Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

09 dicembre 2005

RaiNews24

Per chi lavora? Per la libera informazione? Per il pluralismo? O per una potenza straniera? O meglio per vendicare la brutta fine che fece il sogno internazionale comunista? Chi la finanzia? L'Internazionale Comunista, quella Socialista, o qualcun altro? Non sara' che siamo noi a finanziarla? Dunque per finanziare il pluralismo, noi dovremmo finanziare la propaganda comunista, e quindi il comunismo tout-court, che, come si sa, rifugge la pluralita' d'opinione come la peste? O non ho capito bene? O si tratta di una concezione tanto avanzata del gioco democratico che me ne sfugge ogni comprensione?

Domande retoriche evidentemente, ma se era gia' chiaro che a questa testata gli USA non piacciono, se era gia' evidente quanto la "lotta" palestinese fosse cola' tanto "popolare", se era palese urbi et orbi di quanto certa "resistenza" fosse piu' gradita della stessa obsoleta "sicurezza nazionale", adesso e oltremodo chiaro che si vuole gettare il discredito sulle nostre povere Forze Armate, e quindi sul Paese, e dunque, per estensione, sugl'italiani che lo costituiscono. Naturalmente mi riferisco al filmato, corredato di audio, che estrapola una scena avvenuta durante la battaglia dei ponti a Nassiriya nell'agosto del 2004. Una scena che chiunque abbia combattuto da qualche parte, in qualunque esercito, per qualunque causa, riconoscerebbe uguale identica per modalita' esecutive, dato che la guerra e' sempre cio' che e', da qualunque parte la si guardi. Quella di RaiNews24 e' un'operazione sporca, dettata da intenti propagandistici, e perseguita in perfetto stile Goebbels, che come si sa e' ancora molto studiato da chi fa informazione, indipendentemente dall'area politica di riferimento. Il fine giustifica i mezzi; ed il fine e' la conclusione dell' "occupazione" dell'Iraq; ed i mezzi sono quelli di sempre: la demonizzazione del "nemico" e la sacralizzazione della causa per cui esso combatte. Pazienza se il "nemico" siamo noi stessi; pazienza se la "causa" difesa sia la teocrazia, perseguita ovunque nel mondo, attraverso metodi militari pre-medievali nel piu' totale disprezzo delle regole che il mondo occidentale si e' dato per ridurre l'arbitrio nella barbarie insita in ogni guerra. Si puo dire che questa testata ha in odio la societa' nella quale e' immersa e che le da da vivere? Personalmente non paghero' piu' il canone televisivo fino a che cio' servira' a propagandare la menzogna ed una causa politica nella quale non mi riconosco. Si consideri che l'attuale governo dice di essere di centro-destra. Quando questo divenisse di sinistra, che cambierebbe?

35 commenti:

ArmatexOn ha detto...

Beh.. il compagno Morrione continua a fare della RAI l'EIAR, remember Zecchino?
Loro sono cosi, e gli sciocchi uddiccini continuano a non voler toccare la par condtio, a loro stava bene solo quando per 50 anni sono stati partito di maggioranza relativa, adesso i due bagnini di Cesenatico sognano triofi elettorali e difendono l'orrore voluto dall'uomo con la balza con evve moscia incovpovata che la volle in funzione anti Berlusconi, e allora vai Morrione, sei tutti noi!!!!

Kagliostro ha detto...

Io è dal 2002 che lo vado dicendo... bastava alzarsi la mattina alle 5 o alle 6 per vedere che servizi andavano in onda su Raitre (a quell'ora rai3 trasmette rainews) : nemmeno all'Unità sarebbero passate certe cazzate.

Purtroppo questo è il centrodestra : totale incapacità di controllare il territorio e di farsi valere.

Sono davvero amareggiato e quel che è più grave è che fanno pure passare Berlusconi per il monopolizzatore dell'informazione pubblica e privata !
Che vergogna!

Monsoreau ha detto...

Se mai tornasse la sinistra al governo cosa cambierebbe ? Si peggiorerebbe !

