Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

04 giugno 2006

Complotti ed altre porcherie

Nel 1909, a detta di Walter Rathenau, presidente della Allgemeine Elektrizitaets Gesellschaft (AEG): "Trecento uomini, che tra loro si conoscono tutti, dirigono il destino economico dell'Europa e scelgono tra di loro i propri successori". Niente a che vedere con i "Protocolli dei Savi di Sion", dunque, ma quando il sig. David Rockfeller nel 1991 dice: "il mondo oggi è più sofisticato e preparato ad avanzare verso un governo mondiale. La sovranità sovrannazionale di banchieri mondiali ed un'èlite intellettuale è preferibile all'autodeterminazione praticata nei secoli passati", se ne potrebbe inferire che da Lenin fino a Hitler, passando per Mussolini, qualcosina, sotto sotto, ci fosse davvero. I "Trecento Sinarchisti" succitati non sono stati i nipoti dei sette nani, ma persone con un nome ed un cognome che in molti casi e' indicativo di una appartenenza per nulla celata, anzi: orgogliosamente ostentata. Siccome Rathenau e Rockfeller tutto saranno stati, tranne che sognatori se ne potrebbe inferire che parlassero con cognizione di causa.

Molti forse non sanno che la nostra amatissima "globalizzazione" ha avuti illustri precedenti - almeno due - falliti miseramente, come quello del 1921 con disastri economici ed umani che ebbero, per l'appunto, effetti "globali", sebbene assai piu' modesti di quelli che potrebbero avere oggi. Pur non volendo demonizzare un fenomeno che mostra di avere risvolti enormemente positivi, il fatto stesso che non si possa nemmeno considerare l'eventualita' di un suo ennesimo fallimento, e che non esistano all'ora strategie alternative a livello locale, non e' cosa di per se stessa tranquillizzante, a meno di non conoscere la Storia che, guarda caso, ormai non conosce piu' nessuno. E questo senza voler lavorare troppo di fantasia come usano fare ultimamente quelli che vorrebbero analizzare i rottami delle TT senza nemmeno avere elementari competenze di chimica, ingegneria, strategia, economia; pero' sulla genesi dei due grandi conflitti mondiali del '900 pesano sospetti dello stesso tipo.

C.H. Norman, primo ministro laburista in Inghilterra nel 1908 ebbe a dirne: "Ad un certo punto nel 1906 fui invitato a partecipare ad un incontro di inglesi in cui si doveva discutere la proposta di costituire una Loggia Inglese del Grande Oriente ... La loggia doveva impegnarsi nella propaganda a favore dell'Entente Cordiale ... Un obiettivo in apparenza innocente che riscosse le mie simpatie. Nondimeno, decisi di accertare se solo quello fosse lo scopo. Con mia sorpresa scoprii che il Grande Oriente si stava imbarcando in un vasto programma politico, stringendo un'alleanza con l'Ocrana russa, che avrebbe potuto essere realizzato soltanto con una terribile guerra in Europa". Sul fatto che il colonnello dello spionaggio serbo Dragutin Dmitrievich-Apis fosse implicato nientemeno che nell'assassinio di Sarajevo la Storia parla da se; ebbene la Massoneria martinista era spesso il trait d'union tra personalita' come il suddetto, Gabriele D'Annunzio, Annina Morosini e lo stesso Kaiser Wilhelm II. Non sara' stato il "complotto giudaico-massonico", ma un innocente sospettuccio non sarebbe proprio cosi' peregrino.
Aggiornamento
Casualmente ho trovato proprio oggi questo.

28 commenti:

Lontana ha detto...

mmmmhhh......
Non ne so abbastanza per giudicare se ci sono prove o avvenimenti che giustifichino questa tesi..Certo che é un tantino preoccupante...Siamo solo marionette?
Caro Sauro, i tuoi post sono sempre i più sorprendenti e originali!

Lo PseudoSauro ha detto...

