Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

25 luglio 2006

Viviamo in uno Stato di polizia?

Niente paura. Considerato che nell'attuale ordinamento e' il magistrato preposto a dirigere e coordinare le indagini - al fine di evitare che i poliziotti cattivi buttino dalla finestra gl'inquisiti - la Polizia di Stato e' una specie di animale domestico sottoposto a castrazione e nonostante cio' non ha acquisito nemmeno un filo di grasso... un autentico miracolo, tra i tanti, in verita', dell'annoso regime virtuale che finalmente ha chiuso il cerchio ed e' diventato anche "reale" grazie alla grande ed indiscussa vittoria alle scorse elezioni politiche. Dunque possiamo stare tranquilli: non ci troviamo in uno Stato di polizia.

Va da se che quando la Giustizia avesse dieci decimi di vista, la stadera rotta da trent'anni e lo spadone enormemente piu' grande di Excalibur ci sarebbe di che preoccuparsi, ma, fortunatamente, c'e' il Calcio, con i suoi riti collettivi e catartici, che esercita un'ottima funzione di sfogo sociale, dunque l'insoddisfazione generale e' altrove ben canalizzata, senza dire del gusto giacobino che prova il poppolo quando si mette sotto inchiesta il potente di turno. Come ai tempi della Rivoluzione Francese, non importa che il malcapitato sia colpevole; importa che cio' che rappresenta sia additato all'opinione pubblica come il Nemico di turno, il che crea il consenso come avviene in tutti i regimi autoritari. Va altresi' osservato che questa prassi non e' peculiare dell'Italia, anche se qui raggiunge vette d'ineguagliabile eccellenza, ma investe ormai quasi tutto il vecchio continente con l'eccezione di alcune repubbliche ex sovietiche nelle quali il giochetto sarebbe, forse, troppo scoperto. In ogni caso l'Italia non e' uno Stato di polizia... e' uno Stato inquisitorio.

Il nostro Stato versa in tale stato "almeno" dal 1964, e cioe' da quando nacque la prima associazione politica di Magistrati, sorta - si dice - per porre un freno alla corruzione dilagante nel costume politico italiano. Siccome anche l'educazione di Stato versa in uno stato pietoso, almeno dal 1970, a nessuno verra' mai in mente di fare paragoni tra la situazione italiana dell'epoca e quella degli anni di Giolitti; dunque nessuno conoscera' il fatto che Mussolini conquisto' il potere proprio per lo stesso motivo. Chi non ci credesse vada a leggere i discorsi di fuoco di Turati, pronunciati per anni nel Parlamento Italiano, capira' dunque il perche' ci fosse la fila dei finanziatori dinnanzi alla scrivania dell'aspirante Duce d'Italia.

Dalle reminiscenze scolastiche di fine Mesozoico, mi sovviene, ogni tanto, dei requisiti indispensabili che una democrazia deve possedere per potersi dire tale; e questi, se la memoria non m'inganna, sarebbero: Rappresentativita', Separazione tra i Poteri dello Stato, Stato di Diritto. Togliamone uno a caso che gia' in una democrazia non siamo piu'. Mi si dica se attualmente se ne veda in funzione almeno uno che sia uno... ergo: non siamo piu' in regime democratico da oltre vent'anni, nonostante il rito formale si perpetui come prima, non v'e' piu' la necessaria coincidenza di Forma e Sostanza.

Riassumendo: non siamo in uno Stato di Polizia, ma in uno Stato Inquisitorio e i riti democratici sono ormai vuoti simulacri; fortunatamente ci e' rimasto il Calcio... o no?

*Siccome qualcuno finge di non aver capito: sarebbe come se Lenin avesse proibita la vodka. E' chiaro adesso?

35 commenti:

Monsoreau ha detto...

Neanche il calcio. Lo Stato delle toghe (rosse) ha messo le mani pure lì ... :-(

Lo PseudoSauro ha detto...

Ma no che lo rimettono a posto... era solo per "dimagrire" Mediaset che hanno diviso equamente tra A e B, cosi' il cattivo Berlusca perde i diritti acquistati sulla A. Sono o non sono machiavellici? E poi si dice male di quelli che sparano in testa alla mamma...

Il Calcio lo devono tenere; e' l'oppio dei popoli moderno e l'unica cosa che ammansisce le folle. Le rivoluzioni ormai si fanno solo per i campionati perduti.