Godiamoci dunque questi due giorni di autentica par condicio, con nelle edicole, in pari numero, quotidiani di Destra, centro e sinistra e con i TG che raccontano solo fatti (a parte il comunicato sindacale).

Perla ha detto...

Gli stessi servizi che trasmettono in italiano li trasmettono anche in arabo attraverso raimed.

E' giusto che gli arabi sappiano che Paese filo terrorista e' l'Italia vista dai comunisti.

Bellissimo questo post, Sauro! :-)

Perla

Wellington ha detto...

Ormai grazie a Rainews24 mi sento anch'io un po' uno pseudosauro, come se certi tipi con cui parlo venissero da una dimensione parallela e i nostri cervelli non analizzassero le cose nello stesso modo.

Un soldato impegnato in uno scontro a fuoco grida "Annichilitelo quel bastardo!" parlando del nemico che gli sta sparando addosso e io, che a differenza dello Psuedosauro nemmeno ho mai combattuto in vita mia, penso: "beh, niente di strano, stanno combattendo". In curva allo stadio se ne sentono ben di peggiori e quelli si stanno divertendo.

E invece poi arrivano dei tizi che mi dicono che a Nassyria è successo qualcosa di scandaloso sulla base del fatto che a le Iene non hanno voluto mostrare il filmato e altre vaghe amenità.

Sta davvero diventando una roba orwelliana e anche un po' kafkiana. A questo tipo di logica ti sembra inutile ribattere, e non sapresti nemmeno come.

Ormai siamo davvero a tattiche da 1984 e Il Processo: ti accusano di un crimine del quale nessuno comprende nemmeno la natura tranne l'accusatore e spetta all'accusato difendersi.

Lo PseudoSauro ha detto...

Conosco RaiMed. Cosa ovvia per un Paese che funge da ponte tra le civilta'. Un ponte di barche naturalmente, e one-way. C'e' chi vi transita sopra e chi ci andra' a vivere sotto. Vediamo un po' se indovinate chi?

Cari miei, siamo tutti un po' sauri. C'e' chi ne e' consapevole e chi no. Il conto alla rovescia e' iniziato da un pezzo, ma non lo si vuole capire. In Europa ci sono ormai piu' Cassandre che cittadini. E' un mestiere inflazionato.

Lontana ha detto...

Anche io trovo tutto ciò scandaloso e passa pure per giornalismo... Il giornalismo non esiste più, esistono solo prodotti che si vendono, sopratutto se, montandoli, riesci a dimostrare delle tesi. Nemmeno io pagherei più l'abbonamento..E pensare ai nostri soldati messi in pericolo, non dalla guerra per cui sono addestrati, ma dalla maldicenza....
Comunque bellissmo post, Sauro!

Starsandbars ha detto...

Fosse solo la RAI...
Ieri a Canale 5 ,prima di iniziare lo sciopero ,a Prima Pagina hanno affermato:"Domani e Domenica i quotidiani non usciranno"
Già,e Libero ed Il Giornale,che sono della nostra area e sono puntualmente in edicola ?
Anche così si fa della disinformazione...

Lo PseudoSauro ha detto...

E' vero. Questa e' solo la punta del'iceberg. Tutto il resto dell'informazione gioca per baffone piu' o meno inconsapevolmente e la stampa di destra comincia ora ad influire un po', ma sempre molto poco. Ci vorrebbe una generazione, ma non ve ne sara' il tempo.

Anonimo ha detto...

Ma quante storie. Non sei fiero di vedere i soldati del nostro Paese all'opera? Fosse un filmato taroccato potrei capire. Ma è un video originale che non mistifica nulla. E poi c'è ancora la libertà d'informazione in Italia.
Se poi si iventa 'goebbeliani' perchè formalmente il Governo Berlusconi ha inviato il nostro esercito per una missione di pace e non per fare la guerra...beh..questo è un altro paio di maniche. E chi ha fatto bene non dovrebbe avere paura del giudizio della gente..o no?
E po se Mediaset o Rai Uno vogliono mandare in onda i video che piacciono a loro chi lo impedisce?
p.s. ...sull'informazione non c'è tanto da dire se è una informazione vera..quel video lo è.

