Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

23 settembre 2005

Fortuna che c'e' l'Euro

A chi ha superato gli anta non sara' difficile ricordare i sussidiari o i libri di geografia delle scuole medie che riportavano, accanto alle cartine geografiche delle nazioni, le fotografie sorridenti di alcuni "esemplari" tra i rispettivi abitanti. Un lappone in abiti tradizionali, un inglese in bombetta, un arabo con la kefiah e via enumerando. A nessuno sarebbe mai passato per la mente che uno svedese potesse essere basso di statura e di carnagione scura, e questo semplicemente perche' gli stati nazionali tendevano a conservare le rispettive caratteristiche etniche e culturali, pur senza voler esplicitamente preservare la loro "purezza" originaria; non era ancora stato introdotto il dogma politically correct della xenofobia e nessuno si sentiva in colpa per essere come Madre Natura l'aveva fatto. In Francia, al solito, s'incontravano i francesi che parlavano francese e pur tenendo conto dei trascorsi coloniali della nazione, e quindi della presenza di molti maghrebini ed asiatici, avevano tratti somatici e caratteristiche come dire... "francesi". Facevano eccezione gli USA e tutte le nazioni del Nuovo Mondo che erano, e sono, fondate sull'immigrazione e che nelle rispettive carte costituzionali specificano espressamente la volonta' di accogliere ed aiutare chiunque desideri una terra e la liberta' individuale. Del resto, l'immensita' dei territori americani ed australiani esigeva una maggior presenza umana, dunque l'immigrazione veniva incoraggiata anche a questo fine. Infatti, la piu' grande differenza tra il vecchio ed il nuovo continente, sta proprio nella demografia: 29 abitanti per km2 in USA, contro i 392 dell'Olanda che e' il paese a maggiore densita' abitativa di tutta Europa. 9.629.091 km2 di estensione per il grande stato americano e 41.528 per il piccolo stato europeo. L'evocare il concetto di "spazio vitale" sa un po' di fascista (altro dogma indimostrabile), ma chi ha familiarita' con l'antropologia sa che la qualita' della vita umana decade inesorabilmente quando si superano le soglie, per altro assai variabili, della concentrazione umana in spazi territoriali dati. Il solito marziano che dovesse trarne una conclusione, sarebbe portato a dedurre che i terrestri sono un po' stupidi, considerato che la maggior parte del globo e' disabitata. Un'americano scarsamente informato penserebbe invece che gli europei si danno un po' troppo da fare con il sesso per le prorie possibilita'. Un europeo informato auspicherebbe invece la colonizzazione della terra da parte della civilta' marziana, dacche' conosce esattamente i termini della questione, e sa perfettamente che gli europei si sbattono molto, ma figliano assai poco; al contrario delle genti che accolgono sul proprio territorio, che hanno ancora qualche difficolta' ad indossare un preservativo, o sono dotate di esofagi cosi' stretti da non permettervi il passaggio di quelle piccole pillole che non sono esattamente come le aspirine. Infatti l'incremento demografico e' dovuto solo all'immigrazione, che anticipando la deriva dei continenti, si rovescia sulla solita vittima, che vecchia com'e', non riesce, o non vuole opporvisi, preferendo la bugia pietosa dell'umanitarismo al pragmatismo che ha contraddistinto un tempo le ormai smemorate civilta' autoctone. Dunque al piu' famoso calciatore olandese, di tale non rimane che il nome, essendo questi un afro-americano dalle treccine alla Bob Marley. Ma guai a dire cose simili; si rischia il "razzismo" e la "xenofobia" la cui sola enunciazione mette in moto leghe antidiffamazione ed istituti burocratici gestiti in proprio dagli stranieri e foraggiati dalla Confraternita del Benessere Universale con sede, vedi il caso, a due passi da Amsterdam. Le diversita' che hanno reso la specie umana forte ed in grado di colonizzare ogni angolo del pianeta, sono dunque destinate a scomparire; le belle varieta' di razze etnie e culture, si annullano in un minestrone indefinibile; la colonizzazione che un tempo era orientata da Nord a Sud, funziona ormai da Sud a Nord; cio' che era vuoto, sara' ancora piu' vuoto e cio' che era pieno sara' ancora piu' pieno. Non preoccupiamoci, adesso abbiamo l'Euro, mi dice il mio amico svedese tra un tiro e l'altro dal suo narghile'.

7 commenti:

Mariniello ha detto...

Negli USA è escluso e odia gli USA - senza però tornarsene nei paesi d'origine - solo chi ci è dovuto andare a forza: i neri. Portati comunque dai civilissimi europei... GM

Lo PseudoSauro ha detto...

Con la complicita' degli schiavisti arabi che fanno ora lo stesso...

Monsoreau ha detto...

Questa immigrazione ricorda tanto le invasioni barbariche all'epoca della decadenza dell'Impero Romano.
Anche lì causato da rilassamento dei costumi, perdita della voglia di combattere e correnti di pensiero pacifinte ante litteram ...

Ma la storia non si ripete mai allo stesso modo ... ;-)

Nessie ha detto...

Però vorrei fare osservare che la lotta contro l'omologazione e la critica alla modernità è stata fatta anche da qualcuno "di sinistra": Pier Paolo Pasolini. Quando un po' di tempo fa (parlo di almeno 15 anni fa) Alberoni scrisse nel solito corsivo del lunedi del Corriere, che non dovevamo farci distruggere la bellezza delle nostre città attraverso il degrado di chi commercia paccottiglia sui marciapiedi ("i vuccumprà"), l'indomani fioccarono commenti malevoli con una sola parola all'unisono: razzista!

Lo PseudoSauro ha detto...

Hai ragione Nessie, ma ormai la sinistra ha serrato i ranghi e siamo tornati ai tempi di Guareschi. Se ci fosse ora Pasolini, sarebbe con Fallaci, e qualcosa mi dice che anche Montanelli non sarebbe molto distante.

ArmatexOn ha detto...

mariniello, il monopolio degli schiavi era della spagna, e fu abolito per primi dagli inglesi ne 1811,che ne cannoneggiarono il centro raccolta in sierra Leon,e il centro commerciale degli schiavi era la habana spagnola, e gli stati UNiti fecero guerra alla spagna.per il resto la schiavito e' forte e rigogliosa in Africa e nei paesi arabi tottoggi.

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.