Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

30 marzo 2007

Adozioni a distanza


Sauri canadesi

Adotta un sauro! Tu puoi fare la differenza con un semplice click. Emergenza in Canada: le povere bestiole esposte al rigidissimo inverno canadese rischiano di estinguersi con largo anticipo. E' una situazione straziante. Contatta i nostri volontari sul posto ed offri il tuo contributo inviando l'araucaria in eccedenza o acquistando in loco qualche ettaro di eucalypthus.

5 commenti:

antiEUropeo ha detto...

Ah per me che voglio imparare da voi Sauri come sopravvivere all'estinzione è una notizia davvero sconfortante!
E dato che si avvicina la primavera, dev'essere seccante rimanere vittime dell'ultimo colpo di coda dell'inverno...tanto più che voi rettiloni di code ve ne intendete.

Lo PseudoSauro ha detto...

AntiEUropeo: in effetti per noi sauri e' peggio che per i panda. :-)Comunque, ridendo e schersando, si denuncia questa cultura idiota delle adozioni a distanza. Se uno vuole un figlio se lo puo' fare con il buon vecchio zumpampa', o se lo puo' andare a prendere in un orfanotrofio, ma allevarlo da vicino e' un po' piu' scomodo e costoso...

Anonimo ha detto...

..si ma a distanza gli si permette di crescere meglio nel loro ambiente..invece di essere i soliti poveracci emigrati nel primo mondo perche' morti di fame...o peggio morire in patria di fame.

Zagazig

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: paternita' e maternita'ì non sono cose che si esercitano a distanza. I figli sono di chi li genera e di chi li educa, non di chi li paga. Tutt'al piu' si puo' chiamare mecenatismo. E' un dato di fatto che vi sono ineguaglianze su base economica, ma la natura si basa ancora sui principi di appartenenza familiare, quindi etnica, culturale etc. Il principio su cui sarebbe ragionevole basarsi sarebbe quello territoriale: ognuno in casa sua cerca di migliorare le proprie condizioni di vita e quelle dei propri congiunti. Se tutti al mondo facessero cosi' non vi sarebbe bisogno di questi mezzi. Naturalmente questo e' un principio eminentemente occidentale e altrove non e' applicabile. In ogni caso l'appartenenza e' sempre piu' forte del benessere che puo' derivare da persone considerate estranee. Se una famiglia vuole adottare un bimbo, che se lo porti a casa propria e se ne faccia interamente carico, non solo part-time. So bene che su questo punto non andremo mai d'accordo.

P.S.
dimmi a che ora sei su skype, e se ne hai il tempo, cosi' ti chiamo.

Lontana ha detto...

Ma che sopresa!!!!
E sono commossa per l'iniziativa dell'adozione a distanza!
I sauri canadesi hanno patito un lungo inverno, la neve minaccia di tornare e noi siamo già usciti dalle tane per masticare l'orticaria o quella roba là.
Insomma, speriamo in una mamma e un papà affettuosi e solerti.:-))

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.