Zagazig

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: se vuoi ti mando qualche filmato dell'Armata Rossa o dell'Esercito Popolare Cinese: va bene? Poi mi saprai dire chi "lavora" meglio. Che deve fare uno se gli sparano addosso? Lasciarsi ammazzare per far contente le testate "liberali"? E nel contempo si dovrebbero scarcerare persone che, se non hanno ammazzato in contesto di pace, hanno comunque istigato all'omicidio? Pero' quando il "popolo della pace" devasta le citta', o lancia sanpietrini e molotov contro le forze dell'ordine nessuno si scandalizza, vero? Non e' solo disonesto fare codeste propagande; e' anche stupido, perche' quando questa gente tornera' in Italia potrebbe avere qualche serio motivo per essere insoddisfatta della solidarieta' della propria gente. Da quando qualcuno s'invento' la lotta di classe furono sempre i reduci di qualche guerra a legnare i pacifici manifestanti che impiccavano i padroni, sparavano contro la polizia o facevano saltare un po' di gente a casaccio. Ognuno ha cio' che si merita se non impara dall'esperienza.

ArmatexOn ha detto...

Sauro, questo zag e' solo in malafede, lui fa finta di non sapere che la costituzione italiana, unica costituzione cretina ideologica e bugiarda al mondo, mette fra i suoi articoli " l'Italia ripudia la guerra", quindi qualsiasi capo di governo non ha scelte alla politica internazionale se non tavoli, tavoli e tavoli di trattative diplomatiche, il dialogo come dogma dialoghista come effetto di tale affermazione utopica. Quindi che puo fare un governo per usare l'esercito? Inventarsi che l'esercito e' una associazione di boy scouts che gira il mondo dispensando fiori e brioches.
E il compagno Morrione ci giobba, ohh come ci giobba per la gioia degli zag.

Anonimo ha detto...

Sauro la guerra è guerra lo so.
Il nodo politico è il carattere della nostra missione. Nulla di più nulla di meno. Dieci giorni fà ero in Albania e guardando Rai Uno ho assistito a un intervista a uno dei sopravvissuti di Nassyria che aveva lasciato l'esercito deluso dal modo in cui il Governo li aveva lasciati soli (ed era rai uno..non rai tre).
Si può essere per la pace senza tirare sanpietrini e in italia siamo in tanti che contro l'intervento in Iraq non per questo andiamo devastando città.
Chi fa di queste cose è una minoranza da isolare...ma è una minoranza. Anche se tu elevi i facinorosi di piazza a maggioranza rapppresentativa di tutti noi.
Buongiorno e buona domenica.
Zagazig

Anonimo ha detto...

L'Italia ripudia la guerra tranne quella per difendere il nostro Paese. E se la Costituzione non va bene...la si cambi. Per ora vige questa ed a questa faccio riferimento. Mi sembra normale.

Zagazig

Lo PseudoSauro ha detto...

Arm: infatti, la guerra non esiste piu' per decreto, e tanto deve bastare. E fosse solo l'Italia... Dopo che hanno cominciato a farci saltare come birilli anche qui, che qualcuno se ne fosse accorto del fatto che esistono ancora residuati del triassico che la guerra ce la vogliono fare. E che c'insultano pure perche' siamo imbelli. E noi che facciamo? Li rispediamo a casa loro? No: ce li teniamo in casa in nome del pluralismo, il Moloch dalla cui bocca stiamo per essere ingoiati tutti quanti: fascisti e progressisti. Ma anche se ammettessimo che esiste una guerra e decidessimo di farvi fronte, chi combatterebbe? Per fare queste cose ci si deve addestrare, si deve avere un minimo di "comune sentire"... E per addestrarsi ad una guerra non conosco altro modo che quello di combattere altre guerre; e per avere ideali condivisi non v'e' altro modo che ricevere tutti la stessa educazione... dunque torniamo daccapo: in una cultura imbelle l'eroe e' un cretino o un fascista; in una cultura illiberale il liberale e' un cretino o un fascista. Tanto vale che uno faccia il fascista davvero, almeno si garantisce qualche possibilita' di sopravvivere. Fosse solo l'obsoleto concetto di "Onore", ma qui si rischia di farsi ammazzare da fessi.

