Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

10 agosto 2005

Un ponte tra l'Islam e

L'Europa (magari di barche...)

Cosi' definisce Radio Radicale, ma non e' la sola, Tariq Ramadan: l'ideologo innovatore dell'Islam. Splendido "innovatore" di qualcosa che innovabile non e'. Infatti il "messaggio" della Rivelazione al Profeta (direttamente riferito dall'Arcangelo Gabriele) ha un piccolissimo difetto: non e' emendabile ne' riformabile: pena l'apostasia; e si sa quale sia la pena che la Shari'a prevede per gli apostati... Si tratta dell'ennesima presa in giro per gli occidentali kafir e creduloni dopo la geniale invenzione dei "musulmani moderati"; un modo per far loro digerire in anticipo una pietanza della quale hanno avuto modo di annusare tutti gli odori, non sempre molto gradevoli e graditi. Non si tratta di scegliere tra cultura occidentale o cultura islamica; si tratta di "scegliere" tra Islam ed "EuroIslam"; e chi sceglie non siamo "noi"; e' l'intelligentja (si fa per dire) islamica. Le bombe serviranno ben a qualcosa, o pensate che le mettano per sport? L'ottima Emma Bonino, in altre occasioni schierata in battaglie condivisibili, si atteggia ora ad "esperta" del mondo islamico merce' una limitatissima esperienza egiziana trascorsa nei salotti buoni della ex patria dei faraoni (sloggiati da chi?) e ci rassicura sull'Islam "plurale" e sulla sua natura pacifica e compatibile con la cultura europea. Chi invece ha vissuto l'esperienza islamica ad un livello piu' miserabile sa bene cio' che essa rappresenta e teme il transito one-way del Faro di Luce sul ponte di barche preparato dai vari Ramadan (sono una moltitudine ormai). Chi ha studiato la storia sui vecchi sussidiari "ante riforma" sa bene quali disastri significo' per l'occidente intero la nascita della civilta' islamica; ci tocco' perfino di scoprire l'America per girarle alla larga... Ma adesso e' tutto cambiato; ci si puo', anzi ci si deve, fidare dell'antico nemico che, reso pacifico e sedentario da oltre 13 secoli di storia, non si sogna minimamente di aggredire l'occidente con cui ama "dialogare"; anzi: si dedica al pontificato. Secondo voi chi ci dovrebbe passare sul ponte? E chi invece sarebbe costretto a viverci sotto?

2 commenti:

Monsoreau ha detto...

Assolutamente d'accordo.

Ma stai ancora ad ascoltare Radio Radicale ?!? :-)

Lo PseudoSauro ha detto...

Secondo me Sharon fa bene. Una volta creato uno stato palestinese: o cesseranno gli attacchi, o questi verranno da uno stato sovrano, con tutte le implicazioni del caso.

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.