, non essendovi all'epoca una distinzione cosi' netta tra cristiani ed ebrei, si deve considerare tali fonti "ebraiche", sia perche' redatte da almeno un ebreo ma anche perche' sono a tutt'oggi le uniche esistenti.

Infatti, la non esistenza di fonti diverse non puo' provare, come l'ebraismo ancora oggi vorrebbe, il supposto "mendacio" degli Evangelisti, cosi' come l'assenza di documentazione nazista sullo sterminio di sei milioni di ebrei non puo' costituire prova della sua esistenza, semmai dovrebbe essere l'inverso. Siccome la storia - come del resto un processo - si fa su fatti e atti, valgono quelli che ci sono, non quelli che non ci sono, ergo I Vangeli sono documenti storici il cui valore va comunque considerato. E in questi documenti si tratta soprattutto del fatto che la crocifissione di Gesu' Cristo fu voluta dal Sinedrio ed attuata dal Proconsole Romano Pontio Pilato come il "multiculturalismo" latino imponeva.

Quindi la pur aberrante accusa di "deicidio" nei confronti di una parte dell'ebraismo avrebbe fondatissime basi storiche "laiche", mentre da un punto di vista teologico cristiano la "colpa" ricadrebbe su tutta l'umanita', quindi la frase di Matteo "Che il suo sangue ricada su noi e sui nostri figli" andrebbe attribuita per estensione a tutti, non solo agli ebrei di oggi. Nondimeno i cristiani sono disposti, anzi obbligati, ad accollarsene la "colpa", mentre gli ebrei no, ed e' chiaro il perche': non riconoscendo essi in Cristo il Messia, e contestando fino la sua stessa reale esistenza storica, non si sentono responsabili di alcunche'.

Pero', come gia' detto, le tesi portate avanti dall'ebraismo internazionale mostrano di non considerare nemmeno la valenza storica dei Vangeli, non solo la loro sacralita', il che, in mancanza di documentazione di parte avversa, non sta semplicemente in piedi. L'uccisione del Cristo, ammesso che questi sia esistito, sarebbe da addebitarsi ai soli Romani e non agli Ebrei. Tutto cio' viene quasi sempre affermato senza uno straccio di prova documentale e fingendo di non sapere che la prassi di governo consolare tenuta dai latini in tutti i territori da essi conquistati era esattamente quella che gli Evangelisti riportano, ovvero: per le questioni interne la Lex Romana prevedeva il giudizio degli autoctoni, anche se riservava a se' sola l'esecuzione delle relative sentenze, sulle quali evitava d'interferire per conservare la sua delicatissima Pax.

Queste sarebbero dunque le tesi di parte ebraica, e queste le relative pezze d'appoggio - nessuna - che si riassumono piu' o meno nell'assioma: il sangue degli ebrei ricada sui cristiani e sui loro figli, che, come si vede, altro non e' se non l'accusa di "deicidio", meglio, "genocidio" - nuova e provvidenziale categoria del sacro - rivoltata e rispedita al mittente. Che i cristiani siano disposti ad accettare una simile idiozia e' affar loro, nondimeno si tratta di una prassi quantomeno strana in quanto se essi solo lo volessero, potrebbero rivendicare la loro appartenenza al popolo d'Israele esattamente quanto i loro concorrenti, e questo proprio in quanto l'ebraismo si dichiara cultura religiosa e non etnia.

20 commenti:

Anonimo ha detto...

Super off topic ma..doveroso per passate discussioni

http://www.repubblica.it/2007/04/sezioni/cronaca/bagnasco-nuove-scritte/denunciato-mittente/denunciato-mittente.html

:-)

Zagazig

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: grazie per la precisazione, comunque non pensavo affatto che si trattasse di comunisti, ma quando il precedente c'e', c'e' sempre chi lo sfrutta: e' l'inconveniente della lotta clandestina, non sai mai chi c'e' davvero dietro e rischi di farti strumentalizzare dal primo che passa.

Anonimo ha detto...

scusa l' OT ma dovresti sentire come parlano di Giuda per radio; sembra quasi un santo

Lo PseudoSauro ha detto...

Anonimo: grazie, l'ho trovato subito, perche' ascolto sempre raitre. Io non sono religioso, ma per quello che ne so del cristianesimo, cio' che ho sentito dovrebbe essere pura bestemmia. E Giuda incolpevole perche' fa parte del disegno, e Giuda che s'impicca per riconciliarsi, e il bacio come segno d'affetto, etc. Insomma: anche il tradimento rivisitato e riabilitato alla luce del disegno superiore. Mica si vuole Malebolge con Giuda piantato nel ghiaccio insieme a Lucifero, ma un po' di chiarezza, se no non si capisce piu' un c****.

Anonimo ha detto...