Zag: guarda che il fatto che io preferisca il centro-destra non significa che mi beva tutte le panzane che sento. Ci sono cose che mi piacciono ed altre che non mi piacciono. Ma questa cultura della pace vigliacca e' il frutto della guerra fredda; un'arma come un'altra per rendere piu' facile la conquista. In 60 anni siamo cresciuti tutti all'ombra di quest'cultura: sia quelli che sono tutt'ora di sinistra, che quelli che dicono di essere di destra. Non e' possibile pensare che una nuova cultura della responsabilita' nasca dall'oggi al domani; ci vuole "almeno" una generazione. Nel frattempo dobbiamo continuare a credere, e far credere, che la guerra non esiste e che i soldati sono crocerossine (o crocerombine) travestite. Pero' il rigirare il coltello nella piaga e farci apparire gli aggressori quando invece siamo le vittime e' una cosa sporca. Non v'e' alcuna causa politica che giustifichi un tale modo di agire. E poi ci si fa nemici proprio quei pochi che le armi le sanno usare. Lo ripeto: non mi pare molto intelligente.

Anonimo ha detto...

L'esercito è l'esercito...per me questo non è in discussione.
Come il fatto che formalmente e praticamente siamo arrivati dopo americani ed inglessi che hanno fatto la guerra vera e propria.
Il nodo rimane sempre quello di chi aveva detto che andavamo a costruire strade mentre ci siamo ritrovati a difendere i ponti con le armi. Io penso che nessuno si scandalizzi a vedere i nostri sodati combattere. Scandalizza, per così dire, sentire che sono andati a fare solo opere di bene.
Comunque sulla composizione dell'esercito non c'è da preoccuparsi...finchè il Meridione rimarrà povero ci saranno sempre campani, pugliesi, siciliani e calabresi pronti a partire.
Per amor patrio naturalmente.
Zagazig

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: allora non mi vuoi capire. Che devi raccontare alla gente avvezza a considerare l'ombra di una pistola una minaccia? Domandati chi e' stato a insinuare questa "cultura". Noi dobbiamo adeguarci e cercare di cambiarla. Un'arma serve per offendere come per difendersi; chi non possiede armi e' facile conquista e se non vi fosse una lotta interna nella societa' occidentale tutti saremmo d'accordo sul fatto che a volte ci si deve anche difendere. A che servivano gli arsenali immensi imboscati dal PCI a fine guerra? Per uccidere basta un pugno, ma per questo ci vuole l'abilita' ed il coraggio che invece non servono per premere un grilletto. Se e' l' "arma" che si vuole proibire e' lecito attendersi che prima o poi sara' proibito anche il solo passeggiare per strada. Si invoca l' "habeat corpus" per i presunti terroristi e poi si condanna il possesso di armi, come fosse un reato, per i cittadini autoctoni. E' questa l'interpretazione del principio di Uguaglianza della sinistra? Si fa il processo alle intenzioni a chi sta in casa propria e s'invocano tutte le attenuanti per chi viene qui, quantomeno, per destabilizzare il nostro modo di vivere? E se qualcuno, preso atto della situazione, porta la guerra in uno a caso degli stati da cui proviene la minaccia, che si fa? Si dice che e' un'aggressione indebita? E' evidente che si tratta di un intento strategico del tipo: "occhio che se fai cosi' non sei piu' sicuro nemmeno tu in casa tua". Siccome l'Islam e' internazionale come, e piu', del socialismo pare ovvio che tutti i martiri del mondo musulmano si danno convegno li'. Sei sicuro che cio' non sia stato esattamente lo scopo della guerra in Iraq? O gli americani sono i soliti cretini? E visto che la guerra sporca l'hanno fatta quasi solo i paesi anglosassoni, sei proprio sicuro che cio' non abbia significato maggior sicurezza anche per i pavidi europei? Noi abbiamo avuto una piccola parte nella vicenda, ma quello che conta e' che vi e' stata una presa di distanza chiara da una politica vecchia di almeno 50 anni. Non si puo' fare tutto in pochi anni, anche se io stesso sono critico nei confronti di questo governo, mi rendo conto che il potere dell'esecutivo viene pesantemente limitato dal conflitto istituzionale voluto da una parte influente della magistratura. Questo e' l'unico reale conflitto che, annullando la separazione tra i poteri istituzionali, fa decadere la democrazia in qualcos'altro. E se proprio oligarchia dev'essere, tanto vale che si vada in fretta alla prossima tirannia cosi' ci si leva il pensiero. Chi e' la causa di tutto cio'? Sempre la stessa: la "lotta di classe". Gli stranieri non potrebbero attuare i loro propositi se la nostra societa' non fosse gia' divisa.

