Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

23 aprile 2007

Il pudore di chi?

Qualcuno si degni di spiegarmi perche' ai "gay" e' concesso di sfilare su carri allegorici mimando rapporti sessuali, mentre una donna che fa il bagno nuda nella fontana di Trevi, senza mimare nulla, viene arrestata con l'imputazione di "oltraggio al pudore". Per il "pudore" corrente l'esibizione pubblica di atti, un tempo, "contro natura" sarebbe lecita, mentre la libera esposizione del corpo umano no. La morale si "evolve" solo per alcuni e non per tutti, evidentemente... Il pudore offeso a chi apparterrebbe? Ci sono troppe zone franche nella nostra Giurisdizione. Ci sono categorie che si pongono al di sopra della legge e che perseguono un loro progetto nel piu' completo disprezzo delle regole democratiche in quanto sono esigue minoranze ricche, potenti, aggressive e ben sponsorizzate dalla politica. Se quello in cui viviamo fosse davvero uno Stato di Diritto verrebbe arrestata la donna, cosi' come i fauni cui, invece, viene fino consentito di portare i bambini alle loro squallide esibizioni, senza che "telefoni azzurri" squillino, ne' "leghe antidiscriminazione" impazzino: loro non oltraggiano il pudore perche' l'etica viene temporaneamente sospesa in loro presenza, ma ripristinata subito dopo per il resto del volgo a cui non viene concesso nemmeno di spogliarsi in pubblico.

22 commenti:

Nessie ha detto...

Che vuoi che ti dica? Hai detto tutto tu...la morale si evolve e il senso del pudore si "relativizza": repressione contro la normalità e laissez-faire verso "gayezza selvaggia".

andrea ha detto...

hai ragione.il ragionamento non fa una grinza.penso che intervenga quel meccanismo mentale che ci rende terrorizzati davanti ad un omicidio singolo,e piuttosto indifferenti davanti ad una strage.

Anonimo ha detto...

Uè mi sembrate i pilgrim fathers..

Una fica nuda in luogo pubblico è oltraggio al pudore..magari passa un bambino no?

Un gay che balla mimando sesso vale come una donna che balla mimando l'atto sessuale o come un eterosessuale che fa la stessa cosa. E spero che tu non ritenga un oltraggio al pudore il Carnevale di Rio!!!!..o che stiate costruendo un decalogo su come si debba o si possa ballare!!!

A me sembra che più di morale si tratti di moralismo

Mahatma Zagor

Pippo ha detto...

Non esageriamo: si tratta pur sempre di ottemperare alle esigenze della propria personalità.
È giusto che chi lo ritiene importante, si dia da fare per far sapere agli altri quale è la parte del suo corpo delle quale va particolarmente orgoglioso.

andrea ha detto...

zag,io non sono certamente un bacchettone e trovo abbastanza pretestuose questi allarmi.infatti non credo che siano allarmi degni di nota o pericolose evoluzioni del costume.pero',uscendo dalla logica della contrapposizione,i fatti sono molto chiari.la signorina che ha deliziato i turisti con il bagno nuda nuda nuda,è stata identificata e dovrà rispondere a qualche domanda.certo,non le faranno niente,ma la legge farà comunque il suo corso.il gay pride è una roba molto piu' tosta di un bagno in fontana di trevi.si fanno occhieggiare buchi di culo e capezzoli,slinguazzate e quant'altro,ammiccamenti sessuali molto espliciti..eppure credo che se un viglie osasse segnalare qualcuno di quei "ballerini" per atti osceni,scoppierebbe la rivoluzione e i nostri amici di coalizione non si risparmierebbero in loro difesa.ripeto,non credo che ci siano allarmi di alcun genere,ma i fatti presi stringati così come sono,e cioè,un bel culo nudo in fontana di trevi,perseguitato e denunciato..qualche migliaio di culi nudi,lingue avvinghiate e tette siliconate,nemmeno una multa.è come dico io:un morto ci fa inorridire,una strage ci lascia indifferenti.

Lo PseudoSauro ha detto...

Nessie: le foglie in primavera sono verdi: dimostramelo...

Ragazzi miei... a Rio il "comune senso del pudore" e' diverso. non diciamo nemmeno se sia meglio o peggio: e' diverso, non e' uguale in tutto il mondo, anche se rischia di diventarlo. Se ci siete stati saprete bene che in Brasile lo Stato di Diritto e' un oggetto sconosciuto, altra cosa dovrebbe essere da noi dove da oltre 30 anni c'e' una Magistratura depositaria dell'etica pubblica (e ho detto tutto). Arresti la donna nuda per oltraggio al pudore? allora arresti pure il gay che s'incula metaforicamente l'amichetto, magari sotto gli occhi del figlio adottivo di cotanta famiglia. Arresti pure la ragazzotta con jeans sottochiappe... insomma il "comune sentire" o e' "comune" o non e', e se non e' si chiude lo Stato e si ricomincia con le tribu', come appunto avviene in Brasile, modello di civilta'. Se poi vogliamo guardare il grosso: un uomo e una donna fanno sesso diversamente che due uomini o due donne e rischiano fino "effetti collaterali", saranno pure oltraggi al pudore, ma si tratta di gradazioni di pudore un tantino diverse. Quando avrete un figlio gay ne riparleremo e mi direte se ne siete orgogliosi. Al solito, le sfumature non le cogliete proprio, comunque grazie per lo sforzo. :-)

Lo PseudoSauro ha detto...