Ciao Lontana. Non che mi piacciano i complotti a tutti i costi, ma escludere a priori che esistano e siano esistiti centri di potere mi pare ancora piu' idiota che vederli dappertutto. Nella societa' USA esiste un rigoroso sistema di controllo delle lobbies, ma altrove no. La differenza tra cio' che accade ora e quello che accadeva nel secolo scorso sta solo nel fatto che prima vi erano fortissime componenti ideali che animavano le persone che vi aderivano, mentre oggi si tratta solo di finanza.

Monsoreau ha detto...

Interessante. Del resto la Trilateral c'è (c'era) e anche i "poteri forti" che hanno messo il bavaglio a tutto ciò che poteva danneggiare la sinistra.
Vedremo quante "rottamazioni" usciranno dal conclave della sinistra ...

Lo PseudoSauro ha detto...

Mons: i poteri finanziari europei si oppongono a quelli d' oltreoceano; questo mi pare piuttosto evidente. Poi ci sono quelli "emergenti" che tendono ad aggregarsi con gli uni o gli altri, ma l'effetto e' sempre il solito. Siccome con la scomparsa degl'ideali, destra e sinistra assumono connotazioni che variano a seconda delle realta' locali non credo si possa parlare di qualcosa che muova la finanza oltre la finanza stessa, ma qualunque progetto di lungo respiro si scontra con la necessita' di rimuovere le differenze il che, a mio parere, e' un socialismo di fatto; indipendentemente dal fatto che questo sia liberista o socialista. Il concetto stesso di globelizzazione implica un nuovo ordine mondiale... allora sarebbe auspicabile capire COSA si voglia effettivamente globalizzare e QUANTO si voglia conservare dell'esistente... non mi pare una cosa da niente.

Nessie ha detto...

Uhmm... sempre caro mi fu l'ermo complotto... ;-) Rompitura te salutat! :-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Jam ruptus cojonorum meorum :-)

Prova a smentire cio' che ho scritto se ti riesce...

Nessie ha detto...

Il mio latinorum non è più di fresco studio, ma ti capisco :-). Ma tu hai accesso alla posta privata? I've got breaking news. Ciao!

Lo PseudoSauro ha detto...

Nessie: anche il mio, se e' per questo. Non ho il pieno accesso alla corrispondenza perche' sono fuori di me; appena rientro mi faccio vivo. Buone notizie, spero...

Nessie ha detto...

Mah... avrei un'inquietante notizuola "cinghialesca" in mezzo alle quercie da sughero che mi lascia alquanto impensierita... Poi ti narro nel dettaglio.

ArmatexOn ha detto...

RUDI IL MIO NOME SU SKIPE E': ARMANDODL1 FMMI SAPERE IL TUO

Lo PseudoSauro ha detto...

Arm: ti ho scritto, ma evidentemente non mi ricevi ancora. Provero' a passare a Nessie le comunicazioni.

eugenio ha detto...

La tua è una ricostruzione storica affascinante, e fa' ben comprendere come il lobbismo non sia fenomeno dei nostri giorni, ma evidenzia come le radici siano molto antecedenti a noi.

Davvero, spunto molto interessante!

Un saluto

Eugenio

Lo PseudoSauro ha detto...

Eugenio: grazie. Se in USA hanno un rigorosissimo meccanismo per il controllo delle lobbies un motivo ci sara'... se tu liberalizzi tutto e un controllo non c'e' diventa una giungla, ma se controlli non c'e' piu' liberta'... allora pare evidente che, qualunque sistema tu adotti, ci vuole un meccanismo locale di controllo per impedire che si crei una specie di governo mondiale che annulli i contesti nazionali. E' la prova provata che internazionalismo liberista e socialista conducono ad un unico risultato e che questo non puo' essere democratico.

Nessie ha detto...

A proposito di lobby, per la lobby Debenedetti-Caracciolo, ovvero l'Espresso, il vecchio gufo bigio Biagi è stato querelato dall'editore ebreo Andrea Jarach, per aver scritto una carrettata di stronzate contro il suo (legittimo) proposito di candidarsi in lista a Milano con la Moratti. Per saperne di più, vai dalla Deborah Fait. Io sono qua che non sto più nella pelle dall'allegria! :-) Spero che quel vecchio rimba dossettiano lo buttino fuori a pedate anche dal CorServa. Non sempre è come dice Totò: "la serva serve, se non servisse che serva è?". Ci sono servi che non servono più. Lui è uno di questi.