John Christian Falkenberg ha detto...

La democrazia non necessita affatto di Stato di Diritto e separazione dei poteri. Atene ne fece a meno, ed infatti condanno' Socrate e permise lo scempio della guerra del Peloponneso.
Quello che manca in Italia e' la liberta' ben intesa, quella dei "liberail" cclassici. Talvolta, mi sembra che L'Italia somigli alal Serbia di Milosevic: una democrazia illiberale, una tirannia della maggioranza che maschera la tirannia sregolata dei pochi che controllano la maggioranza.
Temo che finche' s'idolatra la democrazia senza vederne la natura puramente strumentale, all'interno d'istituzioni liberalie esse si' indispensabili, non andremo molto lontano.

marshall ha detto...

Lo vedremo stasera quando arriverà la sentenza.

Lo PseudoSauro ha detto...

Falkenberg: la democrazia ateniese no, ma quelle occidentali si': tutte. La nostra e' una "Repubblica fondata sul Lavoro" e la "liberta'" non e' compresa nel bundle, o almeno e' una coseguenza del primo in stile: "arbeit macht frei". Trattasi di regime socialista a tutti gli effetti; non lo si cambia con una riformetta: ci vuole una Costituente e l'accordo di tutti... ce le vedi le forze socialiste acombattere per la liberta'?

E poi non e' un fenomeno solo italiano, ma planetario; qui e' solo un po' peggio. :-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Marshall: a me del calcio non frega nulla, come non frega nulla a chi lo sta usando per fini politici. Che poi ci sia corruzione, questa c'e' li' come altrove, non sara' certo il Socialismo a migliorare le cose. Tutti i regimi socialisti sono stati storicamente i piu' corrotti... piu' c'e' Stato e piu' ci sono tentazioni. :-)

Anonimo ha detto...

..a vedere quello che successe nelle caserme della tua città, così come descritto ampiamente dai verbali giudiziari, eravamo in uno Stato di polizia.
Ora c'è qualche speranza di uscirne.
:-)

Zagazig

ArmatexOn ha detto...

la a e facile , italia ma da'alema ha usato il bianchetto salvatutti compresi noti giornaliati pennivendoli

Lontana ha detto...

Non ho nulla da aggiungere alle considerazioni sagge del Sauro..:-)

Posso solo dire che in Canada é la polizia che fa le indagini, come deve essere. Ed ha tutto il rispetto della popolazione oltre a lauti stipendi e una pensione anticipata rispetto ad altri lavori.
Ho anche già detto che i giudici NON devono appartenere ad alcuna corrente o tenue idea politica...
Stato Inquisitorio = Inquisizione....
In tutti i casi la giustizia non funziona, per tempi e metodi.

Lontana ha detto...

In Italia, ovviamente...:-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Beh, non e' solo in Italia... quando allo Speaker's Corner ci va Hamas che arringa la folla (!?) con cappucci neri e bende verdi e' "liberta' d'espressione"; quando invece un cittadino va davanti ad una moschea di Birmingham da solo protestando la sua "britannicita'" ed invitando chi in questa non si riconosce ad andarsene altrove, lo mettono in galera per 6 mesi (sei mesi).

Capirete bene che se accade una cosa simile nel modello di democrazia parlamentare piu' antico d'Europa, forse c'e' qualcosa che non funziona.

Mettiamo pure il caso che il razzismo sia reato "ideologicamente" ed indipendentemente dal fatto che possa sfociare in atti di violenza - il che dovrebbe essere un abominio anche per la giurisdizione britannica - ma se vale per l'uno, perche' non deve valere per l'altro?

E non diciamo degli USA nei quali l'antidiscriminazione ha raggiunto livelli lambiccatissimi di normativa giuridica, ma ha, se non altro, una giustificazione in ragione dei principi fondanti dello Stato dell'Unione che - mi pare - non siano gli stessi delle nazioni europee...

In UE abbiamo una polizia che gode di extraterritorialita' come nemmeno il KGB godeva in URSS; al momento non funziona ancora, ma nondimeno esiste.

In UE abbiamo un "Ufficio per i diritti fondamentali" che si occupa solo di catalogare, istruire e perseguire i "reati" di razzismo", "xenofobia", "omofobia" etc...

L'impressione che se ne trae e' che si vuole esercitare un maggior controllo sui cittadini autoctoni che non gradiscono la politica comunitaria.