P.S.
una volta tanto sono d'accordo con Andrea. Caso strano.

andrea ha detto...

a parte il fatto che i figli non ce li possiamo scegliere,se mi dovesse capitare un figlio gay,spero di farlo crescere sano ed equilibrato.non è mica che se uno è gay se ne và in giro con le chiappe al vento.a titolo puramente personale,comunque mi auguro che mi presenti una bella figliola come fidanzata.

DocGull ha detto...

Anche concordando cont e sulla difefrenza di trattamento, la responsabilità di essere "favoriti" non sarebbe cmq dei gay ma di chi compie questa discriminazione al contrario.

Ricrodo anch'io su alcuni carri di qualche gay pride dei ragazzi in mutande, e anche secondo me è la stessa cosa della fontana. La duifferenza sta ovviamente nella massa di persone al pride contro na singola. Dicoamo che forse in questo caso la provocazuione ra anche maggiore.

DocGull
"Geopoliticando"

Lo PseudoSauro ha detto...

Andrea: ti parra' strano, ma io conosco degli omosessuali che non si sentono affatto gay. Sono persone normalissime a parte le abitudini sessuali delle quali non vanno propriamente orgogliosi. Purtroppo non si tratta di cose che si possono scegliere e la voglia di maternita'/paternita' prima o poi si fanno sentire, a meno che la psicologia non sia completamente devastata. Ebbene, quando l'esibizionismo giunge a certi livelli non si puo' piu' parlare di persone equilibrate.

Massimo ha detto...

E' la stessa ragione per la quale nessuno solleva obiezioni se ci sono locali per soli omo, mentre in molti griderebbero al razzismo se aprissimo un locale per soli etero ... :-D

Monica ha detto...

Caro Sauro,
credo che in Italia il reato si giudichi dal numero dei rei.

Se allo stadio o ad una manifestazione molte persone ingiuriano la polizia non succede nulla, se tu, solo, offendi un tutore dell'ordine scatta implacabile la denuncia per offese a Pubblico Ufficiale.

Non so se questa disparità sia dovuta ad impossibilità (sono troppi), ad opportunità politica (sono tanti voti) o a presunta vicinanza (a valere soprattutto per le manifestazioni).

Per quanto riguarda la donna denunciata per atti osceni in luogo pubblico si deduce che quando ci facciamo la doccia stiamo compiendo atti osceni in luogo privato.

Un abbraccio

andreaxsauro ha detto...

no,sauro,non mi parrà strano che tu conosca omosessuali che non sono gay.non mi pare strano perchè è ESATTAMENTE cio' che ho detto io riguardo l'eventuale nascita di un figlio omosessuale.orgoglio o disonore mi sembrano parole un po' inappropriate.io sono etero,punto e basta,senza orgoglio e senza vergogna.se uno è omosessuale puo' essere esibizionista,come anche il machismo o fare la zoccola,è un segno di esibizionismo e squilibrio.io preferisco parlare di persone

andreaxmassimo ha detto...

"E' la stessa ragione per la quale nessuno solleva obiezioni se ci sono locali per soli omo, mentre in molti griderebbero al razzismo se aprissimo un locale per soli etero"...e questa,perdonatemi ma è una sciocchezza.nei locali per soli omo,mica è vietato l'ingresso agli etero.prova ad andarci,almeno una volta,e vedrai quanta gnocca!

Lo PseudoSauro ha detto...

Doc Gull: sono d'accordo, infatti me la prendo sempre con chi legifera e (s)governa, prima che con le categorie interessate. Comunque rifiuto l'equivalenza omosessuale=gay in quanto il secondo termine e' una politicizzazione dell'omosessualita'.

Che si tratti di una "libera scelta" o di un "disturbo della personalita'" non m'importerebbe minimamente, ma siccome ricevo da autorevoli esponenti della categoria ogni tipo d'insulto psichiatrico sono sempre piu' dell'idea che i disturbati siano davvero loro, anzi, non ne dubito nemmeno piu'.

Mimare atti sessuali che per la morale corrente sono "contro natura" e' cosa diversa dal mostrare un corpo nudo in luogo pubblico. E' la stessa morale valida per tutti? L'una cosa e' lecita nel privato tanto quanto la seconda, ma quando l'una diventa lecita in pubblico mentre l'altra no siamo in presenza di due codici morali diversi. Indubbiamente a favore dei gay politicizzati.