...certo orgoglio e dignità nel bene e nel male Sauro non ci sono più...la figura di Giuda si reincarna continuamente nel pentitismo, cosa utile in sè nell'immediato, ma devastante a lungo andare.

Zagazig

Nessie ha detto...

Sono argomenti molto "popolari", vedo. Non hai trovato ancora nessuno che ti dia dell'antisemita preconciliare lefebvriano?

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: come vedi e' solo una questione di punti di vista e pure il buon Giuda diventa una "risorsa". Comunque da noi suona ancora come un insulto.

Nessie: tema popolarissimo... comunque se ai cristiani non frega nulla di questi "aggiustamenti", sono affari loro. A me la questione interessa solo di riflesso. Ai valori del sacro di origine cristiana, mi posso pure adeguare, per nascita, ma non essendo stato battezzato in altre religioni non dovrei avere alcun obbligo di aderire al sacro altrui. Dubbio mi tange che la questione della "liberta' religiosa" sia stata mal posta, o forse semplicemente "imposta".

andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Lo PseudoSauro ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

..Sauro in realta' tutto si puo' dire tranne che quel che rimane dell'ex PCI sia oggi piu' comunista di ieri....e le Br come le ha consociute l'Italia penso non torneranno mai piu'.
E' un altro mondo questo.
Come minimo, per esempio, non si tollelerebbe piu' la tortura in carcere da parte dello Stato.
La lotta armata ha fallito. Era un imbuto in cui l'eversione era andata a finire ineluttabilmente.
Parlare di lotta armata allo Stato oggi significherebbe dichiarare l'intenzione di confrontarsi non solo con l'Italia, ma anche con Europa e Stati Uniti.
Figuriamoci..


Zagazig

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: apparentemente e' come dici tu, ma in realta' il mondo non cambia in modo rettilineo come tutti gli idealisti vorrebbero. L'esempio piu' calzante e' quello della palla di biliardo che rotola: a volte si ferma nello stesso punto, ma la porzione della superficie non e' mai la stessa. Quindi, mai dire mai e non fidarsi delle etichette.

Io non ce l'ho con il comunismo perche' ho prese delle legnate dai comunisti. Del resto lo vedi anche tu che non ho difficolta' alcuna a parlare con chiunque e riesco a stimare una persona anche se non ne condivido le idee... ce l'ho col comunismo perche' non e' la bella utopia che molti di voi credono. Capisco la pulsione ideale, ma non condivido la fede nella quale si canalizza. La lotta di classe e' sempre lotta: a volte violenta, a volte meno, ma si basa sull'odio e sull'invidia sociale. Capisco pure che ai tempi della prima industrializzazione il Socialismo illudesse molti che desidaravano una societa' piu' umana e probabilmente, se fossi vissuto allora, sarei stato socialista io pure, ma tutte le realizzazioni concrete dell'ideale socialista si sono risolte in bagni di sangue e fallimenti. Nonostante cio' sono disposto a riconoscere anche ad un comunista il legittimo diritto a credere nel suo ideale, cosi' come per un fascista o un nazista. A patto che si tratti di una posizione individuale e non comporti la militarizzazione della societa'. In caso contrario mi militarizzo io pure, e vorrei vedere che non mi fosse concesso. :-)

andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Lo PseudoSauro ha detto...

P.S.
naturalmente, disponibilita' al dialogo non significa disponibilita' a farsi insultare o a subire processi alle intenzioni da parte del primo squilibrato di turno.

andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Sauro

http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/cronaca/aggressione-villa-ada/aggressione-villa-ada/aggressione-villa-ada.html

e meno male che non e' stato qualcuno dei centri sociali ma i fascisti...altrimenti voi tutti, l'interra bloggheide di destra e la Cdl avrebbero chiamato lo Stato alla difesa dalla aggressIonE comunista.
:-DDDDD

Tea finti brigatisti che minacciano vescovi e veri fascisti in circolazione mi sa che 'qualcosa' si sta spostando a destra.

Zagazig

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: morti e feriti? Queste precisazioni mi sanno di coda di paglia lontano un miglio... vuoi che ti dica che i fascisti sono cattivi e i comunisti buoni? Sono le "forze oscure della reazione in agguato"... il che significa che c'e' una rivoluzione in atto. Per Lenin era una cosa prevedibile e necessaria.

Anonimo ha detto...

sei di coda di paglia si tratta e' ben piu' lunga di un miglio...:-)

Sauro in confidenza quando citi Lenin mi vine voglia di darti l'incarico di costituire il Partito Comunista Mistico Settentrionale.
:-DDDDD

Zagazig

p.s. a proposito di coda di paglia, ieri Marcello Veneziani in tv 'naturalmente' diceva che non si puo' parlare di vioenza politica ma di violenza da stadio.
Ma per chi tifa Forza Nuova..pa' Lazio??
:-

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.