Il caso dell'Italia e' diverso, in quanto e' diversa la coscienza democratica (ascoltate radio3 alle 7,30 di mattina per istruirvi), ma il fenomeno e' globale. Si tratta di cio' che un politologo di cui non ricordo il nome definisce "anarco-tirannia".

Ammesso che il fenomeno sia uno degli effetti secondari della globalizzazione, non mi pare che l'internazionalizzazione stia migliorando la qualita' delle democrazie occidentali, ma piuttosto l'esatto contrario.

Bisquì ha detto...

Impossibile non essere d'accordo con te.
Ah! I vecchi e saggi sauri, cosa ne sarà di questa terra il giorno che si saranno estinti? :-)

Lunga vita ai sauri!

Nessie ha detto...

Il problema è sempre lo stesso dai tempi di Hitler: democrazia formale (quella dei riti elettorali) e democrazia sostanziale. Spesso la prima si fa beffe e sfregia la seconda. In nome della democrazia in Algeria ha vinto il FIS (il fronte di Salvezza islamico, cioè i tagliagole), in Libano siede in Parlamento l'hezbollah, e nei territori palestinesi è andato al potere Hamas. Ergo... democrazia sospesa, democrazia difesa. Scusate la rima. Ciao sauro e grazie per il graziosissimo bannerino. :-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Gia', ma se ad entrare nel gioco democratico aspirano forze che democratiche non sono il difetto va ricercato a monte. Non e' che si puo' "fare a fidarsi" quando ci sono secoli di fulgidi esempi... Se negli stati occidentali la democrazia ha stufato, in quelli orientali non si e' nemmeno realizzata. Hai voglia di "esportarla" quando la gente non la vuole o non sa nemmeno cosa sia... La nostra democrazia e' il prodotto della cultura cristiana, non di quella islamica. Tanto non lo vuole capire nessuno: che ci dobbiamo fare? Diciamo che anche da noi e' passata di moda cosi' facciamo prima.

Il bannerino corrisponde ad un servizio che avevo messo su con alcuni amici hacker. In origine era stato concepito per evitare intrusioni di gente capace, ma in Italia di gente in gamba non ce n'e' quasi, quindi l'abbiamo buttata sulla liberta' d'espressione, visto che c'e' chi si diverte a fare chiudere blog o ad insultare e disturbare inviando materiale indesiderato. Naturalmente il disinteresse delle Istituzioni per questo fenomeno non e' ulteriormente sopportabile e prima o poi scatenera' reazioni un po' piu' brutali, ma era una cosa prevedibile. :-)

Anonimo ha detto...

Ciao PseudoSauro, non so se viviamo in uno stato di polizia ma di sicuro scrivendo un post del genere almeno tre o quattro reati, non so quali ma qualcosa si trova sempre, li hai commessi. Come tutti del resto. Già solo per il fatto di vivere qui, anzi di abitare sul pianeta terra. Però formalmente l'apparenza è salva.
Resta il rimpianto che la CDL che doveva essere libertaria e contro l'oppressione ha dormito della grossa nel suo quinquennio lasciando intatti tutti i centri di potere extra democratici e più o meno occulti del nostro Paese.
Scarthorse

Anonimo ha detto...

Nessi epotresti anche spiegare dopo che il FIS vinse demcoraticamente come non democraticamente si risolsero le cose

Zagazig

Anonimo ha detto...

In UE abbiamo una polizia che gode di extraterritorialita' come nemmeno il KGB godeva in URSS; al momento non funziona ancora, ma nondimeno esiste.

e negli Sati Uniti c'è l'FBI...la trovo uan isitituzione antidemocratica?

Scart che reati avrebbe commesso Sauro?
Non è che questa cosa dei reati che mani nessuno vi contesterebbe/contesterà serve a darsi un tono di resistenti?
:-)

Zagazig

pseudosauro ha detto...

Scart: sul fatto che la CDL non abbia nemmeno un decimo dell'abilita' della controparte sono d'accordo, d'altronde la cultura dominante in Italia e' di stampo diverso. Non si puo' competere con gente addestrata allo studio della prassi politica e con un regime culturale europeo di stampo opposto consolidatosi in oltre cent'anni. Ergo: che avrebbe potuto fare di piu' di quello che ha fatto? Non foss'altro che per un abbozzo di pluralismo... ma ci vorranno generazioni per poter competere su di un piano paritario e allora l'Italia come nazione non ci sara' piu'.

il Castello ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
pseudosauro ha detto...

