Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

02 agosto 2005

Lo xenofobo

cronaca di una metamorfosi

Lo ammetto "senza se e senza ma". Quando vedo qualcuno a culo per aria su di un tappeto steso in mezzo a piazza Garibaldi, non so mai se chiamare un'ambulanza o la forza pubblica, ma l'istinto di sopravvivenza e la diffidenza connaturata alla mia malattia hanno sempre la meglio e quindi non chiamo nessuno; fuggo dunque lestamente in preda al terrore, nel timore di essere identificato, arrestato e rieducato a forza in ossequio alla Bonta' Universale e ad un Dio dalla barba bianca che nel mio delirio compulsivo si confonde sempre piu' con l'immagine bonaria e paciosa di Karl Marx. Gli amici mi dicono sinceramente che sono un caso grave; che l'Italia e' un paese ospitale, che non c'e' nulla da temere e che i culi all'aria sono "risorse"; ma il dubbio permane, anche se non lo do a vedere per cortesia, per non aggravare l'immagine gia' compromessa che essi hanno di me e forse anche per non insospettire l'onnipresente polizia religiosa. Mi diletto di solitarie masturbazioni ed elucubrazioni prive d'ogni ragionevole fondamento; come quella che mi fa vedere il campanile di S. Croce trasformato in minareto ed il suo vecchio campanaro mutato in muezzin dalla voce penetrante e sgradevole che mi sveglia ogni notte, puntualmente, alle 4 e non mi permette piu' di riprendere il sonno ristoratore che mi sarebbe necessario considerato il mio miserevole stato di salute. Sogno ad occhi aperti quando scendo i gradini della metropolitana e vedo zainetti ovunque, sguardi furtivi e sudati, odo esplosioni squassanti, vedo viscida materia rossastra calare dalle pareti, sento strani odori di rosticceria del tutto fuori luogo... insomma: deliro. Ecco. La consapevolezza e' gia' una mezza guarigione, mi dice il mio saggio medico curante che somiglia tanto allo sceicco saudita Osama bin Laden, dal quale mi reco segretamente any-given-morning alle 8, senza mai uscire prima di mezzogiorno. Infatti da un po' di tempo mi sento decisamente meglio; il signore sul tappeto (ma adesso mi sembrano 2) in mezzo alla pubblica piazza a culo all'aria non mi disturba quasi piu'; anzi, sarei tentato di portare lo stuoino del bagno, srotolarlo accanto a lui ed imitarlo nelle sue incomprensibili evoluzioni. Pure il campanile mi pare tornato come prima, sebbene continui ad udire il muezzin any-given-evening, ma, si sa, ogni guarigione richiede il suo tempo. Invece la metropolitana non mi spaventa piu'; anzi: ho comprato uno zainetto e l'ho riempito di pongo (o qualcosa del genere), sono passato dall'elettricista per decorarlo un po' ed ora trascorro l'intero pomeriggio cosi' equipaggiato saltando lestamente da un treno all'altro. Qualche volta pure di notte (a causa del muezzin), ma fa un po' freddo, per cui ho deciso che quando esco dallo studio dello psichiatra mi compro anche un bel passamontagna nero. Decisamente mi sento molto, molto meglio, ma non mi spiego il perche' all'aprirsi delle porte dei treni la gente mi guardi e fugga terrorizzata e mi tocchi dunque viaggiare in vagoni deserti. Fortuna che ho trovato questo bel libro dalla copertina verde che mi tiene compagnia: chissa' di cosa parla...

3 commenti:

Monsoreau ha detto...

Bel post !
Questo fa il paio con quello sulla "correctness" :-)

il miscredente ha detto...

Grande post!
E complimenti per il blog: scrivi molto bene.
Ti ho scoperto grazie a Tocqueville e, appena ho un momento, inserisco il tuo link sul mio blog e su quello del Partigiano William (col quale collaboro) che ha anche lui molto apprezzato.
Un saluto.

il miscredente

Lo PseudoSauro ha detto...

Grazie Mons, grazie Miscredente, facciamo il nostro onesto lavoro di sensibilizzazione e di demolizione della "correctness".

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.