Lo PseudoSauro ha detto...

Nessie: il piacere e' tutto mio :-) come vedi non e' una pregiudiziale razzista, ma culturale.

Lontana ha detto...

Ho letto l'articolo sul Bilderberg e ne ho parlato con Michel che, da canadese, trova del tutto naturale la cosa...Anzi mi ha fatto esempi di persone vicine a noi qui che si sono organizzate per spingere la candidatura di uno dei loro in politica.
Dunque secondo la mentalità nordamericana é del tutto normale che i milionari tutelino i loro interessi surnazionali riunendosi e stabilendo quali persone scegliere. Persone che dovrebbero essere in grado di "servirli" meglio...

pseudosauro ha detto...

Lontana: ma allora che c'andiamo a fare a votare? Sappiamo bene che la lotta ormai e' tra gruppi finanziari e non piu' tra partiti, ma lo si dica... comunque in USA e, credo, anche in Canada, vige un sistema basato sulle lobbies che ne regolamenta il controllo in modo rigoroso. Le stesse democrazie nordamericane sono basate su questo sistema; ma in Europa non esiste uno stato che sia uno che preveda nella propria costituzione un sistema simile. Siccome sono i cittadini - o almeno cosi' dovrebbe essere - che scrivono la propria costituzione se ne deve evincere che un sistema basato su criteri extracostituzionali non e' democratico. E vorrei vedere come sarebbe possibile sostenere il contrario. Nessuno discute del fatto che sia migliore un sistema o l'altro, ma quando uno mi viene a dire che l'autodeterminazione e' obsoleta mentre gli USA s'ingegnano per esportare la democrazia c'e' qualcosa che non mi torna... come puoi esportare la democrazia se consideri obsoleto il suo primo principio fondante? Considera, poi, che nei paesi in cui non esiste alcun tipo di controllo sull'ingerenza della finanza internazionale s'instaura una dittatura di fatto e ci si affida al buon cuore della lobby di turno. Se una grande epidemia o una guerra di grandi proporzioni interrompesse il circuito sarebbe fame nera per parecchia gente... altro che la crisi del 1921.

eugenio ha detto...

Ma secondo te il controllo Usa sul lobbismo ha ottenuto risultati soddisfacenti?

Per quanto riguarda la deriva internazionalista socialiasta hai più che ragione.

Un saluto
Eugenio

Lo PseudoSauro ha detto...

Eugenio: in USA funziona, ma lo stato e' organizzato cosi' fin dall'inizio. I partiti istituzione non potrebbero nemmeno esistere proprio perche' condizionerebbero il sistema al punto da renderlo una dittatura, il che e' quello che sta avvenendo da noi dove l'intreccio partiti-finanza si sovrappone ad un regime solo apparentemente democratico.
Ne ha scritto molto bene http://armatexon.blogspot.com un po' di tempo fa.

Antonio Saccoccio ha detto...

A proposito di complotti ho fatto un post sul mio blog che ha creato un casino in TocqueVille. Mah!

Lontana ha detto...

Blogger non ha più funzionato per un pezzo..
Volevo dire che anche io ci pensavo alla poca influenza , allora che ha il nostro voto.
In tutti i casi, qui le lobbies sono alla luce del sole. Si sa chi spinge cosa presso chi...
Ora vado a vedere cosa é successo da Antonio..:-)

pseudosauro ha detto...

Lontana: la differenza tra il complottismo sulle TT e quello di cui ho parlato io sta nel fatto che qui ci sono autorevoli testimonianze circostanziate. In linea di principio potrebbe fino esservi un collegamento tra i due, ma per affermare una cosa simile ci vorrebbero prove. E' il solito problema di lessico: se lo chiami "complotto" sei un "negazionista", se lo chiami "lobby" sei un antiamericano e se lo chiami "capitale" sei un comunista... nondimeno le lobbies esistono e governano la globalizzazione che, nel bene come nel male, e' il governo del mondo. non sara' tutto male, ma chiunque capirebbe che e' assai poco democratico.