Zag: il paragone tra Europol KGB e FBI la trovo perlomeno comica.

In USA il reato d'opinione non esiste, e puoi girare con svastiche, fasci littori e falci e martello senza che nessuno ti dica alcunche'. Puoi fino dire che gli arabi ti fanno schifo a patto che non cominci a sparare loro addosso.

Certo che questa pratica ti possa sembrare quantomeno "strana". La mia fonte e' il solito Bukovskij... che queste cose le conosce.

pseudosauro ha detto...

Quanto al FIS e le sue relazioni con il GIA ad una mia conoscente hanno semplicemente sterminata la famiglia... e il villaggio... roba da niente, come potrai immaginare, ma per me se stanno bene a loro: che se li tengano. Se in Algeria hanno quest'idea della democrazia nulla da eccepire, ma se fosse per me la globalizzazione se la sognerebbero, fino a che non si fossero dati una parvenza di civilta'. E poi la Francia e' il vostro alleato migliore in UE, fino a che dura monsieur 1%...

Anonimo ha detto...

Sauro se sono comico non mi dispiace...ma il tuo discorso mi ricorda quello dei leghisti quando volevano la polizia padana.
Eiste il reato di opinione in Italia?...non lo sapevo.
Mi dici l'articolo del codice penale?
:-)

La storia dell'Algeria la conosci?

Zagazig

Lo PseudoSauro ha detto...

La storia dell'Algeria non la conosco molto bene: lo ammetto, ma quella da Boumedienne in poi la mastico abbastanza.

Lo PseudoSauro ha detto...

Sei il solito formalista... siccome il cavallo lo chiami "rana" ne dovrebbe conseguire che lo si puo' mangiare in un boccone, ma all'atto pratico la cosa e' un po' piu' complicata.

Siccome conosci la legge meglio di me, sai perfettamente che e' l'interpretazione della norma a fare la differenza e che quando l'autorita' preposta al controllo e' ideologicamente affine bisogna andare alle corti internazionali per avere giustizia... se poi queste sono affini anche loro: buona notte.

Il tizio che e' stato arrestato per 6 mesi nella democraticissima Inghilterra per aver protestato la sua "britannicita'" di fronte ad una moschea testimonia del fatto che cio' che viene concesso agli esponenti di Hamas allo Speaker's Corner viene negato agli autoctoni li' ed altrove; e non si dica che in una zona circoscritta del territorio e' concessa ed in un altra no, perche' il principio o vale su tutto il territorio o non vale.

I cosiddetti "reati" d'islamofobia, omofobia, xenofobia, istigazione all'odio razziale, non sono tutti formalmente tali in Italia, ma lo sono quasi in tutta Europa. Addirittura qui si processano gli scrittori e si costruiscono moschee fingendo di non sapere cosa c'e' dentro il q'ran, perche' in ossequio allo stesso principio sarebbe esso stesso un'istigazione all'odio dalla prima all'ultima pagina.

Quindi non si tratta solo della sanzione di pseudo-reati, ma della violazione di tutta una serie interminabile di norme, a cominciare da quella, che compare in tutte le carte costituzionali degli stati europei e che prevede lo status di cittadino della rispettiva nazione superiore a quello di uno straniero residente sul territorio. Si tratta della base stessa dell'autodeterminazione, secondo la quale tu voti in Italia se sei cittadino italiano, ma non in Arabia Saudita.

Certo che a dover spiegare cose cosi' ovvie ad un giurista, m'intristisce un po'...

Lo PseudoSauro ha detto...

Quanto a KGB e FBI avrei preferito sorvolare, ma dato che sarebbero (state) entrambe sullo stesso livello mi piacerebbe capire perche dall'URSS scappavano in USA, ma non viceversa; o era solo desiderio di ricchezza?

ArmatexOn ha detto...

credo proprio ha ragione amico sauro

Anonimo ha detto...

Il 'giurista' ti dice che tu la fai troppo semplice...:-)...ma per questo non si intristisce.
Buona parte delle cose che hai riportato e che non coinvolgono l'Italia hanno origine nella cultura anglosassone.
Il vostro modello.
Il signore spadaccino 'sopra di me' vive in un Paese in cui se dici ad una ragazza "quanto sei bella" un altro poco rischi di finire in galera per molestie.
Se sicuro mio triste amico che con tutto questo c'entri il KGB??
:-)

P.S. ma ti sono arrivate le foto?

