Lo PseudoSauro

"Col negare il mondo economico come quello che determina la vita, cioè come un destino, se ne vuol contestare il rango, non l’esistenza" J. Evola

Lo strillo del sauro

Se ti interessano le ultime notizie sul NWO (che non esiste) fai click sul countdown appena sopra.

I commenti saranno disattivati a causa dell'impossibilita' di curarne la gestione.
Il sauro apologizza (ormai si dice cosi') per l'inconveniente.
Chi volesse contattarlo usi il mail link sulla destra (ovviamente) e si armi di certosina pazienza. :-)

28 luglio 2005

InshAllam

in Magdi Allam we trust

Secondo il "grande vecchio" Igor Man, si tratta di un giornalista che usa della sua competenza professionale per "capitalizzare". Tesi piuttosto debole, oltre che infamante per entrambi, dal momento che Allam vive sotto stretta sorveglianza delle Forze dell'Ordine e cio' che scrive e' una boccata d'ossigeno dall'effetto inebriante, se paragonato alle tesi trite e ritrite sulla crisi "palestinocentrica" supportate finanziariamente e mediaticamente dalle sinistre mondiali e dal compromesso establishment di Eurabia. Basta leggere le "stroncature" di ogni suo scritto, da parte dei corifei del regime culturale virtuale cripto-marxista per accorgersi quanto la sua opera sia considerata "scomoda": quasi quanto quella della famosa giornalista toscana. E' sufficiente leggere qualche articolo scritto dai pochissimi giornalisti arabi "illuminati" per accorgersi di quanto le tesi di Magdi Allam siano coraggiose e spregiudicate. E' sufficiente leggere i suoi libri e la sua opera quotidiana per accorgersi che si tratta di costante denuncia di una situazione che si mostra ora in tutta la sua cruda evidenza. La sua tesi espressa in "Kamikaze Made in Europe", il libro che, a parere di chi scrive, e' meglio esplicativo del pensiero dell'Autore, puo' dare l'impressione di deviare l'attenzione del lettore dal pericolo islamista mondiale sulla sola connivenza europea, in buona o malafede, nei confronti di un immigrazione, quantomeno, mal gestita. A maggior ragione se si viene dalla lettura dei pamphlet di Oriana Fallaci; ma a ben vedere si tratta dello stesso problema visto da angolazioni diverse: l'una occidentale e l'altra orientale, unita questa ad una profonda conoscenza della cultura e della storia dell'occidente post-cristiano. Il giornalista italo-egiziano e' tra quei pochi cittadini italiani
orgogliosi di esserlo e desiderosi di conservare l'esperienza post-illuminista a garanzia del Diritto. La sua condizione di cittadino italiano di fede islamica e' sempre stata cosa di difficile comprensione, dato che chi scrive e' fermamente convinto dell'assoluta incompatibilita' tra la cultura islamica, fautrice di una religione-stato, e quella post-cristiana, fautrice della separazione tra la sfera religiosa e quella secolare; cio' non di meno, ove venisse dimostrata l'assoluta necessita' di una massiccia immigrazione dai paesi arabi, la posizione di Magdi Allam parrebbe la piu' ragionevole: quella meno incline a fare concessioni ad un multiculturalismo che piu' fallisce, piu' viene rifondato. Appoggiamo dunque incondizionatamente la sua candidatura a consulente del Governo Berlusconi nella difficile materia del contrasto al terrorismo di matrice islamica e dell'immigrazione "politica" dai paesi arabi. Ovviamente: InschAllam...

2 commenti:

Monsoreau ha detto...

Direi che Magdi consulente del governo sarebbe una collocazione ideale, magari candidandolo poi alle elezioni.
Francamente non trovo molta differenza tra quel che dice Magdi e quel che sostiene Calderoli.
E rimango nel dubbio se Magdi sia islamico ....

Lo PseudoSauro ha detto...

L'ho sempre sospettato anch'io caro Mons :-)

 
SauroModified on byLo PseudoSauro
Le immagini e i marchi su questo website appartengono ai rispettivi proprietari.I commenti ai rispettivi autori.