Bisquì ha detto...

Sono esterefatto!

Andrea ha detto cose condivisibili, incredibile!

Ciao Saurone ;-) ciao a tutti

Lo PseudoSauro ha detto...

Massimo: avviene un po' come per la "lotta tra i sessi" e "l'orgoglio nero" a fine anni '60. Le organizzazioni femminili e quelle di africani erano considerate lecite anche quando teorizzavano la soppressione dei "concorrenti. Quelle di maschi e di "bianchi" invece no. Non credo sia necessario aggiungere altro.

Monica: il tuo intervento e' il piu' azzeccato e non avrei altro da aggiungere. Complimenti.

Bisqui': a volte capita anche questo. :-)

andrea ha detto...

bene bisquì,prendi esempio da me e strabiliaci con qualcosa di condivisibile

Anonimo ha detto...

Quella del gay pride è manifestazione permessa, organizzata con data ora e luogo noti alla cittadinanza. Nessuno si spoglia nudo.
La verità secondo me è che una tetta e un culo, o due giovano etero donna e uomo che si baciano, non fanno scandalo come un gay che si muove con messaggi sessuali o un gay che ne bacia un altro.
La donna in piazza era NUDA, ciò non avveniva nell'ambito di nessuna manifestazione..e non penso che passerà dei guai seri per questo.
Personalmente ho partecipato con la mia macchina fotografica a un solo gay pride.
Poi se domani una donna in strada ammica sessualmente a voi e magari scopre un pò un seno, caccia la lingua..facendo capire ch evuole portarvi a letto..beh..DENUNCIATELA!!!..perchèdi li passava un bambino naturalmente.
:-)

Mahatma Zagor
A BARI..mentre AN sbraitava, con poliziotti celerini disoccupati che non si capive che ci facessero li..e coi baresi di tuti i sessi e le età divertiti in visbilio.
Fu una gran e bella giornata serena. I baresi erano tutt'altro che schifati anche le donne.

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: francamente non so piu' come dirlo. Il fatto che un uomo vada a letto con un altro uomo non mi scandalizza: affari suoi. Ma ogni societa' e' fatta di modelli: sia quella che vuoi tu come quella che voglio io.

Quando un comportamento come quello omosessuale viene posto a modello, piu' o meno alternativo, la societa' cambia. Secondo me in peggio. Qui non si discute di legittimita' e liberta' di comportamento, si discute di comportamento in pubblico. Questo per quanto riguarda l'etica, ed e' ovvio che tu ed io abbiamo idee diverse al riguardo.

Poi c'e' l'aspetto riguardante lo Stato di Diritto. Che uno si spogli o meno, l' "oltraggio al pudore" presuppone una stessa concezione etica che ormai e' sbilanciata in favore dell'omosessualita' politicizzata. Direi che e' ben evidente.

E' pretendere troppo che due o piu' persone esercitino nel privato le loro preferenze sessuali? E' davvero cosi' strano il considerare che un uomo e una donna che si accoppiassero darebbero meno scandalo di due uomini che fanno altrettanto?

Tra gli omosessuali che ho conosciuto ce n'erano alcuni che delle donne avevano autentico orrore e cui la sola idea di accoppiarsi con una donna faceva venire il voltastomaco. Per quale strano motivo ad un "etero" non sarebbe concesso il diritto di sentire allo stesso modo? Eppure alla maggior parte degli etero la cosa fa schifo altrettanto. Sono malati da curare? allora curiamo gli uni e gli altri.

Ci e' permesso di dire, dato che siamo maggioranza, che per noi l'esibizione dell'omosessualita' e' una cosa sgradevole? Se non ci e' permesso significa che una minoranza detta le regole alla maggioranza. E qui la morale non c'entra niente, ma c'entra la democrazia.

andrea ha detto...

l'unica cosa che ci puo' mettere d'accordo è l'oggettività.sauro,se la metti sul piano dei gusti della maggioranza,andiamo decisamente in un vicolo cieco.io penso che zag mi abbia frainteso,io non mi scandalizzo affatto,perchè sono uscito parecchio e ho visto che cosa capita in giro..tra etero,omo maschi,omo femmine...il problema è stabilire cosa si puo' e cosa non si puo' fare.ecco che se si decide che un culo nudo è reato,reato deve essere sia che il culo ci sia gradito,sia che ci sia sgradito.stiamo parlando di legge non dei nostri gusti.io rispetto i gusti degli omosessuali.non puo' esistere una legge che in nome di una morale condanna una nudità a favore di un'altra.ci si infila nei vicoli ciechi.la legge certa è l'unica salvezza in queste diatribe.quindi,culo vietato a prescindere da chi lo indossa

Anonimo ha detto...

state diventando puritani!!!!!!!!
:-)
integralisti (Andrea) o monomaniaci (Sauro)

Zag

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.