ArmatexOn ha detto...

Sauro, perdi tempo, non v'e' peggior sordo di chi non vuol sentire, se c'e' gente che dopo tutti i fallimenti del comunismo continua a votare comunista e a pendere dai compagni Morrione che sono cambiati di niente rispetto a quando aspettavano le rivoluzioni mondiali per il sol dell'avvenire, che sono sempre stati per condannare senza se e senza ma la civilta occidentale, cosi tanto odiata, che possiamo fare? Aspettiamo che si estinguano per consunzione visto che non potranno essere estinte come i sauri grazie a una meteora.
Pare che un'altra meteora incomba sulla terra fra qualche anno; estinguera noi e estinguera i sauri del tv3 Morrion fan club?
Ah! saperlo.
Solo una precisazione: in Italia non esiste lo "habeas corpus", questo esiste nella giurisprudenza anglo sassone, ma non Italiota.
Credo proprio che mi dovro decidere a scrivere qualcosa sui vari sistemi di giustizia come tu chiedevi.

ArmatexOn ha detto...

per zag, facile dire si cambi la costituzione quando se appena cerchi di toccarla tutti i poteri che ingrassano all'ombra di questa, magistratura, consulte varie, sistema politico, sistema partitico, istituzioni, immediatamente si schierano e applicano tutti i trucchi e sabotaggi perche tutto cambi e niente cambi.
E si, che vuole farci fessi dicendo che questo di tommasi di lampedusa fosse fatto siculo mente, e' un fatto nazionale, ammeso che l'Italia sia una nazione, cosa che non e'.

Lo PseudoSauro ha detto...

Arm: ci si prova lo stesso; qualcuno capira'. Hai ragione sull' "Habeat Corpus"; per noi e' diverso, e poi da voi con il "Patrioct Act" si e' sospeso questo principio per motivi di sicurezza nazionale; come dovrebbe fare ogni governo responsabile quando il Paese e' sotto attacco. Ma da noi c'e' la pace "senza se e senza ma", per cui ci si deve lasciare colonizzare, quando non ammazzare, in ossequio ad un cadavere ideologico. Scrivi un po' sui sistemi giuridici europei e USA, cosi' si vedra' come sia stupido fare paragoni a casaccio.

Anonimo ha detto...

Io apprezzo il fatto che non mi mandate direttamente a quel Paese...:-)...però mi appiccicate anche delle etichette addosso.
Alcune considerazioni:

1) Fino agli anni '90 i magistrati erano peggio di oggi...ad esempio non si sarebbero mai permessi di inquisire un proprio collega. Poi hanno iniziato a cambiare.
Io penso che sia rischioso parlare di magistratura in generale, meglio circostanziare.
Intendo rischioso per il mantenimento del sistema democratico. La trovo una forma di qualunquismo rivoluzionario. Se diciamo che i magistrati sono golpisti e l'opposizione non è democratica. E' come dire che nel Paese la democrazia è tutta da una parte.Ma se tutto il Paese votasse CdL secondo voi avremmo una Democrazia?;

2) Ricordo che all'inizio di Enduring Freedom Bush dichiarò testualmente negli States che intendeva andare in Iraq in primo luogo per allontanare dagli USA il fronte della guerra al terrore.
Beh io avrei chiesto agli iraqeni se erano d'accordo a diventare campo di battaglia mondiale perchè ora i terroristi confluiscono tutti là e fanno saltare in aria soldati cristiani e cittadini musulmani allo stesso modo;

3)Sugli stranieri musulmani che posso dirvi ho una fidanzata musulmana albanese (che non ha nessuna intenzione di venire a vivere in Italia) ma non ho mai avuto problemi;

4) Non amo le armi e per legge non posso neanche portarle con me...spero che tu non speri che in Italia si possano comprare al supermercato come negli USA.
Penso che quando siamo garanti con i musulmani in Patria in realtà difendiamo la nostra cultura più che la loro.