Anonimo ha detto...

..dopo la lettura di questo pos può partire la Neo Rivoluzione Comunista...con camicia rossa..anche se l'intimo è nero.
:-)

Zagazig

Lontana ha detto...

Sono arrivati! Sono riuniti qui in Canada quelli del Bilderberg. Come al solito niente giornalisti e limousine coi vetri neri.
É cosa che incuriosisce veramente..
:-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: diciamo che se gli argomenti sono supportati da fatti inoppugnabili non riesco ad ignorarli; il che non significa che nutra un pregiudizio ideologico: ne' nei confronti dei comunisti, ne' dei fascisti, ne' dei liberali. Si tratta di osservare che il mondo e' cambiato e che gli stessi ideologi del novecento avrebbero oggi elaborate risposte diverse. Una parte dell'analisi la condividevo anche prima: non e' una novita', ma credo che senza omogeneita' culturale ogni progetto internazionalista porti inevitabilmente al caos; comunista o liberale che esso sia. Allora che si fa? Si "esporta" la democrazia, o si "importa" la teocrazia? Si liberalizza il capitale o lo si "controlla"? Qualunque visione economicistica porta alla necessita' dell'egemonia e dunque al conflitto; perche' non da il giusto peso all'uomo e perche' riduce semplicisticamente culture e religioni al livello di "sovrastruttura". Questo e' il problema: o colonizzi o ti fai colonizzare. Quindi siamo sempre alle solite: anche ammesso che si possa superare il limite delle nazioni, rimane sempre la differenza tra i diversi contesti culturali. La liberalizzazione, in Europa, presupporrebbe un sistema politico identico a quello USA (compresi i suoi meccanismi di controllo): cosa che non c'e'. La socialistizzazione presenterebbe il problema opposto, ma sia l'una che l'altra sono maturate nel contesto occidentale. Non e' possibile esportare, in un contesto culturale diverso, ne' l'una, ne' l'altra senza ricorrere all'uso della violenza... D'altronde: sia liberismo che socialismo scomparirebbero ove prevalesse demograficamente una cultura diversa. Mutatis mutandis. Rosso e nero sono concetti superati.

Lo PseudoSauro ha detto...

Lontana: dimenticavo che la riunione si doveva svolgere in Canada: guarda un po' il caso... Sai com'e': la finanza mondiale mica si fa notare come il WTO che ne e' solo il parafulmine. I giornalisti diventano improvvisamente silenziosi e domestici. Pensa che tra tutti sono ancora meno numerosi di quelli che detenevano la finanza ai primi del secolo: forse meno di un quarto... A me basterebbe che si chiarissero due o tre cose: la democrazia e' sostanziale o di facciata? Chiunque puo' diventare come il sig. Rockfeller, o si tratta di una nuova variante della nobilta' che si tramanda di padre in figlio? Il resto l'ho scritto sopra a Zag.

Scusa per il mio silenzio, ma questo e' per me un periodo campale... speriamo che passi presto.

Anonimo ha detto...

Wonderful and informative web site. I used information from that site its great. film editing schools

言承旭Jerry ha detto...

cool!i love it!AV,無碼,a片免費看,自拍貼圖,伊莉,微風論壇,成人聊天室,成人電影,成人文學,成人貼圖區,成人網站,一葉情貼圖片區,色情漫畫,言情小說,情色論壇,臺灣情色網,色情影片,色情,成人影城,080視訊聊天室,a片,A漫,h漫,麗的色遊戲,同志色教館,AV女優,SEX,咆哮小老鼠,85cc免費影片,正妹牆,ut聊天室,豆豆聊天室,聊天室,情色小說,aio,成人,微風成人,做愛,成人貼圖,18成人,嘟嘟成人網,aio交友愛情館,情色文學,色情小說,色情網站,情色,A片下載,嘟嘟情人色網,成人影片,成人圖片,成人文章,成人小說,成人漫畫,視訊聊天室,性愛,a片,AV女優,聊天室,情色

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.