Zagazig

Anonimo ha detto...

Zag, i nostri codici ed ordinamenti giuridici e giudiziari consentono, disgraziatamente per i diritti civili, di trasformare ad assoluta discrezione qualsiasi cosa detta, fatta e probabilmente anche solo pensata in un reato. Dal punto di vista formale l'apparenza è salva ma di fatto ognuno, a discrezione, può essere trasformato in un colpevole. E tutto quwsto senza alcun controllo democratico. Una cosa molto simile al mitico 1984 di Orwell insomma.
Scarthorse

Lo PseudoSauro ha detto...

Finalmente un po' di collaborazione contro la minaccia sovietica :-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: lo ammetto, non ho competenza in materia di Diritto, ma sono dotato di buona analisi e discreta sintesi, per cui dai fatti risalgo facilmente fino all'origine degli stessi. Nel gergo degl'informatici si chiama "reverse engeneering" ed e' qualcosa che si avvicina molto alla matematica, anche se c'e' un bel margine d'errore. In ogni caso cio' che leggo da giuristi come Dambruoso mi conforta del fatto che nelle mie elucubrazioni c'e' un qualche fondo di verita'.

Quanto all'abominio della "lotta tra i sessi", la "discriminazione costruttiva" e tante altre belle cosette che anche in USA fanno disastri sono il frutto avvelenato dell'egualitarismo a tutti i costi. Anche in URSS accadeva la stessa cosa. Io non sono mai stato un egualitarista.

Quando dici "voi" commetti l'errore tipico di tutti i socialisti. "Noi" non collettivizziamo il nostro modo di pensare, se no vedresti le piazze ben piu' piene che nelle patetiche manifestazioni della triplice. Io ho scritto infinite volte che il modello americano non funzionerebbe nell'Europa continentale. In questo sono d'accordo con Solgenitsin: la filosofia mercatista non e' un'alternativa sufficiente, ne' efficace per contrastare la mentalita' socialista imperante. Nondimeno la "liberta'" e' un principio che va ben oltre lo scambio di merci e non lo si puo' ridurre a mera teoria economica. La tua dottrina, ma anche quella dei liberisti, parte dalla stessa analisi economica, giungendo a teorizzare soluzioni opposte. Io, personalmente, rigetto ogni analisi economica che non sia calata in un contesto ambientale ben preciso. Ma c'e' gente che ha idee ancora piu' varie delle mie e vota da una parte perche' questa e' l'unica alternativa esistente, anche se non corrisponde totalmente all'ideale di riferimento. Infatti esistono molte divergenze, ma puoi stare tranquillo che se, a parita' di condizioni, mi ritrovassi un Berlusconi che facesse quello che oggi fa Prodi lo lascerei in mutande in un baleno. Questa e' la differenza sostanziale tra il mio e il tuo modo di pensare; per me il potere e' un mezzo che dev'essere meritato giorno per giorno. Non dimenticare che se l'affluenza alle politiche in tutto il dopoguerra e' stata bassa e' proprio perche' molta gente, tra cui il sottoscritto, non si sentiva rappresentata da nessuno. L'84% di affluenza alle scorse politiche dovrebbe essere un segnale positivo per chi ritenesse ancora valido il metodo democratico, ma visto l'uso che se n'e' fatto, ritengo che si sia perduta l'ultima occasione. Esattamente come dice Bossi che ha un olfatto politico inversamente proporzionale alla sua istruzione.

Non ho ricevuto niente. Forse e' stato filtrato dal mio obsoleto e complicatissimo sistema. Se puoi rimandarmele mi fai una cortesia.

Perla ha detto...

La giustizia proletaria è passata dalle piazze nei tribunali!

E' sempre un piacere leggerti!
:-)

Ciao

Perla

Monsoreau ha detto...

A chi si domanda dov'è in Italia il delitto di opinione, consiglio di riferirsi alla legge Scelba e a quella Mancino ... ;-)

Anonimo ha detto...

cioè=?

Zag

Monsoreau ha detto...

Cioè ? Cioè sono punite delle opinioni, non delle azioni !

Anonimo ha detto...

What a great site Panasonic rv31 dvd player http://www.breast-enlargement-pill-2.info/Meridia_purchase_online_canada.html Anger management courses for download

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.