Zagazig

...lo so vi ho deluso...:-)...ma considerate che io voto l'unico personaggio politico che è andato a Pechino a dire ai cinesi che non sono democratici: Fausto Bertinotti.

ArmatexOn ha detto...

Caro Zag, statiscticamenete parlando e proporzionalmennte alla popolazione americana, 360 milioni e 57 milioni di italiani:
cittadini legittimati a portare armi:
Italia 10%
Cacciatori, militari, forze dell'ordine e altri;
Stati uniti 57%;

Cittadini non legittimati a possedere o portare un'arma:

Italia 20%;
Stati Uniti 0.21 %.
Totali percentuali legittimati in USA:
57% pari a circa 170 milioni;
Italia circa 6 milioni;
Totali non legittimati:
Stati Uniti praticamente 0%;
Italia 11 milioni.
Come si vede la vera differenza sta che negli stati uniti le persone perbene possono possedere e portare armi, dopo averlo dichiarato, in italia le persone per bene non possono, ma ben 11 milioni di delinquenti potenziali si che possono.
Inoltre l'Italia e' considerata uno dei crocevia del mercato delle armi.

Lo PseudoSauro ha detto...

Zag: ci riprovo. Credi che le complicate questioni internazionali possano essere scodellate alla stampa con tutta sincerita' e senza alcuna precauzione? Questo tipo di trasparenza a chi gioverebbe? La Ragion di Stato esiste da che esistono gli stati medesimi. La diplomazia funziona in questo modo da che e' stata inventata. Gli USA l'adopoerano per cio' che e': uno strumento. Come loro fanno tutti gli altri stati, ma proprio tutti.

Il voler attirare l'attenzione sempre e solo sugli americani dirottando ogni discorso e' il vostro passatempo preferito. Ti assicuro che se io vado a scrivere su Indymedia non vengo trattato con la stessa cortesia che tu puoi sperimentare qui. Ma un conto e' la discussione, ed un altro il convertirsi alla bonta' universale come tu e tutti i neofiti della democrazia, forse vorreste. Certo che per gente che e' partita dal mito del "bon sauvage" si tratta di una bella starzata a 180 gradi.

Te lo dico io perche' il possesso di armi e' vietato in Italia: perche' dopo la fine che ha fatto Mussolini, qualcuno ha paura di finire allo stesso modo; perche' un partito politico "a caso" ha imboscato arsenali immensi di cui solo una parte e' stata fatta ritrovare per dare un segno di buona volonta'; perche' la guerra civile non e' mai finita e si parla ancora di una fazione o dell'altra con disprezzo. L'unico stato in Europa in cui questo stato di cose persiste dopo 60 anni e' il nostro. E vuoi sapere il perche'? Perche' vi era (e') il partito comunista piu' forte d'Europa.

Non ti devi offendere se qualcuno ti da del comunista. Cosi' come io non mi offendevo se mi davano del fascista. La differenza sta nel fatto che i tuoi, perdonami se sbaglio, colleghi usavano qualche rafforzativo per sottolineare il concetto. Tu non corri questo rischio: dunque dove sta il problema?

Anonimo ha detto...

Amir Khalaf Fanes ritenuto affiliato ad Al Qaeda e' stato catturato e consegnato agli americani da cittadini Iracheni a Ramadi.
Sig. Zagazig come la interpreta questa notizia?

Saluti Paoletto

Perla ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Lo PseudoSauro ha detto...

Paoletto: non so come la vedra', ma al posto suo non ci crederei e sosterrei che e' propaganda. Anche Saddam e' in calo da che ha detto che "resiste" come fece Mussolini a Salo'... Tempo un mese e lo scaricano.

Anonimo ha detto...

Paoletto la interpreto come un ottima notizia.

Sauro se è vero che i comunisti italiani avevano le armi nel cassetto nel dopoguerra..è anche vero che prima della guerra non le avevano...tanto è vero che gli squadristi non trovarono nessuna resistenza.

Armatexon non voglio mettere un delinquente sullo stesso piano di un cittadino civile e rispettoso delle leggi.
Per chi ha amore per il cinema consiglio la visione di un bellissimo film con Nino Manfredi "La pistola". E' interessante.

Sauro se però parliamo di real politik poi si può fare tutto da una parte e dell'altra...anche Bin laden in un certo senso applica la real politik.

Gran Finale
Ricordi quello che ho detto ieri sugli iraqeni, su Bush, e sul motivo dell'invasione. Beh premesso che non ho capacità divinatorie ecco cosa ha detto Bush oggi
"La guerra in Iraq ha provocato, finora, circa 30 mila morti iracheni e 2140 perdite militari americani. L'invasione ha ridotto i pericoli di un attacco terroristico contro gli Stati Uniti. Ma non ci ha ancora reso sicuri".

Enduring freedom..ma per chi?

Zagazig

Nessie ha detto...

Radio24 è la radio della Confindustria, caro Sauro. Ergo dei cosiddetti poteri forti. Ergo dell'art.11 di quella carta straccia di Costituzione (untouchable!). Ecco perchè fanno tutto questo casino contro il soldato che spara e si difende. Il governo ha fatto quel che ha potuto per barcamenarsi alla meglio: hai inviato i nostri soldati dopo la caduta di Saddam e ha aspettato la soluzione 1546 dell'Onu. I nostri soldati non potevano fare che quel che hanno fatto: difendersi!. Dov'è lo scandalo dunque?

Lo PseudoSauro ha detto...

Nessie: la prima regola di ogni propaganda non e' di essere "vera", ma di essere efficace. E questa, efficace la e', perche' agisce su di una cultura preparata per tempo. Quando c'era l'URSS cio' serviva a dividere gli alleati, ora che questa non c'e' piu', serve per rinsaldare le nuove alleanze. Considerato che mezzi e finalita' coincidono, chiunque converrebbe sul fatto che si vuole riempire un vuoto strategico. Se poi il capitale gioca in proprio o per un'ideale superiore, cio' e' poco importante. Il fatto e' che una certa finanza detiene anche il potere istituzionale alla faccia dell'autodeterminazione e dunque ha interesse a mantenere anche queste vestali dell'informazione che sono marginali, ma solo in apparenza. Ogni pezzo sulla scacchiera ha la sua funzione; basta saperlo usare. E in mezzo ci siamo noi che abbocchiamo e discutiamo dei fatti, quando questi non hanno alcuna importanza. Quello che ci manca, a volte, e' la visione d'insieme, che la controparte ha, invece, sviluppatissima dopo una pratica cospiratoria quasi centenaria.

antiEUropeo ha detto...

ZAGAZIG rilassati: la Guerra Fredda è durata 50 anni, e credo non si possa dire che la Russia sia una perfetta democrazia.

Anonimo ha detto...

...rilassatissimo...:-)...ma chi ha parlato di Russia?

Zagazig

antiEUropeo ha detto...

Era per fare un esempio...

Grendel ha detto...

"l'unico personaggio politico che è andato a Pechino a dire ai cinesi che non sono democratici: Fausto Bertinotti."

Ma davvero... A me risulta abbia detto ben altro.
http://www.radicali.it/view.php?id=47288

Anonimo ha detto...

Se la cattura del terrorista per mano di civili Iracheni e' una buona notizia, ergo gli americani sono dalla parte giusta altrimenti vedo solo contraddizione nella sua risposta sig. Zagazig.

saluti Paoletto

Anonimo ha detto...

Grendel la mia fonte è il Riformista...

Paoletto c'è il bianco, il nero, e la scala dei grigi.

Zag

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.